Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming | TechByte
Web Hosting

Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming

Grazie a Sharkoon abbiamo avuto modo di mettere le mani sul nuovo TG4 RGB, case pensato per chi decisa di costruire una build esteticamente bella ma che voglia anche lo spazio necessario per effettuare cable management.

Sharkoon negli ultimi anni si è dimostrata un brand davvero interessante, con svariati prodotti davvero validi e con un costo tutto sommato accettabile. Abbiamo avuto modo di poter testare e recensire per voi alcuni di questi accessori, come il mouse Shark Force Pro o la tastiera PureWriter, attualmente una tra le più ergonomiche che ci sia capitato di utilizzare. Sharkoon inoltre è anche produttrice di case e alimentatori, due tra le componenti più sottovalutate durante l’acquisto di un PC ma che, se acquistate in maniera poco consapevole, posso portare a spiacevoli problemi, come la mancata accensione di un PC o il problema di uno spazio troppo piccolo per ospitare le componenti della build. Oggi andremo a parlarvi dello Sharkoon TG4 RGB, case molto spazioso e con il tocco dei LED RGB che farà felici gli amanti del modding.

Design compatto ma funzionale

Esteticamente parlando, lo Sharkoon TG4 RGB si presenta con delle linee nette, che definiscono i vari bordi del case. Un look che a tanti può piacere ma che potrebbe non essere apprezzato da chi preferisce magari uno stile un po’ più morbido ed elegante. Resta comunque bello da vedere, seppur semplice ed essenziale nel suo complesso.

Sharkoon TG4 RGB Fronte

Sul lato sinistro abbiamo il pannello in vetro temperato, che permette di mettere in mostra l’intera componentistica interna, punto a favore dei modder che vogliono personalizzare il proprio PC e giustamente preferiscono giocare sugli effetti di luce e colori. Per rimuovere il vetro basterà svitare semplicemente le 4 viti poste sui quattro angoli.

Sharkoon TG4 RGB Vetro

A questo punto si può accedere all’interno del case.

Sharkoon TG4 RGB Interno

Ciò che salta subito all’occhio è che lo spazio dell’alimentatore è stato posizionato in basso, anziché in alto come in tantissimi altri case. Seppur in altri modelli tale spazio viene completamente isolato dal resto del case, è comodo avere l’alimentatore completamente aperto e a contatto con il resto dei componenti. In primo luogo perché è possibile gestire al meglio il sistema di areazione e in secondo luogo si può impostare il cable management in maniera ottimale. Possiamo inoltre dire che lo spazio a nostra disposizione è davvero tanto e ci permetterà di allocare componenti anche di grandi dimensioni, come ad esempio una GPU a tre ventole, solitamente quelle con la lunghezza maggiore. Secondo la scheda ufficiale del produttore, la lunghezza massima deve essere di 37.5cm.

L’assenza di slot fissi per l’inserimento di hard disk vari aumenta notevolmente la possibilità di gestire i cavi con più attenzione. E’ infatti presente un solo spazio per l’archiviazione da 2.5″ o 3.5″. E’ comunque possibile inserire successivamente una memoria di tipo NVMe o M.M.2 oppure degli slot estensivi per HDD/SSD.

All’interno trovano inoltre spazio ben 4 ventole da 120mm, di cui una posizionata sul retro per espellere l’aria calda e tre sulla parte frontale per immettere aria fredda.

Il lato RGB del case può essere comodamente gestito dal controller a quattro porte installabile sulla scheda madre. In questo modo si possono ottenere dei giochi di luce personalizzati.

Concludiamo l’analisi tecnica con i collegamenti.

Sharkoon TG4 RGB Collegamenti

Il case dispone di 2 porte USB 3.0 e due collegamenti jack da 3.5 per cuffie e microfono, posizionati tutti al di sopra, a fianco dei due tasti di accensione e reset. Questa scelta è dovuta al fatto di voler mettere maggiormente in risalto le ventole frontali, anch’esse RGB, evitando di occupare spazio inutilmente, nascondendo la bellezza visiva del LED in funzione.

Prezzo

Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming 1

Attualmente il case è disponibile sia in versione RGB a circa 63€ che in versione non-RGB in colorazione Blu, Rossa e Arancione a 14€ in meno. Ovviamente l’impatto visivo è completamente diverso e la scelta dipende molto dalle vostre esigenze. Se avete una postazione in cui il colore predominante è uno solo, è inutile andare a prendere la versione RGB ma piuttosto è più sensato puntare alla versione a singola illuminazione.

In conclusione possiamo dire che questo Sharkoon TG4 è un case veramente ottimo per coloro che vogliono ospitare una configurazione PC potente ma allo stesso tempo organizzata al meglio, con un flusso d’aria ottimizzato appositamente e un sistema di raffreddamento custom che può donare quel tocco in più.

Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming ultima modifica: 2019-03-11T15:57:05+02:00 da Marco Nisticò
Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming | TechByte
Recensione Sharkoon TG4 RGB, il case compatto per il gaming 2
Grazie a Sharkoon abbiamo avuto modo di mettere le mani sul nuovo TG4 RGB, case pensato per chi decisa di costruire una build esteticamente bella ma che vo
Editor's Rating:
8.5

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.