Configurazione PC da 400 euro per le applicazioni

Per chi non ha un grande budget, ecco a voi una configurazione PC da 400 euro, utile per la navigazione web ed applicazioni d’ufficio.

Non sempre si ha bisogno di un PC super costoso o potente per i propri bisogni. Anzi, spesso si tende ad acquistare PC superiori alla propria possibilità solamente per evitare di effettuare upgrade futuri, anche quando non sono necessari.  A volte basta anche una spesa minima per acquistare un PC che abbia tutto quello che serve per le funzionalità base e non solo. Quest’oggi ci siamo messi alla prova con una configurazione PC da 400 euro, dedicata alla navigazione, applicazioni d’ufficio e forse qualcosina in più.

Case

Stavolta abbiamo deciso di scegliere un marchio che ultimamente sta facendo parlare di se per i suoi prodotti di buona qualità ed economici, ossia Sharkoon. Il case VG5-W sembra racchiudere tutta l’essenza di questo marchio. Uno stile decisamente tamarro, unito ad un ampio spazio per le componenti, lo rendono un case adatto a configurazioni di questa fascia. E’ dotato di due ventole da 120mm preinstallate, così da eliminare il problema di un acquisto ulteriore. Sempre sulla parte frontale alloggiano due porte USB 3.0 e i due jack da 3.5mm per cuffie e microfono. Lateralmente invece abbiamo un pannello in plexiglass abbastanza piccolo, che non riesce a mostrare completamente l’interno del PC. D’altronde, se volete acquistare una configurazione PC da 400 euro, la vostra priorità non è certamente quella di rendere il PC il più visibile possibile dall’esterno.

Il prezzo di 30,99€ lo rende ancor più allettante per coloro che hanno un budget piuttosto limitato e cercano di risparmiare qualche spicciolo in qualunque modo, senza rinunciare alla qualità dei materiali e dei prodotti.

Scheda Madre

L’Asus B350-K è una tra le schede madri più economiche sul mercato, ma non per questo poco funzionale. Per un PC di fascia bassa come questo è più che sufficiente. Anzi è dotata di alcune funzionalità piuttosto interessanti, come il Fan Xpert per il controllo delle ventole, supporto a RAM DDR4 fino a 3200MHz e un sistema di protezione contro gli sbalzi di corrente. Inoltre è possibile installare un modulo M.2 per una velocità di trasferimento impressionante.

L’interfaccia BIOS UEFI permette di tenere sotto controllo tutte le specifiche del processore, come frequenze e voltaggi, in pochi click. Il sistema è talmente intuitivo che chiunque può mettere le mani nelle impostazione, sempre con un minimo di buon senso, si intende.

Per quanto sia una scheda madre poco costosa, possiede tutte le carte in regola per resistere ad eventuali upgrade futuri, sia di processore che di RAM.

Processore

Come processore abbiamo voluto scegliere il nuovissimo Ryzen 3 2200G. Si tratta di un processore AMD con scheda integrata Vega che propone 4 Core/4 Threads ad una frequenza massima di 3.7GHz. Oltre a questo la scheda integrata Vega 8 offre delle ottime prestazioni, non al pari di una scheda dedicata ma sicuramente permette di eseguire titoli in FullHD a dettagli bassi raggiungendo tranquillamente i 60FPS e oltre.

E’ ideale anche per chi vuole cimentarsi in qualche gioco non troppo esoso senza spendere una fortuna. Infatti questa CPU attualmente è possibile acquistarla intorno ai 100€, un prezzo interessantissimo considerata l’enorme concorrenza attuale.

RAM

Per le RAM non c’è tantissima possibilità, specialmente quando il budget è così limitato. Le Ballistix da 8GB a 2400MHz sono la scelta più sensata poiché la più economica attualmente. E’ vero che la frequenza è piuttosto bassa, però è anche vero che con un PC del genere non c’è assolutamente bisogno di memorie ad altissima velocità che non verrebbero minimamente sfruttate per il loro scopo.

Alimentatore

Per l’alimentatore abbiamo scelto il Cooler Master CX450M. Si tratta di un alimentatore semi modulare da 450W, con un efficienza del 99%. E’ progettato per proteggere il PC da possibili sbalzi di tensione ed è dotato di una ventola da 120mm, la cui velocità può essere regolata a seconda della temperatura del PC.

La linea CX di Cooler Master è la fascia più economica di alimentatori, ma non per questo meno buoni. Al contrario della gamma VS, che certamente non svolge il suo lavoro correttamente, questa serie di modelli riesce nel compito di tenere il PC al sicuro e di sostenere qualsiasi carico di lavoro, con un’ottima attenzione per i materiali.

Dissipatore

Per evitare di tenere il dissipatore stock, abbiamo preferito aggiungere un modello a parte non troppo costoso. Il Cooler Master Hyper 212 ci è sembrata la scelta più giusta. Si tratta di un dissipatore con una ventola da 120mm illuminata a LED e che arriva fino a 2000RPM. Per quanto sia il più economico, riesce a garantire delle performance migliori di quello in dotazione con il processore.

SSD

Per questa configurazione PC da 400 euro abbiamo voluto dare maggiore attenzione alle performance di avvio del sistema operativo, applicazioni incluse. Per questo abbiamo voluto includere solamente un SSD Drevo Enterprise da 128GB, togliendo eventuale spazio per l’archiviazione, che comunque potrà essere successivamente aggiunto con un comunissimo hard disk. L’SSD è in grado di raggiungere una velocità in lettura di 500MB/s e di scrittura fino a 300MB/s.

Un’alternativa è l’accoppiata HDD + Intel Optane, se avete bisogno delle stesse performance di un SSD (più o meno) ma con una capienza maggiore. Il costo è leggermente più alto (si parla di 20-30€ in più) però in alcuni casi può essere la scelta più appropriata.