Le estensioni per Google Chrome da installare

Abbiamo scovato per voi le estensioni per Google Chrome che bisogna assolutamente avere sul proprio browser.

Google Chrome è un browser web veloce, reattivo ed altamente personalizzabile. Pochi giorni fa abbiamo anche dedicato un articolo relativo all’ottimizzazione di Chrome, che speriamo abbiate apprezzato.

Le estensioni per Google Chrome sono una serie di plugin più o meno utili che possono aggiungere funzionalità molto interessati al fine di migliorare l’esperienza di navigazione. C’è da dire però che installare troppe estensioni sul browser può impattare negativamente sulle prestazioni, per cui cercate di alternare gli utilizzi in base al momento. In questo articolo abbiamo scovato per voi ben 10 estensioni per Google Chrome per ogni esigenza.

Keepa

Keepa è una delle estensioni più utilizzate da chi fa acquisti su Amazon. Permette di osservare lo storico dei prezzi di tutti i prodotti Amazon, verificando se eventuali offerte siano vantaggiose o meno. L’estensione si integra perfettamente con l’interfaccia di Amazon.

Keppa, estensione per Chrome per chi usa Amazon

Appena sotto l’elenco dei prezzi vedrete apparire una schermata come quella in alto. A destra potrete attivare o meno il grafico relativo ai prezzi per venditori terzi o per l’usato. Passando con il mouse su una zona del grafico vedrete apparire il prezzo per quello specifico periodo. Uno strumento davvero utile, specialmente nei periodi di forti sconti, per capire se un’offerta sia tale o solamente un’escamotage per attirare più clienti inconsapevoli.

[adsense]

Il Camelizer

Il Camelizer è un’ottima valida alternativa a Keepa. E’ stata la prima estensione ad offrire questo genere di servizio e continua ancora oggi ad essere utilizzata da tantissimi utenti. In questo caso l’estensione si avvia direttamente dall’icona in alto a sinistra, che apparirà una volta installata. Dopo essere entrati nella pagina prodotto di Amazon e aver premuto l’icona, tutto ciò che vedrete è questo:

Il Camelizer, estensione per Chrome per monitorare i prezzi Amazon

La schermata è molto più compatta e mostra un semplice grafico dove sulle ascisse è indicato il periodo mentre sulle ordinate il prezzo. Se preferite non installare alcuna estensione, potete ottenere le stesse informazioni sul prezzo utilizzando la versione online. Basta inserire l’URL completo del prodotto nella barra di ricerca in alto e premere Invio. Alcune informazioni aggiuntive che potrete ricevere riguardano lo storico delle variazioni di prezzo per quello specifico prodotto.

Avast Online Security

Avast Online Security è un’estensione per Chrome che permette di verificare dai risultati di ricerca se un sito sia sicuro o meno, senza doverlo necessariamente aprire. Una volta installato, non dovrete fare più nulla. Sarà lo stesso plugin a mostrarvi un piccolo contrassegno accanto ai vari risultati di ricerca. Se rosso, conviene evitare di visitare quello specifico URL, se verde potete stare tranquilli e visitarlo senza rischio di virus. Può capitare che alcuni siti non siano stati ancora verificati. In questo caso non si può capire se sia sicuro o meno.

Un primo indizio può essere l’URL stesso del sito. A volte i siti poco attendibili contengono parole come “free” o “download” nel proprio nome, per invogliare gli utenti a cliccare. In questo caso è assolutamente consigliato evitare di cliccare.

Il secondo consiglio che vi diamo è usare il buon senso. Può risultare il miglior sistema di sicurezza.

LastPass

LastPass è un servizio che permette di salvare tutte le vostre password. Disponibile sia per Windows, PC e MacOS che per Google Chrome, da la possibilità di generare una master password, che vi sarà utile per accedere all’archivio di tutte le vostre credenziali di accesso. Dovrete conservarla accuratamente senza dimenticarla per nessun motivo. Ovviamente dovrete creare un account affinché le vostre password possano essere memorizzate.

E’ disponibile anche la versione Premium del servizio, che include anche 1GB di spazio di archiviazione e la possibilità di poter condividere le credenziali con amici e familiari.

Molti di voi probabilmente non riterranno sicuro l’utilizzo di servizi di questo tipo per archiviare dati sensibili. Probabilmente non avete torto. Però rimane comunque il metodo più affidabile e finora non abbiamo riscontrato problemi di alcun tipo. Al posto di ricordare decine di password, vi basta ricordare la master password per accedere a tutti gli altri dati.

