Configurazione PC da 500 euro per il gaming e l’ufficio

Configurazione PC da 500 euro per il gaming e l'ufficio

La configurazione PC da 500 euro che vi proporremo oggi è il giusto compromesso tra chi vuole iniziare con il gaming ma che desidera comunque un PC non troppo costoso.

Avere un buon PC non significa necessariamente avere un PC esageratamente costoso. E’ vero che ultimamente il costo di alcune componenti tende al rialzo, costringendo gli utenti ad una spesa maggiore, però è anche vero che sono disponibili sul mercato nuovi modelli di processori e schede video che permettono di assemblare, a poco prezzo, un PC non al top ma che garantisce prestazioni piuttosto appetibili. Vediamo dunque cosa acquistare per una configurazione PC da 500 euro.

Case


Come case abbiamo scelto un modello che apprezziamo particolarmente, non solo per il costo ma anche per il design non troppo tamarro ma comunque carino, ovvero il Corsair Spec-01.
Sulla parte frontale trovano spazio i vari collegamenti USB e jack per cuffie/microfono mentre in basso si trova la ventola da 120mm che permette un raffreddamento intelligente dell’intero PC. In alto è poi possibile aggiungere ulteriori ventole per migliorare la temperatura generale.
Il case è mid tower, per cui supporta il 90% delle schede video in commercio. Il pannello laterale può essere sia opaco che trasparente, per chi si vuole dilettare nel modding e vuole mettere in mostra la propria creazione.

Un case tutto sommato ottimo, che per un prezzo di circa 50€ offre tutto ciò di cui sia ha bisogno per una configurazione PC classica.

Scheda video


L’unica scheda video in grado di contenere al massimo il budget previsto per questa configurazione e che abbia una potenbza discreta è la GTX 1050.

Il modello di Gigabyte che abbiamo selezionato è dotato di 2GB GDDR5 e una frequenza base overclockata a 1518mHz, contro i 1455mHz della versione Founders.
E’ possibile giocare in FullHD anche a dettagli medio-bassi, dipendentemente sia dal tipo di gioco, dall’ottimizzazione dello stesso e dalle impostazioni grafiche selezionate. Ovviamente non ci si può aspettare una qualità eccelsa, però in svariati casi il risultato finale è più che buono, superando abbondantemente i 60FPS.

Per chi preferisce una GPU AMD può acquistare la RX 560, upgrade delle RX 400 che con un prezzo leggermente più elevato offre ben 4GB GDDR5 e una frequenza di clock di 1196mHz. Le prestazioni sono simili alla controparte Nvidia, per cui la scelta è dettata più che altro dalle dimensioni. Infatti la RX 560 è dotata di una sola ventola, riducendo sensibilmente lo spazio necessario per il montaggio, mentre la GTX 1050 offre una doppia ventola per il raffreddamento della CPU.

Processore


Sfortunatamente non ci è stato possibile inserire una CPU Intel Coffee Lake per questa configurazione, dato il prezzo troppo alto delle schede madri che supportano questi modelli. Per questo abbiamo scelto solamente un processore Ryzen 1300X, che comunque si è dimostrano un ottimo investimento.

Abbiamo 4 Core/4 Threads che operano ad una frequenza minima di 3.5Ghz e una frequenza massima di 3.7Ghz. A livello di prestazioni siamo vicini all’Intel i3-8100, anche se quest’ultimo offre una scheda grafica integrata e il support ad Optane per migliorare la velocità degli hard disk meccanici.
Il Ryzen 1300X però ha dalla sua il fatto di avere il moltiplicatore sbloccato di default, cosa che Intel riserva solo per i processori K, e quindi è possibile migliorare notevolmente le prestazioni del processore, potendo raggiungere anche il diretto concorrente.

Scheda madre


Come già spiegato prima, abbiamo dovuto necessariamente inserire una CPU Ryzen 3 per poter rientrare nella spesa prevista. Per questo abbiamo scelto una scheda madre che supporti i processori Ryzen e il relativo socket AM4.

L’Asus Prime A320-M è il modello che più si adatta alle nostre esigenze. Supporta nativamente gli SSD M.2 ed è dotata della tecnologia 5X Protection III, per una miglior costruzione e resistenza dei circuiti interni. Supporta le RAM DDR4 fino a 3200mHz ed offre 1 porta HDMI, 6 porte USB (di cui 4 USB 3.0 e 2 USB 2.0), una porta LAN e le classiche porte SATA.
Non possiede caratteristiche particolari, ma in fondo è perfetta per una configurazione PC da 500 euro, dedicata sia al gaming che alle applicazioni da ufficio.

RAM


Il prezzo delle memorie RAM è decisamente aumentato. DI questi tempi creare una configurazione PC risulta particolarmente ostico poichè oltre alle RAM sono coinvolti anche processori e schede video. Dunque se prima con 500 euro era possibile fare una configurazione buona, adesso con la stessa cifra bisogna rinunciare a qualcosina per rientrare nel budget previsto.

In questo caso però siamo riusciti ad inserire le Ballistix da 8GB DDR4 a 2400mHz. Un unico banco di RAM che è la misura ottimale sia per quanto riguarda il gaming che per le applicazioni, anche quelle più esose di risorse.

Alimentatore


Nella nostra guida all’acquisto dell’alimentatore abbiamo parlato dei vari fattori da considerare durante la scelta. Tra questi c’è anche la certificazione 80Plus. Nella stragrande maggioranza dei casi l’utente va a vedere immediatamente questo parametro quando si acquista un alimentatore, senza considerare minimamente gli aspetti tecnici. Vogliamo però dirvi che non sempre la certificazione 80Plus è sinonimo di affidabilità o di efficienza. Anzi, molte volte alcuni modelli che ne sono sprovvisti riescono a rendere meglio di altri che invece ne sono stati dotati. Proprio per questo vi proponiamo il Thermaltake da 530W.

Si tratta di un alimentatore modulare da 530W senza certificazione 80Plus, ma che permette di raggiungere un picco di potenza fino a 630W. Per quanto non abbia nessuna garanzia di efficienza o un qualche bollino, risulta comunque un ottimo alimentatore. Inoltre, è uno dei pochissimi modelli modulari a meno di 60€.
Nel caso in futuro vogliate aggiornare la vostra configurazione e prendere un alimentatore più potente, potete consultare la nostra lista dei migliori alimentatori da 650W.

Hard disk


Per quanto riguarda l’archiviazione dei dati abbiamo preferito stavolta un Seagate da 1TB. Non tanto per le prestazioni, ma quanto essenzialmente per un prezzo leggermente inferiore al WD Blue, sempre da 1TB.

Con una cache di 64MB e una velocità di rotazione di 7200RPM, il trasferimento dei vostri dati sarà veramente veloce. Se in futuro volete incrementare ulteriormente la velocità di trasferimento pari a quella di un SSD, senza rinunciare all’enorme spazio di archiviazione, potete montare Intel Optane, ad un prezzo veramente ottimo.
Era praticamente impossibile inserire anche un SSD in questa configurazione PC da 500 euro poichè saremmo andati a ad aggiungere budget superfluo che poteva essere risparmiato per altro.

Per chi non fosse soddisfatto di questa configurazione PC da 500 euro e vuole qualcosa di meglio, può consultare anche tutte le altre configurazioni PC che abbiamo assemblato nei mesi precedenti. Sono tutt’ora valide e reperibili ad un prezzo decisamente più basso.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!