Modifica per Nintendo Switch: guida all’attivazione

Finalmente sono giunte delle notizie che faranno felici i possessori di Nintendo Switch. E’ uscita finalmente una modifica per Nintendo Switch, che permette di eseguire backup ed homebrew.

INDICE

Per una rapida fruizione degli argomenti, ecco dei collegamenti rapidi ai vari paragrafi.

Modifica per Nintendo Switch con SX Pro

Negli ultimi mesi è stato rilasciato SX Pro, un dongle che permetterà, tramite il SX OS, di modificare Nintendo Switch. La particolarità di questo dongle è la possibilità di attivare la modifica su qualunque firmware della console, anche quelli futuri. Questo perché la modifica sfrutta una falla a livello hardware, impossibile da risolvere con un semplice aggiornamento di sistema. Vediamo quindi come eseguire la modifica passo per passo:

  1. Formattare una microSD in exFAT. Ci servirà per l’esecuzione dei giochi.
  2. Scaricare l’ultima versione di SX OS.
  3. Prendere il file boot.dat e copiarlo nella root della microSD.
  4. Spegnere la console, togliere il JoyCon destro ed inserire il JigKey in dotazione con l’SX Pro, facendolo scorrere correttamente.
  5. Collegare il dongle USB-C alla console e premere contemporaneamente i pulsanti Power + Volume+  per entrare nel menù del sistema operativo SX OS.
  6. Qui avremo la possibilità di avviare il CFW, l’OFW e modificare le impostazioni. Tra le poche presenti c’è Install auto RCM, che permette di eseguire il CFW senza dover utilizzare ogni volta il JigKey all’accensione. Per comodità vi consigliamo di attivarla. Potete sempre rimuoverla tramite apposito tasto.
  7. Eseguire il CFW premendo su Boot CFW.
  8. Per sbloccare la libreria dei giochi ed eseguire i backup, sarà necessario  attivare la licenza del sistema operativo. Per farlo potete utilizzare la modalità internet oppure offline tramite questo link. Per entrare nel menù del CFW, accedendo alla libreria giochi, basterà premere su Galleria Fotografica.
  9. Per avviare i backup, vi basta copiare i file .XCI e .NSP nella root della microSD.
  10. Per installare i file NSP, dovrete utilizzare Goldleaf. Copiare quindi il file Goldleaf.nro nella cartella switch ed avviare il software dal menù degli homebrew. Andare quindi in Title Management>Install NSP e selezionate il backup in formato NSP da installare.

Modifica per Nintendo Switch con CFW

AGGIORNAMENTO 07/08/18: negli ultimi giorni sono iniziati a spuntare fuori i primi CFW per console ibrida Nintendo. In questo modo è possibile installare la modifica per Nintendo Switch senza acquistare il dongle. Dovrete però comunque acquistare il JigKey per entrare in RCM Mode.

REQUISITI

Metodo 1: RajNX

  1. Estrarre il contenuto dell’archivio RajNX all’interno della microSD, formattata possibilmente in exFAT.
  2. Entrare in RCM Mode. Per farlo bisogna spegnere completamente la console, collegarla al PC e togliere entrambi i JoyCon. Successivamente inserire correttamente il JigKey all’interno del binario del JoyCon destro. Tenere premuto il tasto Volume+ e successivamente premere una sola volta il tasto Power. La console rimarrà con lo schermo nero, ma non preoccupatevi è normale.
  3. Ora aprite TegreRCMGui. Dovreste notare in basso a sinistra un’immagine con la scritta RCM OK. Ciò vuol dire che ora la console è perfettamente collegata al PC in RCM Mode.
  4. A questo punto tramite il programma iniettare il payload rajnx_ipl.bin, presente sempre nell’archivio iniziale, premendo su Inject Payload.
  5. Ora apparirà un menù all’interno della console, che ci permetterà di installare il Custom Firmware. Basterà premere il pulsante Launch Firmware per avviare il CFW.
  6. Per caricare correttamente i giochi, copiare i file .XCI o .NGP all’interno della root della console. Una volta inseriti i giochi nella microSD, riavviate la console e se tutto è andato a buon fine nella sezione Album troverete la schermata del Custom Firmware, con la possibilità di installare i backup caricati sulla memoria esterna.

