RetroConsole: Nintendo Game and Watch

Oggi andremo a parlare di Nintendo Game and Watch, una tra le prime console di videogiochi della casa nipponica.

Cenni storici

Confezione del Nintendo Game and Watch

Nel 1980 Nintendo rilascia al pubblico la primissima versione del Nintendo Game and Watch, una console che al suo interno conteneva un singolo titolo. Non era una vera e propria console come lo poteva essere il GameBoy Pocket o il NeoGeo Pocket. Infatti non supportava alcun tipo di cartuccia ma vennero prodotte differenti versioni che contenevano titoli differenti. Fino al 1991 il Nintendo Game and Watch fu prodotto in 9 differenti varianti, alcune delle quali dotate anche di un doppio schermo, molto simile al Nintendo DS. I titoli più diffusi per questa console sono ormai delle icone storiche per l’azienda, come Super Mario Bros., Donkey Kong o Zelda. Alcuni erano adattamenti di titoli per il NES mentre altri furono realizzati appositamente per il Nintendo Game and Watch.

Oltre che come console, il dispositivo poteva funzionare come sveglia e orologio, da qui il nome.

Purtroppo il Nintendo Game and Watch non fu molto conosciuto al di fuori della terra del Sol Levante, dove ebbe un successo davvero inaspettato. In Italia furono imitati dalla Tiger Electronics, ma non ebbero ovviamente lo stesso seguito. Si trattava comunque di un’anticipazione a quelle che furono le console Nintendo che tutti noi abbiamo imparato ad amare.

Caratteristiche

Nintendo Game and Watch

Nell’articolo di oggi andremo a parlare della prima versione del Nintendo Game and Watch, ovvero la Silver. Il primo titolo sviluppato fu Ball, un gioco dove bisogna muovere le braccia del personaggio a destra e a sinistra per poter far rimbalzare delle palle affinché non cadano a terra. Il personaggio presente nel gioco, soprannominato Mr. Game and Watch, diventerà un’icona per questo genere di piattaforma, tant’è che apparirà in seguito nella nota saga di Super Smash Bros. come personaggio giocabile.

Ai lati sono presenti i due pulsanti direzionali mentre al centro sono allocati due tasti per cambiare la tipologia di gioco e uno dedicato all’impostazione dell’ora e della sveglia. Poi troviamo il display LCD, leggermente più piccolo di quello del GameBoy.

Le dimensioni sono veramente piccole, quasi al pari di una piccola calcolatrice. D’altronde è completamente assente il vano delle cartucce, per cui è plausibile che la grandezza della console sia così contenuta. La scocca esterna è completamente in plastica, che però non da l’idea di materiale poco economico o comunque poco resistente.

Diciamo che il Nintendo Game and Watch, più che una normale console, era un oggetto da collezione per tutti gli appassionati, che cercavano in tutti i modi di accaparrarsi ogni singola versione. Ad oggi è possibile reperire i vari Game and Watch ad un prezzo non troppo esagerato sui vari siti di annunci come Ebay.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!