Netgear Genie: come configurare il router Netgear

Netgear Genie

Netgear Genie è il menù di impostazioni dei router Netgear. E’ dove si vanno a configurare tutti i vari parametri ADSL e verificare lo stato della connessione Internet. Per i neofiti potrà risultare molto difficoltosa la navigazione, considerate le numerose impostazioni presenti. Proprio per questo oggi vi proponiamo una guida che analizzerà, da cima a fondo, ogni voce di Netgear Genie per configurare il router Netgear al meglio.

Impostazioni BASE: Internet

Per accedere al menù Netgear Genie, è necessario digitare l’indirizzo routerlogin.net oppure 192.168.0.1 ed inserire le credenziali. Nella schermata Home vi verrà mostrato lo stato della connessione, il numero di dispositivi collegati alla rete Wi-Fi e i dati di quest’ultima.

netgear-genie-base

Passando alla scheda Internet entriamo subito nel vivo di Netgear Genie. L’incapsulamento è il tipo di connessione tra due o più dispositivi, che si divide in PPPoA e PPPoE. Il primo riguarda l’uso di celle ATM, che contiene una quantità di dati fissa di 53 byte. Pur essendo di piccole dimensioni, sfavorisce il trasferimento di dati costante nel tempo. Solitamente, infatti, il protocollo PPPoA viene utilizzato per programmi di cifratura e compressione. Il secondo, invece, riguarda il collegamento tra due porte Ethernet per il trasferimento di pacchetti IP, contenenti le informazioni sul protocollo. La scelta di uno dei due dipenderà esclusivamente dal vostro provider, che dovrà comunicarvelo.

Andando oltre troviamo i dati di accesso della connessione ADSL. Se si parla di una rete casalinga, sicuramente dovrete inserire la mail e la password necessarie per avviare il collegamento Internet. Anche qui dovrete comunicare con il vostro provider per ricevere tutte le informazioni necessarie. Le opzioni relative agli IP statici lasciatele invariate.

netgear-genie-wireless

Impostazioni BASE: Wireless

La scheda Wireless di Netgear Genie contiene solamente due voci fondamentali: Modalità ed Opzioni di protezione. La prima permette di limitare la velocità ad un determinato valore, espresso in Mbps. Questo per evitare che dispositivi non collegati tramite cavo Ethernet possano saturare la banda. La seconda, invece, offre all’utente la possibilità di scegliere la tipologia di protezione della connessione wireless, con relativa password. Il protocollo consigliato è WPA2-TSK poichè immune da molte vulnerabilità del WPA. Proprio per questo è divenuto il protocollo standard per qualunque dispositivo Wi-Fi.
Il resto delle opzioni sono poco fondamentali.

Impostazioni AVANZATE: Installazione automatica

Accedendo alle impostazioni avanzate di Netgear Genie è possibile eseguire operazioni più mirate, fondamentali per configurare il router Netgear. La pagina HOME mostra quelle che sono tutte le informazioni relative sia alla connessione internet (indirizzo IP, MAC ecc.) che al router (modello e firmware).

netgear-genie-installazione

Se non siete molto avvezzi ai tecnicismi, potete usufruire dell’Installazione guidata di Netgear. In questo modo verrà analizzata la connessione Internet e il router sarà configurato nel modo corretto automaticamente. In alternativa, spostatevi nella zona Installazione per configurare il router Netgear in maniera manuale.

Impostazioni AVANZATE: Protezione ed Amministrazione

Nella zona Protezione dovrete impostare eventuali filtri o blocchi per determinati indirizzi web, nel caso il PC venga usato da minorenni. Basterà andare su Blocco dei siti e digitare manualmente le parole chiave o i siti web da bloccare.

In Amministrazione sono presenti tutte le impostazioni relative allo stato della connessione, alla modifica delle credenziali di accesso e al controllo dei dispositivi connessi.

Impostazioni AVANZATE: Configurazione Internet e VPN

Passando alla Configurazione avanzata troviamo alcune tra le impostazioni più tecniche per configurare al meglio il proprio router Netgear. Molti di voi conosceranno sicuramente programmi come eMule o uTorrent, che sfruttano la tecnologia peer-to-peer per il trasferimento dei dati. Tale processo si basa sulla condivisione di pacchetti di uno stesso file completo per poter permettere agli altri di effettuare il download con velocità moderata. Per poter sfruttare appieno la propria banda è necessario attivare la porta TCP necessaria al collegamento tra il router e il software. E’ qui che entra in gioco la voce Inoltro/Attivazione delle porte. Qui sarà possibile fare un elenco di tutte porte necessarie al corretto funzionamento di tali programmi. Alcune applicazioni, come uTorrent, svolgono l’azione in maniera automatica mentre altre richiedono l’intervento manuale.
In conclusione abbiamo le impostazioni riguardanti i DNS e gli IP statici o dinamici, ricordando che l’IP statico è un servizio che bisogna attivare a parte presso il proprio provider Internet.

Infine abbiamo l’opzione per configurare un server VPN. Un server VPN è una rete privata, equivalente di una rete LAN, che permette di collegare vari dispositivi ad un’unica rete Internet. Solitamente questo servizio viene utilizzato dalle aziende per ottenere le stesse prestazioni di una ADSL domestica.

Articoli utili

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a leggere i seguenti articoli, che riguardano il miglioramento dell’ADSL tramite router Netgear:

1)Come migliorare la qualità ADSL con router Netgear utilizzando Telnet

2)Come verificare la qualità ADSL su router Netgear

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!