Questo CFW è sicuramente il più semplice da installare e non richiede moltissimo tempo. La procedura è molto simile a quella usata con il dongle, con la differenza che non dovrete pagare per l’acquisto di un dongle. Ovviamente con quest’ultimo l’installazione è più immediata, però se volete spendere giusto i soldi per il JigKey, allora provate con questo metodo.

AGGIORNAMENTO: l’autore ha deciso di abbandonare completamente lo sviluppo del CFW, terminando le release alla versione 0.7.5.1a, compatibile con il FW 6.1.0. Se avete un firmware superiore, utilizzate un altro dei metodi presenti nell’articolo.

Metodo 2: ReiNX

Per questa seconda procedura andremo ad utilizzare ReiNX. Dunque vediamo come procedere:

  1. Scaricare l’ultima versione di ReiNX da questo link. Se è la prima volta che effettuate la modifica su Switch, forse avrete bisogno anche di altri software. Dunque andate qui, selezionate ReiNX Defaults e mettete la spunta sui seguenti elementi: ReiNX Toolkit, Homebrew Menu, ZeroTwoXCI, Tinfoil, Lockpick, ReiNX Loader, briccmii, Lockpick_RCM, TegraRCMGui. Non tutti potrebbero servirvi, però sono software che possono tornarvi utili in particolari situazioni.
  2. Estrarre l’archivio di ReiNX nella root della scheda SD, formattata in exFAT (consigliato). Se avete scaricato l’archivio da SDSetup, copiate nella chiavetta il contenuto della cartella sd.
  3. Copiare il file hbmenu.nro nella root della microSD (dovrebbe però essere già presente).
  4. Creare una cartella switch nella scheda SD. All’interno andranno inseriti tutti i file .nro relativi agli homebrew che volete installare. Quindi copiate qui dentro i file ReiNX_Toolkit.nro tinfoil.nro. Se ne avete altri da inserire, copiateli sempre qui.
  5. Aprite la cartella ReiNX e create la cartella titles all’interno.
  6. (Opzionale) Se volete modificare il tema di default del menù di ReiNX, eliminate prima il file nbl.nsp all’interno della cartella ReiNX. Ora entrate nella cartella titles, dove dovrete inserire la cartella 010000000000100D, estratta dall’omonimo archivio.
  7. A questo punto bisogna impostare la console. Quindi spegnere la Switch completamente ed inserire il Jig-Key nell’apposito binario del Joy-Con. Assicuratevi di poter avviare correttamente la console in modalità RCM poiché il minimo errore potrebbe compromettere il funzionamento della console in maniera irreversibile. Detto questo, avviare la console tenendo premuto il pulsante Volume Su. Fate bene attenzione a quest’ultimo passaggio. Al termine la console si riavvierà in modalità RCM, quindi iniettare ora il payload ReiNX.bin, contenuto nell’archivio dedicato, tramite TegraRCMGui (assicuratevi che il programma mostri la dicitura RCM OK) . Una volta entrati nel menù del CFW, abilitate assolutamente l’opzione AutoRCM, altrimenti la console potrebbe danneggiarsi.
  8. Create una cartella tinfoil nella root della scheda SD e al suo interno create la cartella nsp, in cui andranno inseriti tutti i giochi in formato .nsp che vorrete installare e giocare. Unica nota è che il CFW non supporta i file in formato .XCI. Dunque avrete necessità di convertirli in .NSP. Per farlo, scaricate il programma 4NXCI o ZeroTwoXCI (quest’ultimo permette l’installazione dei file XCI come se fossero NSP). Per utilizzare 4NCXI, estraete l’archivio del programma e anche di XCI-Explorer e generate il file keys.txt con XCI-Explorer, che andrete poi a rinominare in keys.dat, copiandolo infine nella cartella in cui è presente 4NXCI. A questo punto prendete il backup e copiatelo nella stessa cartella e trascinatelo sul file eseguibile di 4NXCI. Al termine avrete ottenuto il vostro gioco in formato .NSP, che potrete installare ed utilizzare con il CFW. Potete anche seguire la guida dettagliata che trovate poco sotto.

