Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard

Sony è pronta ad un cambiamento radicale nel mercato degli smartphone. Con il suo Xperia 1 dal display 4K getta le basi per nuovi standard qualitativi.

Quando abbiamo ricevuto in prova il Sony Xperia 1, precedessore dell’attuale Xperia 5, ci saremmo aspettati il solito prodotto in stile Xperia, senza alcuna novità particolare. Ci siamo dovuti ricredere. Infatti il Sony Xperia 1 riesce a gettare le fondamenta per nuovi standard qualitativi che ogni top di gamma dovrebbe seguire da oggi in poi. Nella nostra recensione approfondiremo questo e tanti altri aspetti di questo smartphone.

SPECIFICHE TECNICHE

  • Display: 6.5″ OLED (643ppi) e una risoluzione di 3840×1644 pixel con Gorilla Glass 6
  • Sistema operativo: Android 9
  • Processore: Snapdragon 855
  • GPU: Adreno 640
  • RAM: 6GB
  • Memoria: 128GB espandibile fino a 512GB
  • Fotocamera posteriore: 12MP + 12MP + 12MP con stabilizzazione ottica, Flash LED, Autofocus e HDR, video in 4K@30FPS e Slow-Motion a 960FPS
  • Fotocamera frontale: 8MP con Smile Detection e Face Detection, video in FullHD@30FPS
  • Connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, GPS, NFC
  • Sensori: impronta digitale, prossimità, accelerometro, giroscopio, riduzione del rumore
  • Batteria: 3300mAh
  • Dimensioni e peso: 167 x 72 x 8.2 mm, 180 grammi

Design rivisto ma poco innovativo

  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 1
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 2
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 3
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 4
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 5
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 6
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 7

Il Sony Xperia 1 si presenta con un design piuttosto standard per gli smartphone di Sony, con linee più morbide rispetto alla gamma Xperia XZ. La scocca è realizzata interamente in vetro con finiture in alluminio. Esteticamente è molto elegante e il grip è molto solido, garantendo un’ottima presa sulle mani. Purtroppo scordatevi di utilizzarlo con una sola mano, per via dello schermo in 21:9, che rende il design parecchio allungato. Inoltre lo schermo non è completamente borderless, dato che nella parte superiore è presente una cornice più spessa che ospita la fotocamera frontale.

Il lato sinistro è stato completamente privato di qualsiasi pulsante funzione, che alloggiano quasi tutti nella parte destra del dispositivo. Troviamo infatti il bilanciere del volume, il sensore di impronte digitali, il tasto di accensione/spegnimento ed infine il pulsante rapido per accedere alla fotocamera. L’alloggio per la SIM/MicroSD è stato posizionato in alto. In basso invece troviamo uno spekaer mono e il microfono.

Un display eccezionale

Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 8

L’aspetto chiave su cui bisogna soffermarsi è il display. Il Sony Xperia 1 è il primo smartphone al mondo a montare uno schermo OLED in 4K, in questo caso da 6.5 pollici. Sony ha confermato che la tecnologia che sta alla base di questo display è la stessa che viene impiegata nella realizzazione del televisori BRAVIA, per cui a beneficiarne è anche la resistenza agli urti. La protezione Gorilla Glass 6 garantisce un buon indice di affidabilità.

Oltre alla risoluzione stessa del display, ciò che più ci ha colpito è senz’altro la densità di pixel, che si aggira sui 643ppi. Un valore mai visto prima su uno smartphone e che rende quindi l’esperienza visiva davvero unica. I colori sono brillanti e i contrasti sono molto naturali. Questa caratteristica offre quindi la possibilità di poter godere a pieno di contenuti multimediali come film e Serie TV con tutta la qualità del 4K anche su smartphone. Anche la luminosità è ottima, con una buona visibilità sotto la luce piena del sole. Sony ha messo comunque a disposizione un paio di impostazioni che possono aiutare a migliorare ulteriormente la resa dei colori, ossia Modalità d’immagine e Bilanciamento del bianco. La prima permette semplicemente di scegliere se ottenere o meno una miglior resa del 4K, ideale per coloro che vogliono un effetto più professionale all’immagine, mentre la seconda offre la possibilità di regolare la resa del bianco, da un tono più caldo ad uno più freddo e naturale.

Dato il rapporto 21:9, Sony ha deciso di introdurre una funzionalità decisamente interessante, ossia il 21:9 A più finestre. Si tratta di un opzione che vi permetterà di tenere aperte due applicazioni contemporaneamente, scegliendo poi di chiuderne una con un semplice swipe verso l’alto o verso il basso. Data la grandezza dello schermo, abbiamo veramente apprezzato questa funzionalità, che offre un multitasking interessante. Sarete quindi in grado di controllare le email mentre guardate la galleria oppure consultare il browser mentre visionate un filmato su YouTube.

