[E3 2018] Primo gameplay di Control, la nuova IP di Remedy

Control è la nuova IP di Remedy annunciata durante la conferenza Playstation dell’E3 2018. Dal primo trailer di annuncio sembra un titolo interessante. Oggi vi proponiamo il primo video di gameplay.

Questo E3 2018 non ha riservato tantissime nuove IP, rispetto alla totalità di giochi che sono stati mostrati durante le varie conferenze. Quelle poche che sono state mostrate però hanno suscitato l’interesse dei videogiocatori, che prontamente hanno sperato di vedere nei giorni successivi sotto forma di gameplay. Una di queste è Control, titolo d’azione sviluppato da Remedy, autrice di Alan Wake e Max Payne. Durante la conferenza è stato mostrato un breve trailer di annuncio, che potete visionare in basso:

Le brevissime immagini di gioco mostravano la protagonista intenta a difendersi utilizzando particolari abilità di telecinesi. Ciò ha alimentato l’interesse degli spettatori, che speravano in qualcosa di più.

Il primo gameplay di Control

Fortunatamente Playstation ha deciso di accontentare coloro che desideravano vedere una vera e propria sequenza di gameplay di Control. Infatti durante il secondo giorno della fiera è stata giocata in presa diretta una breve demo di 3 minuti del gioco, che trovate di seguito:

Durante i primissimi minuti di gioco, la prima cosa che colpisce subito è la distruttibilità dell’ambiente. Infatti il personaggio potrà sfruttare praticamente qualsiasi oggetto nelle vicinanze per usare i suoi poteri e scaraventare tali oggetti addosso ai nemici. Inoltre vediamo più nel dettaglio le abilità della protagonista. Tramite i suoi poteri sarà possibile creare una sorta di campo di forza che ci proteggerà dai proiettili nemici, un po’ alla Matrix se vogliamo. Inoltre le armi potranno assumere diverse forme durante la nostra avventura.

L’ambientazione è molto futuristica, con effetti di illuminazione ben fatti e level design abbastanza convincente, anche se gli spazi ci sono sembrati un po’ troppo ampi. Graficamente c’è da migliorare molto, specialmente su alcuni dettagli ambientali e le ombre. Però trattandosi di un Work in Progress c’è tutto il tempo per sopperire tali mancanze.