Se volete prima eseguire il backup della NAND della console, fate in questo modo:

  1. Avviate la console in RCM mode con la stessa procedura già spiegata nella guida per la modifica.
  2. Iniettate con TegraRCMGui il payload hekate_ctcaer_X.X.bin, che troverete nell’archivio scaricabile da qui.
  3. Sulla Switch apparirà la schermata principale di Hekate. Dunque andare su Tools>Backup e selezionare sia Backup eMMC Boot0/1 che Backup eMMC RAW GPP. Si consiglia l’utilizzo di una microSD almeno da 64GB formattata in exFAT, dato che la dimensione della NAND sarà oltre i 32GB.

Dopo ogni backup, togliere la microSD dalla console e spostare il backup su PC, eliminando poi la cartella backup dalla microSD. In questo modo si evita che i file dei due backup vadano in conflitto.

Metodo 3: Atmosphére

Per questo terzo metodo andremo ad utilizzare Atmosphére, attualmente uno dei CFW con aggiornamenti costanti e più completi che ci sia in giro. Inoltre proprio di recente è stata rilasciata la versione 0.8.4 che aggiunge il supporto al recente FW 7.0.1. Non dilunghiamoci oltre e vediamo come installare Atmosphére.

  1. Accedere alla console tramite RCM (procedura identica alle guide già descritte sopra).
  2. Scaricare l’ultima versione del CFW da questo link. In alternativa potete scaricare un pacchetto contenente diversi software, incluso il CFW, direttamente da qui.
  3. Estrarre l’archivio ZIP scaricato direttamente su PC. Dovreste avere ora le seguenti cartelle e file all’interno: switch, sept, atmosphere e hbmenu.nro. Copiare il contenuto dell’archivio direttamente nella root della microSD, formattata in exFAT.
  4. Scaricare l’ultima versione di hekate. Copiare la cartella bootloader nella root della microSD, in modo da avere ora le seguenti cartelle: switch, sept, atmosphere, hbmenu.nro e bootloader. Copiare ora il file hekate_ctcaer_4.10.1.bin dentro la cartella atmosphere.
  5. Rimuovere ora il file reboot_payload.bin dalla cartella atmosphere e rinominare il file hekate_ctcaer_4.10.1.bin in reboot_payload.bin.
  6. Scaricare il file hekate_ipl.ini e copiarlo nella cartella bootloader.
  7. A questo punto bisogna solamente utilizzare TegreRCMGui per iniettare il payload di Hekate nella console ed eseguire il CFW dall’opzione Launch>CFW.
  8. Per sicurezza, eseguite i vari backup descritti alla fine del Metodo 2.

NOTA: con l’ultima versione di Atmosphére non c’è più bisogno di inserire i backup nella cartella tinfoil/nsp ma basta semplicemente copiarli nella root della microSD.

NOTA 2: se volete iniettare altri payload, come ad esempio Lockpick, dovrete copiare i file .bin nella cartella bootloader/payloads.

Come convertire i file XCI in NSP

Al momento solamente il dongle SX Pro permette di poter eseguire sia i file XCI che NSP. Però, come saprete bene, il dongle è a pagamento. Esiste un metodo, purtroppo parecchio macchinoso, per poter convertire i file XCI in NSP per poterli così installare come  fossero  giochi dell’eShop (in maniera molto simile a quanto già visto su PS3 per convertire i backup da cartella a PKG). La guida è piuttosto lunga e richiede molta attenzione, quindi cercate di seguire ogni passaggio alla lettera e non avrete alcun problema.

