PlayStation 5 è ufficiale: ecco le specifiche tecniche

PlayStation 5 (PS5) è ufficiale. Durante un evento online svoltosi oggi alle 17:00, Mark Cerny, Lead System Architect di PS5, ha svelato tutti i dettagli sulla nuova architettura della prossima console.

In ritardo rispetto a Microsoft, che ha già svelato tutti i dettagli su Xbox Series X e il nuovo controller, ecco che arriva la risposta di Sony con PlayStation 5. Sin da quando Mark Cerny aveva svelato le prime informazioni su PS5 non si era più saputo nulla della prossima console di Sony, se non qualche rumor alimentato da diverse voci di corridoio. Fino ad oggi ecco quello che sapevamo su PlayStation 5:

  • Processore AMD Zen 2 da 8C/16T
  • GPU Radeon con tecnologia RDNA
  • SSD custom
  • Retrocompatibilità con i titoli PS4

Informazioni piuttosto superficiali, che Mark Cerny non ha voluto approfondire durante l’intervista a Wired UK.

Oggi però siamo qui a darvi finalmente tutte le informazioni necessarie sull’architettura di PlayStation 5 e delle componenti nel dettaglio che daranno prova della potenza della console. L’evento online dura ben 52 minuti, dove probabilmente scopriremo tutti i dettagli di PS5. Potete seguire la diretta, o anche il video in differita, utilizzando il link in basso.

PlayStation 5: caratteristiche hardware e funzionalità

Mark Cerny inizia la presentazione parlando delle generazioni precedenti e dei diversi tempi di sviluppo dei titoli durante le diverse generazioni di PlayStation. PlayStation 3 è stata sicuramente una delle console più complesse da sviluppare, tant’è che Mark Cerny ha deciso di seguire i consigli di sviluppatori e giocatori per ottenere una console che possa essere più flessibile per chi sviluppa ed efficiente per chi la utilizza.

Il primo argomento riguarda il caricamento delle risorse. Con l’HDD di PS4 abbiamo una velocità di lettura tra i 50MB/s e 100MB/s, a seconda della risorsa da renderizzare, con tempi di risposta intorno ai 20ms. PlayStation 5, come già sappiamo, sfrutterà un SSD custom da 825GB che garantirà una larghezza di banda di 5.5GB/s con tempi di risposta istantanei. L’uso di un SSD permetterà agli sviluppatori di creare ambientazioni più ricche, variegate e tecnicamente più dettagliate, con caricamenti sempre più bassi rispetto alla scorsa generazione. PlayStation 5 includerà anche 16GB di RAM GDDR6 con larghezza di banda di 448GB/s, per una migliore gestione delle texture più complesse. PS5 sarà ottimizzata anche per lo streaming, con prestazioni che dovrebbero garantire un’ottima fluidità.

Mark Cerny si lascia poi andare ad una descrizione molto dettagliata e tecnica di come la nuova memoria gestirà le varie risorse, spiegando come si andranno ad eliminare i cosiddetti “colli di bottiglia” che si potrebbero generare da una limitazione tecnologica.

PlayStation 5 è ufficiale: ecco le specifiche tecniche 1

Come Xbox Series X, anche PlayStation 5 avrà un processore octa-core AMD con architettura Zen 2 e frequenza di 3.5GHz. Una differenza sostanziale invece la fa la GPU, la cui potenza arriva a “solo” 10.28 TFLOPs,con 36 CUs a 2.23GHz, contro i 12TFLOPs della concorrente di Microsoft. Confermato il supporto al ray tracing con la tecnologia RDNA 2, che garantirà quindi una qualità nell’illuminazione superba. Questa feature sarà il fulcro centrale della nuova generazione poiché permetterà di raggiungere risultati, dal punto di vista grafico, finora mai visti.

Per quanto riguarda la retrocompatibilità, Mark Cerny conferma quanto detto tempo fa, ossia che PlayStation 5 permetterà di giocare la quasi totalità della libreria di PS4 e PS4 Pro, sia a livello digitale che fisico, con la possibilità di poter sfruttare una versione migliorata dei titoli, un po’ come avviene con i titoli Xbox 360 su Xbox One. Purtroppo su questo fronte Xbox è nettamente in vantaggio, dato che tramite l’Xbox Game Pass è possibile estendere la compatibilità anche a tutte le console precedenti ad Xbox Series X, inclusa la primissima Xbox.

E’ stata una conferenza piuttosto tecnica, dove comunque i dettagli hardware annunciati sono molto simili a quanto già visto con Xbox Series X. Ci aspettavamo sicuramente di vedere il design della console, dato che di Xbox sappiamo praticamente tutto ormai.

Potrebbero interessarti anche...