Configurazione PC da 700 euro per giocare in FullHD senza GPU dedicata

Oggi vi portiamo una configurazione PC da 700 euro provvista di un processore Ryzen di seconda generazione, in grado di garantire un’ottima esperienza di gioco.

Sappiamo che questo è un periodo piuttosto complicato per il mercato di GPU e RAM. Proprio per questo vogliamo venirvi incontro, anche per permettervi di acquistare un PC senza spendere veramente troppo. Infatti nell’articolo di oggi andremo a vedere una configurazione PC da 700 euro senza scheda video dedicata, ma solamente con un Ryzen di seconda generazione. La nuova gamma Ryzen è stata annunciata allo scorso CES 2018 ed è attualmente sul mercato. La particolarità di queste CPU è la presenza, per la prima volta su processori AMD, di una componente grafica, affidata al marchio AMD RX Vega. Sembra inoltre che i test su tali componenti, eseguiti da testate specializzate ed aziende, abbiano restituito dei risultati sbalorditivi. Con la configurazione di oggi, infatti, sarà possibile giocare in FullHD a dettagli medi anche su titoli abbastanza esosi, come Battlefield 1 o Skyrim. Andrete così ad evitare completamente l’acquisto di una scheda video dedicata, che al momento risulta parecchio sconveniente per via del fenomeno mining.

Case

Anche in questa configurazione PC da 700 euro ritorna il Cooler Master Masterbox 5. La versione bianca da quel tocco di stile in più rispetto al classico nero. I dettagli di questo case li trovate nella pagina relativa alla configurazione con Intel Coffee Lake.

Si tratta sicuramente di uno dei case più economici in commercio, ma che possiede tutte le carte in regola per ospitare una configurazione di tutto rispetto. Lo stile molto semplice funziona e il pannello laterale permette una visione completa del PC in ogni sua componente. L’assenza di una GPU dedicata fa guadagnare davvero tantissimo spazio, che può essere utilizzato per ottimizzare la temperatura all’interno o personalizzare l’illuminazione, se siete amanti del modding.

Non è necessario acquistare un case super accessoriato per avere un PC potente. Bastano anche 50€ o poco meno per avere tutto ciò che vi serve per ospitare componenti ottime.

Scheda Madre

Per la scheda madre abbiamo puntato sulla Gigabyte AB350-GAMING. Oltre al supporto per il CrossFire e agli SSD di tipo M.2 non ha particolari funzionalità. E’ buona per eseguire un overclock rapido e sicuro del processore, grazie anche alla guida fornita da Gigabyte e all’utility integrata con la scheda madre.

La tecnologia Smart Fan 5 permette di tenere sotto controllo attentamente le temperature del PC, grazie ad un sistema di 6 sensori che tiene sott’occhio ogni componente. E’ possibile anche collegare fino a 4 ventole contemporaneamente, attraverso gli appositi pin.

Non è una scheda madre ricca di opzioni, però per quel poco che offre riesce a garantire un discreto margine di performance.

Processore

Come già accennato prima, il processore che abbiamo scelto per la configurazione è un Ryzen di seconda generazione. In questo caso è stato possibile puntare sul Ryzen 5 2400G. Si tratta di un processore 4 Core/8 Threads che operano ad una frequenza base di 3.6GHz, con un Boost fino a 3.9GHz.

La parte grafica è affidata a Radeon RX Vega, con 11 core fisici a gestire il tutto. Nonostante il connubio CPU-GPU, il processore riesce a mantenere un consumo energetico inferiore ai 70W. Anche per questo abbiamo scelto un alimentatore non troppo potente ma abbastanza da sostenere il piccolo carico di lavoro di questa componente.

Attualmente questa CPU è la migliore alternativa per poter giocare anche in FullHD a dettagli medi, anche se in alcuni casi bisognerà sacrificare qualche dettaglio in più. Si parla comunque di un costo di poco più di 150€, quindi non ci si può aspettare grandi miracoli.

RAM

Data l’assenza della scheda video dedicata, abbiamo deciso di investire un po’ di più sulle RAM, nonostante l’aumento di prezzo.

In questo caso abbiamo scelto 16GB di RAM DDR4 della Corsair da 2400MHz. Dato che la scheda madre supporta il Dual Channel, abbiamo preferito inserire due banchi da 8GB l’uno, invece che uno singolo da 16. Anche per una questione di sicurezza, è sempre meglio acquistare un tot di RAM suddiviso in vari banchi, così da poter sostituire solo quello non funzionante in caso di problemi.

Tale quantità di RAM può risultare eccessiva per alcuni, ma per chi vuole utilizzare questa configurazione sia per il gioco che per l’editing, è caldamente consigliato optare per 16GB. Con il passare del tempo 8GB stanno diventando sempre più stretti, specialmente con i giochi. Meglio tenersi preparati ad ogni evenienza.

Alimentatore

Avendo eliminato definitivamente la scheda video dalla configurazione, possiamo risparmiare sulla scelta dell’alimentatore, che non dovrà più occuparsi del consumo di quest’ultima. Per questo motivo abbiamo scelto il Corsair CX500.

La serie CX permette di gestire completamente l’utilizzo di cavi all’interno del case, grazie alla struttura completamente modulare.

La ventola da 120mm garantisce un buon flusso d’aria, senza generare eccessivo rumore. E’ dotato di certificazione 80Plus Bronze, che dovrebbe garantire un efficienza dell’86%.

Dissipatore

Scegliere un dissipatore a liquido per una configurazione del genere sarebbe risultato troppo costoso e abbastanza inutile al suo scopo. Per questo inseriamo il Noctua NH-U12S.

La ventola NF-F12 da 120mm l’abbiamo consigliata molto spesso nelle nostre configurazioni, per via della qualità costruttiva e del sistema di raffreddamento eccellente. Include anche l’adattatore Low-Noise Adaptor e la pasta termica NT-H1. Un kit veramente utile non solo per raffreddare la CPU, ma anche per rendere silenzioso il vostro PC. Questo modello in particolare è compatibile esclusivamente con socket AM4, quindi processori AMD.

HDD/SSD

Questa volta, per quanto riguarda l’hard disk, abbiamo scelto 2TB anziché uno. Il motivo è per cercare di avvicinarci il più possibile al budget iniziale di 700 euro. Sicuramente non avrete problemi di archiviazione.

Per migliorare ancora di più le prestazioni, lo abbiamo abbinato ad un sistema Intel Optane da 16GB, del valore di 50€ circa. In questo modo è come se avessimo all’interno due SSD invece che uno solo. Per chi non lo sapesse, Intel Optane è una tecnologia che permette di velocizzare gli hard disk meccanici, in maniera tale da eseguire le applicazioni con estrema velocità, avvicinandosi ai tempi di esecuzione di un SSD.

Come SSD classico abbiamo scelto il Crucial BX300 da 120GB. La capacità è pienamente sufficiente per l’installazione del sistema operativo, dei programmi e anche di qualche gioco.

Crucial è uno dei marchi un po’ più economici, ma comunque davvero efficiente. E’ oggetto anche di sconti frequenti su Amazon, per cui date sempre un’occhiata per scovare lo sconto ideale.

Questa configurazione PC da 700 euro cerca di accontentare tutti, sia chi vuole un buon PC per giocare e sia chi cerca un PC a basso prezzo ma comunque di buona potenza.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.