  1. Scaricare il file Atmosphere-SDFiles-190224-v1.6.zip e il software NS-Atmosphere Programmer dal sito ufficiale.
  2. Estrarre il contenuto dell’archivio nella root della microSD, formattata in exFAT.
  3. Scaricare il programma kezplez ed estrarne il contenuto sul PC. All’interno troverete il file ipl.bin. Dunque dovrete iniettarlo a console spenta, dopo aver ovviamente avviato l’RCM Mode, tramite TegraRCMGui o NS-Atmosphere Programmer.
  4. A questo punto, tenere premuto il pulsante Vol+ e premere il tasto Power. Dovreste essere entrati nella schermata principale del CFW.
  5. Andare su Console info e selezionare singolarmente le voci Print fuse info, Print kfuse info e Print TESE keys. Si tratta delle chiavi di decriptazione del sistema e dei vari giochi. Premere dunque il tasto Power per effettuarne il dump sulla microSD.
  6. Adesso bisogna decriptare le keys. Dunque estrarre la microSD dalla console e copiare i file kezplez-nx.nacp e kezplez-nx.nro nella cartella switch.
  7. Avviare ora il CFW, entrando nella sezione Album, selezionare HOMEBREW e cercare il software kezplez-nx. Ora premere il tasto A sull’opzione kezplez-ns. Attendere il completamento dell’operazione.
  8. Al termine del processo, ci sarà ora un file denominato prod.keys nella root della microSD. Questo file contiene circa 85 chiavi del sistema.
  9. Ora siamo arrivati al momento di convertire i file XCI in NSP. Dunque scaricare il programma 4NXCI, copiare il file keys.txt (generato precedentemente con il dump) nella cartella di 4NXCI e anche il file prod.keys, rinominato in keys.dat.
  10. Copiare i giochi in formato XCI nella cartella di 4NXCI e trascinare il file sull’eseguibile 4nxci.exe. Al termine troverete il file NSP relativo al titolo in questione, rinominato con il GAME_ID del gioco.
  11. Ora non dovrete far altro che copiare il file NSP appena generato nella root della microSD ed installarlo come al solito.

NOTA: non è necessario utilizzare obbligatoriamente i file indicati nel punto 1 ma potete anche usare altri CFW, come ReiNX o RejNX poiché il procedimento è valido per tutti.

Un metodo forse più sbrigativo per rendere installabili direttamente i backup XCI, senza convertirli, è il seguente:

  1. Scaricare il software ZeroTwoXCI e copiare il file .nro nella root della microSD.
  2. Eseguire i passaggi dal punto 3 al punto 8 della guida precedente. Copiare il file prod.keys nella root della microSD.
  3. Creare una cartella zerotwoxci in tinfoil, avendo quindi il percorso tinfoil>zerotwoxci. Qui dovrete inserire i vostri giochi in formato XCI.
  4. Ora avviate il CFW e selezionare ZeroTwoXCI nella scheda HOMEBREW. Selezionare ora Title Management>Install XCI>File XCI del gioco. Attendete ora il completamento dell’installazione. In alcuni punti potrete notare dei leggeri frezze. Non preoccupatevi, è normale.

NOTA: se avete precedentemente installato una modifica e avete deciso di optare per un altro CFW, è utile prima pulire la sysNAND, ripristinato la console alle impostazioni di fabbrica. L’opzione si trova in Impostazioni>Sistema>Ripristino alle impostazioni di fabbrica. Eseguite l’operazione lasciando la console OFFLINE. Inoltre la procedura va eseguita DISATTIVANDO prima l’AutoRCM. Per una pulizia più dettagliata, seguite i passaggi seguenti:

  1. Scaricare da qui i seguenti programmi: biskeydump, HacDiskMount e memloader.
  2. Iniettare il payload di biskeydump nella switch e segnare a parte i valori di BIS KEY 2 (crypt) e BIS KEY 2 (tweak).
  3. Estrarre l’archivio di memloader e copiare la cartella sample e il file .bin nella root della SD. Iniettare il payload nella Switch, scollegare la console, scegliere la voce emmc e ricollegare la console al PC.
  4. Aprire ora il programma HacDiskMount con permessi di amministratore su PC. Selezionare File>Open Physical Drive, scegliendo la vostra Switch. Fare doppio click su SYSTEM e compilare i campi delle BIS KEY 2 con i valori segnati al punto 2.
  5. Premere su Test per verificare che sia tutto OK.
  6. Selezionare l’unità di memoria della vostra Switch e selezionare Mount. Ora potrete accedere ai file di sistema della Switch.
  7. Entrare nella cartella save ed eliminare i file 80000000000000e1, 80000000000000e2 e 80000000000000D1, facendone magari una copia per sicurezza su PC.
  8. Smontate l’unità, scollegate la console e riavviatela.

Come aggiornare la Switch offline

Visto che connettere la console online con la modifica attiva può portare ad un ban immediato, eccovi una guida su come aggiornare la console senza connetterla ad internet:

  1. Scaricare il programma ChoiDujourNX da questo link.
  2. Scaricare il file relativo al firmware che volete installare (purtroppo per ragioni di copyright non possiamo condividere i link diretti).
  3. Creare la cartella firmware nella rotto della microSD.
  4. Copiare all’interno il file del firmware.
  5. Copiare il file ChoiDujourNX.nro nella cartella relativa ai payloads, situata in switch nel caso di ReiNX e in bootloader>payloads per quanto riguarda Atmosphere.
  6. Avviare ora ChoiDujourNX dal menù homebrew e selezionare il file di aggiornamento da installare.

