Configurazione PC gaming 1500 euro, l’ideale per il 4K

La configurazione PC gaming da 1500 euro è ideale per chi desidera un PC potente con una spesa non così eccessiva. Dopo aver analizzato la configurazione PC da 900-1000 euro, è il momento di dare un’occhiata ad un PC pensato appositamente per il 4K.

Scheda madre

Abbiamo preferito scegliere una scheda madre che fosse il giusto compromesso tra potenza e design, rimanendo sempre al livello del resto della configurazione. Per questo abbiamo inserito l’Asus Rog Strix B250G Gaming, che grazie alle numerose utility in dotazione offre il pieno controllo di tutte le funzionalità. In aggiunta, è presente un sistema di networking che ottimizza le prestazioni nei giochi online. E’ possibile inserire fino ad un massimo di 64GB di RAM a 3400mhz, 2 GPU in GLI e 3 in CrossFire, per chi volesse osare con la potenza.

Dal lato AMD vi proponiamo, invece, l’MSI X470 Gaming Pro, con caratteristiche similari al modello concorrente. Il supporto alle DirectX 12 offre quella marcia in più per chi desidera ottenere il massimo della velocità. Inoltre MSI dota le sue schede madri di alcune funzionalità utili per chi è solito giocare online, come l’ottimizzazione della connessione internet, per una gestione del traffico migliore, e alcuni strumenti utili per eseguire overclock in maniera sicura.

Processore

L’i7-8700K è sicuramente l’opzione migliore in questo caso. Si tratta di un processore 6 Core/12 Threads con una frequenza base di 3.7GHz e che si può spingere fino a 4.7GHz in modalità Turbo. Si può preferire anche il modello senza il moltiplicatore sbloccato, se non siete soliti avvicinarvi al mondo dell’overclock in maniera spinta. D’altro canto, in una configurazione da 1400-1500 euro come quella proposta, non ce ne sarebbe bisogno. Questo modello è senz’altro ottimo sia per il gaming che per l’editing avanzato.

Dall’altro lato del ring abbiamo il Ryzen 7 2700X. I processori AMD hanno dalla loro il costo ridotto rispetto alla controparte Intel e la possibilità di eseguire un overclock più mirato con software dedicati. In questo caso non è poi così necessario l’overclock, dato che il processore viaggia ad una frequenza massima di 4.3Ghz. A completare abbiamo 8 Core/16 Threads e un consumo massimo di 105W.

I processori Ryzen di seconda generazione hanno dato un’ulteriore spinta in più ai modelli precedenti. Se volete potete dare un’occhiata al nostro confronto tra Ryzen 1000 e 2000, per rendervi conto delle differenze prestazionali.

RAM

Arricchiamo questa configurazione da 1400-1500 euro con un set da 16GB DDR4 della G.Skill, che operano a 2800mhz. G.Skill è un marchio che solo negli ultimi anni si è mostrato nel mercato delle memorie RAM ma ha dato subito prova di grande potenzialità.
Se siete affezionati al marchio Kingston allora vi consigliamo le HyperX Predator da 16GB 3000mhz DDR4. Un mix di potenza ed eleganza che sapranno dare al vostro PC la spinta giusta per essere una configurazione PC al massimo livello.

Attualmente il mercato delle RAM offre prezzi ancora piuttosto eccessivi, ma ai tempi attuali è impensabile poter giocare agli ultimi titoli in uscita con soli 8GB, considerando anche l’imminente arrivo delle schede video Nvidia RTX, che sfrutteranno una tecnologia che andrà sicuramente a pesare parecchio sulla memoria video ma anche su quella del PC.

