Le più importanti certificazioni informatiche | TechByte

Le più importanti certificazioni informatiche

Andiamo a scoprire quali sono le certificazioni informatiche più richieste ed ambite, con informazioni su come ottenerle.

Il mondo del lavoro è ricco di insidie e farsi strada tra le miriadi di offerte disponibili non è una passeggiata, ancor più trovare l’impiego più adatto alle nostre capacità. Uno degli aspetti chiave per trovare un buon lavoro è l’esperienza. Ma come possono fare coloro che magari si sono appena laureati e sono alla ricerca di un punto di partenza per poter poi raggiungere il successo nel loro settore di competenza? Sicuramente un fattore importante sono le certificazioni. Tramite una certificazione è possibile provare la propria esperienza in uno specifico campo, che può fungere da trampolino di lancio per qualcosa di più grande.

Parlando nello specifico delle professioni informatiche, avere una buona base può essere certamente d’aiuto. Data l’alta mole di richieste di specialisti informatici, analisti e programmatori, è importante possedere quanta più esperienza e conoscenza possibile per sperare di essere scelti tra tanti candidati. Per questo oggi vogliamo parlarvi delle certificazioni informatiche più conosciute e che aiuterebbero il vostro curriculum ad acquisire una più alta possibilità di lavoro. Ovviamente ogni certificazione può essere sia specifica per diversi ambiti che generale.

Cisco

Cisco è una delle più importanti certificazioni informatiche per quanto riguarda il networking. Avere almeno una di queste certificazioni vi potrà garantire una posizione lavorativa piuttosto fruttuosa e ben pagata. Esistono ben 5 livelli di certificazione Cisco:

  • Entry level: utile per trovare un primo impiego nel settore IT (profilo junior).
  • Associate level: permette di trovare posizioni come sistemista e network engineer. Attesta la capacità di saper configurare una rete di saper risolvere problemi in ambito IT.
  • Professional level: evoluzione dell’Associate level, comprova la propria esperienza come network engineer in maniera professionale, permettendo di lavorare su reti enterprise. Solitamente in questa certificazione rientrato i profili senior.
  • Expert: è il livello più alto a cui si può ambire. Garantisce l’impiego più remunerativo in ambito networking, provando una competenza a tutto tondo nel settore IT.

Per ottenere una delle 5 certificazioni informatiche Cisco, bisogna prenotare un esame computer-based sul sito di Pearson VUE. Dopo esservi registrati gratuitamente, potrete inserire la vostra prenotazione, scegliendo uno dei tantissimi test center presenti. In Italia non è possibile acquisire tale certificazione.

ECDL

In Italia è presente la ECDL, ossia una certificazione che attesta le proprie competenze digitali ed informatiche. E’ ottima per chi ha intenzione di lavorare come informatico presso uffici e aziende. E’ suddivisa in tre livelli:

  • Base: esperienza base nel web e nell’informatica.
  • Standard: certifica una competenza completa in ambito web. Si basa su 4 moduli più 3 a scelta.
  • Expert: certifica un’eccellente capacità nelle applicazioni informatiche d’ufficio, come Office. Garantisce la professionalità del candidato.

Per prendere la certificazione ECDL (Patente Europea del Computer), bisogna innanzitutto registrarsi al sito ufficiale. Successivamente sarà necessario acquistare la Skills Card, dal valore di 90€, che vi servirà per iscrivervi al programma degli esami e per prenotare eventuali test. Infine dovrete pagare 30€ per ogni esame sostenuto nella sede in cui andrete a svolgere il test, anche nel caso di esito negativo. Troverete tutte le informazioni nel sito ufficiale, anche per quanto riguarda un eventuale rinnovo.

PEKIT

PEKIT è una certificazione informatica sostenuta dalla Fondazione Onlus. Si occupa di comprovare le esperienze in ambito informatico dei vari candidati. Riconosciuta dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), offre svariati livelli a seconda delle competenze che si vogliono acquisire:

  • For school: certificazione per avvicinare i giovani all’informatica.
  • Expert: percorso di formazione in 4 fasi, che attesta un’ottima conoscenza del PC.
  • Advanced: aggiunta di altri esami integrativi a quelli già svolti per la certificazione Expert.
  • Web Creation: attesta la capacità di saper utilizzare i CMS (WordPress, Joomla ecc.) per creare contenuti sul web e di saper ottimizzare tali contenuti per i motori di ricerca (SEO)
  • CADS: attesta l’utilizzo di software per la creazione di oggetti 2D/3D.
  • LiberCloud: certifica la conoscenza della piattaforma LiberCloud, per l’archiviazione di file online ed offline.
  • Digital Lessons: dedicata esclusivamente a docenti e professori, attesta le capacità di poter svolgere lezioni online, anche attraverso l’utilizzo di piattaforme esterne, come i social network.