NOTA: Di recente Nintendo ha rilasciato nuovi modelli della console che integrano una modifica hardware che attualmente non permettono la modifica. Di seguito quindi vi riportiamo la lista dei seriali compatibili e non:

Seriali che iniziano con XAW1:

  • XAW1007800X e inferiori sono modificabili
  • XAW1007900X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAW1012000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAW4:

  • XAW4001100X e inferiori sono modificabili
  • XAW4001200X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAW4003000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAW7:

  • XAW7001780X e inferiori sono modificabili
  • XAW7001790X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAW7003000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAJ1:

  • XAJ1002000X e inferiori sono modificabili
  • XAJ1002100X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAJ1003000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAJ4:

  • XAJ4004600X e inferiori sono modificabili
  • XAJ4004700X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAJ4006000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAJ7:

  • XAJ7004000X e inferiori sono modificabili
  • XAJ7004100X e oltre non è sicuro acquistarle perchè probabilmente sono patchate
  • XAJ7005000X e oltre sono definitivamente patchate

Seriali che iniziano con XAW9:

  • Console riprogettate direttamente da Nintendo. Non ci sono informazioni a riguardo ma probabilmente sono tutte patchate

Potete anche verificare se la vostra console si può modificare tramite questo link. Vi basterà inserire il seriale della console e vi apparirà immediatamente un messaggio che vi indicherà se potrete o meno installare una modifica.

Risoluzione dei problemi

Data l’alta mole di richieste di aiuto riguardo problemi molto simili, abbiamo voluto raccogliere quelli più comuni, elencandovi la soluzione corretta.

  • NCA Signature Verification Failed: errore che riguarda il file NSP, probabilmente non signato. Per installarlo correttamente dovrete, al momento dell’installazione, impostare SI sull’opzione Install Unsigned Code e non appena appariranno dei quadrati bianchi digitare la sequenza del Konami Code, ovvero Su, Su, Giù, Giù, Sinistra, Destra, Sinistra, Destra, B, A, Start.
  • Api-ms-win-crt-runtime-l1-1-0.ddl non è stato trovato: errore che si presenta all’avvio di TegraRCMGui. La soluzione è installare l’ultima versione del Microsoft Visual C++ Redistributables.
  • Masterkey Error: questo errore è dovuto alla mancanza della chiave di attivazione del gioco all’interno del CFW. Seguire la guida per estrapolare il file keys.txt ed inserirlo nella cartella tinfoil.
  • Errore 299002 o 2168-0002: errore dovuto ad un’impostazione errata dei file di gioco e del CFW. Per prima cosa inserire i giochi in tinfoil/nsp se avete Atmosphere inferiore alla 0.8.4, altrimenti vanno direttamente nella root. Successivamente bisogna copiare le varie cartelle del CFW direttamente nella root della microSD, inclusi i file .bin relativi ai payload come Hekate o Fusee-Gelee.

Prodotto consigliato

Se volete acquistare Nintendo Switch vi segnaliamo la disponibilità della versione Blu/Rosso su Amazon.

Modifica per Nintendo Switch: guida all’attivazione ultima modifica: 2018-07-01T17:00:15+02:00 da Marco Nisticò
Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni TechByte a questo link

Potrebbero interessarti anche...

457 Risposte

  1. Nick ha detto:

    Buonasera Marco, sono riuscito ad entrare in RCM grazie ad una nuova JigKey (l’altra era evidentemente difettosa) il Tegra mi dice che ha iniettato correttamente hekate_ctcaer (Atmosphere) e sul device mi appare “Launch” ma tra le voci di questo menù non trovo “CFW” ma solo “patched kernel”, “Patched secure monitor” e “Injected KIP1″… dove mi sono perso ?

  2. Nick ha detto:

    sì, ho seguito la guida anche per rinominare il file hekate_ctcaer_5.0.0.bin in reboot_payload.bin anche se inTegra lo vede come hekate_ctcaer_5.0.0

Facci sapere la tua opinione!