Scheda video

Data la configurazione in esame, è opportuno scegliere una GPU che faccia la sua figura in ogni ambito, che sia gaming o editing. Per questo abbiamo scelto la GTX 1070Ti. Nonostante siano in arrivo le nuove schede video con architettura Turing, preferiamo consigliarvi ancora le GPU Pascal perchè risultano delle eccellenti schede video. Inoltre all’uscita i prezzi delle RTX saranno troppo eccessivi per una configurazione di questo tipo. Con questa scheda video non avrete problemi a gestire qualsiasi tipo di attività, grazie al supporto al multi schermo e al 4K. Inoltre le nuove API Vulkan permettono un notevole aumento delle prestazioni nei videogiochi. Scegliere una GTX 1080Ti sarebbe uno spreco di soldi poichè con i giusti accorgimenti si possono tranquillamente raggiungere le stesse prestazioni, ad un prezzo praticamente dimezzato.

Tecnicamente parlando, si tratta di una scheda video dotata di 2432 CUDA Core, 8GB di memoria GDDR5 e un Boost clock di 1683MHz.

Per una configurazione PC a marchio AMD, abbiamo l’Asus ROG RX Vega 64, con ben 8GB di memoria dedicata, di cui 4 ad alta velocità per migliorare e ridurre i consumi energetici. Le tre ventole possiedono la caratteristica di ridurre la rumorosità a zero quando il carico di lavoro non è così eccessivo. Facendo alcuni test, inoltre, è risultato che la temperatura non superasse i 70° con il 4K e gli effetti attivi. Dunque una buona notizia per chi è sempre attento alla ventilazione del proprio computer. I tool di Asus permettono un controllo completo sulla scheda e su ogni sua peculiarità.

Dissipatore

Questa volta è stato opportuno selezionare un dissipatore a liquido, per tenere a freno le temperature. Dato che una configurazione simile dovrà sopportare carichi di lavoro piuttosto pesanti, è bene premunirsi in anticipo. Il Corsair Hydro H100i è il prodotto più indicato per l’occasione. Un radiatore in alluminio e una ventola da 120mm saranno in grado di tenere a freno gli sbalzi di calore della CPU e della GPU, nonchè dell’intero PC. Le dimensioni contenute lo rendono compatibile con la maggior parte dei case Mid Tower.

Alimentatore

I siti ufficiali delle rispettive schede video consigliano un alimentatore da 500W. Ma si sa che questi dati sono molto indicativi e non considerano l’effettivo carico di lavoro delle altre componenti. Per rimanere al sicuro, è ottimo il Corsair CX650M, con certificazione 80Plus. E’ dotato di un sistema di protezione contro sbalzi di tensione e un cablaggio modulare, per collegare solo i cavi necessari.

Archiviazione

Anche in questo caso non abbiamo apportato nessuna modifica. Preferiamo mantenere il Samsung SSD 850 EVO come sistema di archiviazione principale. L’aggiunta di un classico HDD potrebbe risultare utile solo come archiviazione dati. Per il sistema operativo è sicuramente meglio utilizzare l’hard disk a stato solido.

Se comunque avete bisogno di un classico hard disk da utilizzare come archiviazione per i vostri file, vi consigliamo l’accoppiata WD Blue da 1TB + Intel Optane da 16GB, andando a raggiungere le stesse prestazioni di un SSD. Come dimostrato da svariati test, Intel Optane è in grado di migliorare di parecchio la velocità di lettura/scrittura di un hard disk meccanico, arrivando quasi ad eguagliare quelle di un SSD. Praticamente allo stesso prezzo potete ottenere uno spazio di archiviazione maggiore, che vi andrebbe a costare veramente tanto se acquistaste un SSD della stessa capienza.

Case

La scelta del case è sempre ardua in certi casi. Bisogna tenere a mente vari fattori, come lo spazio disponibile per componenti e il successivo montaggio. Alla fine abbiamo scelto il Corsair Carbide Spec-Alpha, che si adatta come look alla configurazione PC appena assemblata. In dotazione troverete ben 3 ventole da 120mm, che potrete posizionare secondo le vostre esigenze. Inoltre ne potrete regolare la velocità con il Fan Controller proprietario del case. Il design aggressivo darà, al vostro PC, l’aspetto di un vero computer da gaming. In più, sono presenti dei LED che daranno ancor più visibilità alle componenti all’interno.