amazon gaming week 2020

Oppo Ace2 ufficiale: caratteristiche tecniche e prezzi

Oppo Ace2 è ufficiale. A presentarlo è stata la stessa azienda, che propone un nuovo top di gamma che si affiancherà al Reno3.

Oppo è un marchio cinese che negli ultimi tempi è riuscita a passare al centro dell’attenzione, grazie a smartphone dalle indubbie qualità e hardware sempre più al passo con i tempo. L’ultimo arrivato è l’Oppo Ace2, evoluzione del primo modello del 2019, che si presenta essenzialmente come un top di gamma ma ad un prezzo decisamente inferiore. Vediamone i dettagli.

Oppo Ace2 è equipaggiato con un processore Snapdragon 865, quindi un octa-core con frequenza massima di 2.85GHz, coadiuvato da 8/12 GB di RAM LPDDR5 e 128/256 GB di memoria interna UFS 3.0. Il software è gestito da Android 10 con ColorOS 7.1. Sul fronte è stato inserito un ampio display OLED da 6.55″ con risoluzione 2.400 x 1.080 pixel e refresh rate a 90Hz.

Oppo Ace2

Riguardo il comparto fotografico, frontalmente abbiamo un sensore da 16MP con f/2.4 posto dietro un foro nell’angolo in alto a sinistra. Sul lato posteriore alloggiano quattro fotocamere: sensore principale da 48MP (f/1.7), grandangolare da 8MP (f/2.2), sensore di profondità da 2MP (f/2.4) e sensore per le macro da 2MP (f/2.4).

La batteria da 4000mAh supporta la ricarica rapida a 65W e quella wireless AirVOOC da 40W tramite apposita base, affermandosi come primo dispositivo al mondo ad avere questa feature. Per mantenere le temperature sempre sotto controllo, Oppo ha studiato un sistema di raffreddamento a base di fibra di carbonio, che garantisce la migliore dissipazione del calore.

OPPO Ace2 sarà disponibile in Cina nelle colorazioni Moon Rock e Fantasy Purple ai seguenti prezzi:

  • 8GB + 128GB a 3,999 Yuan (circa 520 euro)
  • 8GB + 256GB a 4,399 Yuan (circa 570 euro)
  • 12GB + 256GB a 4,599 Yuan (circa 599 euro)

Purtroppo ancora non si hanno notizie riguardo una possibile commercializzazione nostrana. Ciò che è sicuro è che probabilmente lo smartphone non includerà i diversi servizi Google, come è successo anche per il Huawei P40.

Potrebbero interessarti anche...