Un top di gamma a tutti gli effetti

Proseguiamo nella recensione del Sony Xperia 1 parlando delle specifiche hardware. Potete guardare la scheda tecnica completa ad inizio recensione. In questo paragrafo andremo a concentrarci maggiormente sulle performance che abbiamo riscontrato nell’utilizzo del dispositivo. Il processore Snapdragon 855, accoppiato a 6GB di RAM, svolge un lavoro più che ottimo, riuscendo a supportare pienamente la qualità del display in 4K, permettendo un uso fluido e una navigazione fulminea. I giochi si caricano in maniera rapida, persino quelli più pesanti come Real Racing 3 o Need for Speed, con un tempo medio di circa 8-9 secondi. Il gameplay risulta fluido e senza alcun problema di framerate. Per migliorare ulteriormente le prestazioni si può sfruttare l’app Performance Game integrata nel sistema e che, oltre a dare priorità al gioco, offre anche l’opportunità di registrare sessioni di gameplay.

La durata è senz’altro un altro aspetto su cui bisogna soffermarsi. Nonostante lo schermo con le caratteristiche sopra descritte, la batteria da 4000mAh è in grado di fornire una durata di oltre un giorno, con un utilizzo standard che prevede, email, chiamate e messaggistica. Ovviamente nel caso si inizino ad utilizzare giochi o applicazioni più esose l’autonomia cala drasticamente, riuscendo comunque a completare una giornata stress. Ciò significa che Sony è riuscita nell’ottimizzare Android 9 affinché il display 4K non esaurisse la batteria nel minor tempo possibile. All’interno della confezione è presente un caricatore da 5V/3A che permette una ricarica rapida dello smartphone, con un 60% di batteria in meno di 40 minuti.

Essendo un top di gamma non potevano mancare tutte quelle funzionalità che spesso arricchiscono gli smartphone da una certa fascia di prezzo in poi. Abbiamo infatti un sensore di impronte digitali davvero reattivo e in grado di sbloccare il dispositivo praticamente ad ogni tentativo. Lato connettività è presente il Bluetooth 5.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/acn NFC e 4G LTE.

Foto e video

Concludiamo parlando della fotocamera. Posteriormente il Sony Xperia 1 è equipaggiato con una tripla fotocamera da 12MP mentre frontalmente è presente un singolo modulo da 8MP. Di seguito alcuni scatti eseguiti con il Sony Xperia 1:

  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 9
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 10
  • Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 11

A livello di macro non c’è nulla da dire: il risultato è eccellente. I dettagli vengono colti completamente e privi di imperfezioni visive, senza l’ausilio della modalità HDR. Andando in zone con meno luminosità non abbiamo notato un grosso calo di qualità, seppur si nota un leggero rumore di fondo. Gli scatti che si ottengono sono comunque ottimi, con colori naturali e per nulla saturati.

Per quanto riguarda la fotocamera, Sony ha introdotto, in collaborazione con CineAlta, l’applicazione Cinema Pro.

Cinema Pro

Si tratta di un software ad uso professionale e che permette di impostare diversi valori specifici che con l’app nativa di Android non è possibile, come il valore dell’ISO o la tipologia di obiettivo. Per chi studia o è esperto di fotografia troverà interessante questa alternativa mentre i neofiti avranno modo di sperimentare un nuovo modo di scattare le immagini, più pensato e dettato da parametri tecnici.

Anche la qualità video è ottima. I video in 4K sono l’ideale su questo schermo e una vera gioia per gli occhi. C’è da dire però che occupano parecchia memoria, per cui magari riservare il 4K a riprese più importanti.

Verdetto

Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 12

Il Sony Xperia 1 è un prodotto di alto livello, con un display eccellente e un comparto hardware di tutto rispetto. E’ ideale per ogni tipo di esigenza, da chi vuole utilizzarlo per lavoro, grazie alle sue ottime funzioni multitasking, a chi cerca un dispositivo ottimo per giocare e fare foto/video di alta qualità. Puoi acquistare il Sony Xperia 1 a 675€ su Amazon, prezzo attualmente più basso sul mercato. Se invece volete la sicurezza del servizio Amazon, il prezzo attuale è di 950€, acquistabile da questo link.

Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard ultima modifica: 2019-10-22T17:27:22+02:00 da Marco Nisticò
Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard
Recensione Sony Xperia 1: il display in 4K stabilisce lo standard 13

Sony è pronta ad un cambiamento radicale nel mercato degli smartphone. Con il suo Xperia 1 dal display 4K getta le basi per nuovi standard qualitativi. Qua

Editor's Rating:
8.5
Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni TechByte a questo link

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!