Per istruzioni su come prenotare l’esame ed ottenere la certificazione presso i Pekit Center, potete consultare il sito ufficiale. Come specificato anche sul sito, una delle caratteristiche peculiari di questa certificazione è il fatto che sia permanente. Ciò significa che non sarà necessario rinnovare la certificazione dopo tot anni ma verrete aggiornati automaticamente sui nuovi sviluppi in campo informatico e tecnologico, con apprendimento continuo e costante.

Microsoft Office Specialist

Microsoft Office Specialist è, come suggerisce anche il nome, una certificazione che attesta la competenze riguardo l’utilizzo della suite Microsoft Office. Si divide in 3 livelli:

  • Specialist: per ottenere tale certificazione, bisogna dimostrare le proprie competenze su almeno una delle applicazioni della suite Office (Word, Excel, Outlook e così via).
  • Expert: richiede il superamento del relativo esame Expert su Word o Excel. Al termine dell’esame si riceverà la certificazione Expert per quella specifica applicazione.
  • Master: è un mix tra la certificazione Expert e Specialist. Bisogna superare due esami Expert (Word ed Excel) e due esami Specialist (PowerPoint, Oulook e Access). Ottenuta la certificazione Master si entrerà nella lista dei professionisti Microsoft certificati (MCP).

Per ulteriori dettagli sugli esami da sostenere e su tutte le altre certificazioni Microsoft disponibili, vi invitiamo a consultare la pagina relativa alle certificazioni informatiche di Microsoft.

VMware

VMware è un software utilizzato per la virtualizzazione. Abbiamo imparato a conoscerlo quando abbiamo parlato di come creare un’ambiente virtuale per l’hacking. Forse molti di voi non sanno che VMware offre agli utenti la possibilità di poter ottenere una certificazione proprio in questo ambito. Tale certificazione, però, è unicamente ristretta al campo della virtualizzazione e del cloud computing. Per cui se avete intenzione di puntare su altro, evitate di perdere tempo. VMware offre vari livelli di certificazione, a cui corrispondono dei corsi di formazione realizzati proprio da loro:

  • Associate: dedicata alle persone in cerca di una prima occupazione e che vogliono avvicinarsi al mondo della virtualizzazione.
  • Professional: dedicata a chi ha già un’esperienza comprovata di almeno 6 mesi con le applicazioni VMware.
  • Advanced Professional: dedicata ai professionisti che mostrano di avere conoscenze ben approfondite dell’infrastruttura VMware.
  • Expert: rispetto alle due precedenti, prevede un esame orale di fronte ad esperti del settore, al fine di testare le conoscenze del candidato.
  • Engineer: rivolta a chi possiede competenze professionali, dedito al problem solving e alla possibilità di realizzare infrastrutture di virtualizzazione efficienti.
  • Administrator: si occupa di ottimizzare al meglio le infrastrutture.
  • Architect: si occupa di progettazione strategica e di implementazione del sistema informativo interno e del software in rete che garantiscono il corretto funzionamento dei principali processi IT aziendali.
  • Developer: sviluppa il codice che dovrà poi eseguire tutte le istruzioni necessarie per il corretto funzionamento dell’infrastruttura.

Per ulteriori dettagli, visitare la pagina ufficiale di VMware.

EC-Council – Certified Ethical Hacker

Se siete appassionati di sicurezza informatica e volete sviluppare delle competenze in questo ambito, allora la certificazione di EC-Council è quella che fa al caso vostro.

Il test per ottenere la certificazione si compone di 125 domande a risposta multipla, della durata di 4 ore. Una volta superato questo esame si otterrà la certificazione che proverà che siete in grado non solo di rilevare eventuali vulnerabilità sulla sicurezza ma anche di poter risolvere tali problemi, attraverso lo sviluppo di reti ben protette, supportate da un codice robusto e riutilizzabile.

Prima di conseguire questa certificazione, è importante aver preso la certificazione Practical, che consiste in un esame di 6 ore al fine di verificare le vostre competenze riguardo l’analisi di sistemi operativi, web app hacking o ricerca di vulnerabilità.

L’ultimo passo è il Master LPT, che permetterà di differenziarvi dai novizi del mestiere. Questa certificazione è dedicata a tutti coloro che hanno un’elevata competenza di penetration testing e che vogliono provare la propria esperienza nel campo. Avere questa certificazione vi offrirà sicuramente offerte di lavoro proficue e altamente retribuite.

Il lavoro di Ethical Hacking consiste nell’individuare vulnerabilità e falle nei sistemi di sicurezza. Le certificazioni informatiche di EC-Council sono sicuramente il miglior traguardo che un esperto di sicurezza dovrebbe raggiungere.

In questo articolo abbiamo raccolto quelle che sono le certificazioni informatiche più importanti e largamente riconosciute a livello europeo e mondiale. Se avete pianificato il vostro futuro lavorativo in ambito informatico, vi consigliamo di dare un’occhiata ad una di queste.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.