amazon gaming week 2020

Unreal Engine 5 ufficiale: mostrata una tech demo del nuovo motore grafico

Durante il Summer Game Fest di oggi, Epic Games ha ufficialmente annunciato l’Unreal Engine 5, la nuova versione del motore di gioco che ha permesso la realizzazione di migliaia di titoli tripla A e non solo.

Ora è ufficiale. Unreal Engine 5 è stato finalmente mostrato durante l’evento Summer Game Fest, che a detta di molti dovrebbe sostituire l’E3 2020, annullato a causa del coronavirus. Il motore grafico realizzato da Epic Games introduce notevoli miglioramenti che aumenteranno la qualità grafica nei giochi next-gen, quindi su PlayStation 5, Xbox Series X e PC.

Le immagini mostrate fanno riferimento ad una tech demo realizzata sfruttando il devkit di PS5. Tra le feature presentate troviamo Nanite, la tecnologia di Virtualized Geometry, che aumenta notevolmente il numero di poligoni che vengono renderizzati a schermo, sfruttando la fotogrammetria in 8K per creare degli ambienti di gioco vicini al fotorealismo. Secondo quanto detto da Epic Games, l’Unreal Engine 5 permetterà di renderizzare in tempo reale miliardi di poligoni. L’azienda si è concentrata inoltre sullo sfruttare a pieno l’illuminazione dinamica e in tempo reale, grazie anche alla tecnologia RDNA per il ray tracing, con l’introduzione di Lumen che permette un’illuminazione completa degli ambienti di gioco. Dunque tramite questa tecnologia ogni superficie sarà illuminata dalla luce ambientale, donando realismo alle scene. Vediamo all’opera questo aspetto nella tech demo, che potete vedere di seguito:

Come potete vedere, la protagonista della demo si ritrova inizialmente all’interno di una grotta, la cui unica fonte luminosa è data dalla luce del sole che penetra da una zona aperta. E’ incredibile come anche le aree non colpite direttamente dalla luce ottengano una propria visivilità, grazie proprio alla rifrazione delle fonti d’illuminazione definite dalla tecnologia ray tracing. La qualità visiva è davvero superba, segno che questo motore grafico permetterà alle console next-gen di proporre una qualità visiva senza precedenti. Ovviamente ricordiamo che, trattandosi di una tech demo, non è detto che questa stessa qualità la si ritroverà poi riproposta nei futuri titoli, in quanto dipenderà molto dagli sviluppatori e da come riusciranno a sfruttare l’Unreal Engine 5, ottimizzando le varie tecnologie per diversi generi di giochi.

Con l’Unreal Engine 5 viene introdotta anche Niagara, che ottimizza l’interazione dell’ambiente con il giocatore e dell’intercomunicazione tra gli effetti particellari. Un esempio è dato da uno stormo di uccelli che si intravede durante la tech demo oppure un gruppo di scarafaggi che interagisce in base al movimento della luce data da una torcia. Per concludere abbiamo il Convolution Reverb, che migliora il riverbero dei suoni e restituisce un risultato molto vicino alla realtà. Nella tech demo è possibile sentire infatti l’eco delle rocce che cadono oppure delle onde sonore date dai passi nell’acqua che si rifrangono sulle pareti.

Unreal Engine 5 sarà disponibile nel 2021 e farà da apripista definitivo alla prossima generazione di console e PC.

Potrebbero interessarti anche...