Come scegliere uno smartphone

Lo smartphone è uno strumento che ormai possiede chiunque, grazie alle miriadi di funzioni che è possibile eseguire con un semplice tocco del display. Basta sbloccare il telefono per avere accesso ai propri servizi email (Gmail, Outlook), messaggistica istantanea (WhatsApp, Facebook, SnapChat) o qualsiasi altra applicazione che si utilizza tutti i giorni. Ma vediamo insieme quali sono i parametri fondamentali per scegliere uno smartphone.

Dimensione display

Partiamo dal primo elemento che salta subito all’occhio, ovvero il display. Negli ultimi anni lo standard per i modelli top di gamma è aumentato a 5″ come dimensione minima. Non mancano, però, i classici entry level che si arrestano ai 4″-4.5″. Chi preferisce l’uso ad una mano, opterà per telefoni meno ingombranti. La scelta della dimensione dello schermo dipende soprattutto dall’utilizzo che vorrete fare dello smartphone. Se avete la febbre da multitasking e preferite gestire più di un’applicazione a schermo, vi consigliamo modelli oltre i 5″, come un Galaxy Note 3. In caso contrario, qualsiasi modello entro i 4″ può essere l’ideale, soprattutto per non spendere troppo.

Risoluzione e densità PPI

Spesso questi due termini vengono resi sinonimi dalla gente comune. In realtà hanno due significati completamente diversi. Mentre la risoluzione indica essenzialmente la grandezza dell’immagine, la densità, misurata in PPI (Pixel Per Inch), indica il numero di pixel presente in ogni pollice dello schermo. E’ chiaro che più pixel ci sono e più definita sarà l’immagine finale. Dunque non bisogna tenere d’occhio solamente i valori della risoluzione, come 720p o 1080p, ma anche il numero della densità dei pixel. Questo perchè uno schermo FullHD con un dato valore di PPI può risultare meno nitido rispetto ad un display HD con una densità maggiore.

Memoria RAM

La memoria RAM, come già descritta anche nel funzionamento di un computer, è la memoria che conserva le informazioni relative alle applicazioni in uso. Dato che gli smartphone possiedono una potenza di calcolo decisamente inferiore rispetto ad un PC, è necessario avere abbastanza RAM da non compromettere la stabilità del sistema operativo. Ci sono casi, infatti, in cui sono stati sviluppati modelli che differivano dal precedente per il quantitativo di RAM, a causa di incompatibilità tra le applicazioni, come il Samsung Galaxy S3 Neo. Per cui se siete assidui utilizzatori di app è consigliato acquistare uno smartphone con parecchia RAM.

Processore

Anche il processore gioca un ruolo fondamentale sugli smartphone. Insieme alla RAM, permettono al sistema di essere reattivo agli input, garantendo una navigazione fluida e non troppo fastidiosa al tocco. Con l’avanzare delle nuove tecnologie, gli smartphone stanno assomigliando a dei mini PC, in grado di svolgere qualunque cosa a velocità fulminee.

Funzionalità

L’evoluzione degli smartphone si fa via via sempre più dirompente. Stanno diventando sempre più indispensabili, grazie alla possibilità di poter far praticamente tutto tramite il display del proprio telefono. C’è chi, però, preferisce ancora le sole classiche opzioni, senza andare ad acquistare un modello ricco di funzionalità che resterebbero inutilizzate. In questo caso è necessario puntare gli occhi su smartphone entry level, con una fascia di prezzo tra i 150€ e i 300€.

Materiali

Potrà sembrare un fattore secondario, ma il materiale di costruzione della scocca e della parte frontale di uno smartphone danno l’idea di quanto sia maneggevole e stabile sulla mano. La plastica, ad esempio, dona l’idea di leggerezza ma, allo stesso tempo, di una maggior fragilità rispetto al metallo, che riducendo il guadagno di peso acquista in robustezza.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!