[adsense]

uBlock Origin

Noi non condividiamo l’utilizzo di qualsiasi genere di AdBlocker poiché va ad eliminare una delle componenti fondamentali di guadagno di un qualsiasi sito web, ovvero la pubblicità. Anche il nostro blog si mantiene (seppur ancora in forma piccola) grazie ai banner presenti nelle pagine, inseriti in maniera tale da non essere troppo invadenti. Però c’è da dire anche che ci sono siti dove la pubblicità viene completamente abusata, rendendo l’esperienza di navigazione al limite del sopportabile. Uno dei banner probabilmente meno apprezzati è il popup, ovvero una finestra che si apre dopo un determinato click su un pulsante o anche su un’area vuota del sito e che mostra una pubblicità. Solitamente si parla di siti che contengono streaming di film e serie TV.

Esistono però delle estensioni che permettono quantomeno di attenuare il fastidio dato dalle numerose pubblicità presenti in certe pagine web. Uno di questi è uBlock Origin. Rispetto al ben più conosciuto AdBlock, uBlock Origin non solo riesce a bloccare qualsiasi forma di banner presente su una pagina, ma anche i siti che mostrano pubblicità su pagine esterne, come AdFly e simili, mostrando la seguente schermata:

Pagina di blocco di uBlock Origin

Un bel passo in avanti, considerando come queste pagine possano risultare parecchio fastidiose all’utente finale che cerca solamente di trovare il contenuto più adatto a lui.

Anti Miner

Il fenomeno del mining ha colpito non solo il mercato hardware, ma anche quello dei browser web. Negli ultimi tempi abbiamo assistito a notizie riguardanti siti web che utilizzano dei codici JavaScript per eseguire miner sfruttando la potenza di calcolo dei PC dei visitatori. Una pratica scorretta, specialmente se non viene correttamente comunicata all’utenza.

Fortunatamente ci viene in aiuto Anti Miner, una semplice estensione per Google Chrome che permette di bloccare proprio questo genere di codici. Possiamo considerarlo un AdBlock ma incentrato principalmente sui servizi di mining che vengono attivati in background appena si visita un sito. Per verificare se un sito abbia o meno questo script, basta accedere alle Gestione attività di Windows (Ctrl+Alt+Canc su Windows 7 e inferiori o Ctrl+Maiusc Sx+Esc su Windows 8 e 10) e verificare che l’utilizzo della CPU non sia al 100%. In caso affermativo, avete due opzioni: chiudere immediatamente la pagina web o direttamente il browser oppure utilizzare l’estensione Anti Miner, evitando di sforzare il processore.

TransOver

Se non siete molto pratici con l’inglese (o qualsiasi altra lingua) e volete un traduttore che vi assista in tempo reale, allora TransOver è la scelta perfetta. Questa estensione per Chrome traduce il testo che state leggendo semplicemente selezionandolo con il mouse. Il risultato finale è il seguente:

Estensione per Chrome di traduzione del testo

Dopo averlo provato con diversi testi in diverse lingue, possiamo dire come la traduzione sia davvero ben fatta. Ci ha sorpreso la velocità con la traduzione appare sullo schermo, anche dopo aver selezionato un testo molto lungo. L’estensione supporta oltre 40 lingue, per cui potrete provarla con qualunque pagina web. Purtroppo prendendo come esempio dei modi di dire, il programma non riesce ad interpretarne correttamente il significato. Però se cercate una semplice estensione che possa aiutarvi nella traduzione di un testo, allora scaricate TransOver

[adsense]

Link Redirect Trace

Questa estensione per Chrome è dedicata principalmente a chi possiede già un blog e vuole verificare che ogni pagina presente all’interno venga reindirizzata correttamente e sia indicizzata dai motori di ricerca. Link Redirect Trace esegue una verifica della pagina corrente e visualizza in uno schema alcune informazioni relative al link che stiamo visitando, come i backlink presenti, la notorietà e se la pagina è un redirect 301 da un’altro URL.

Nel nostro caso abbiamo analizzato l’homepage del nostro sito ed è effettivamente venuto fuori che si tratta di un redirect per via della transizione dal protocollo HTTP ad HTTPS. Il codice 301 identifica un corretto redirect di un link verso un altro mentre il codice 200 indica che la pagina non presenta errori di caricamento.

Frontest

Passiamo ora ad un’estensione per Chrome dedicata principalmente agli sviluppatori web e chi è solito utilizzare linguaggi come HTML o CSS.

Frontest permette di scrivere e testare codice HTML, CSS e Javascript direttamente da browser, tramite un piccolo ambiente di sviluppo che si aprirà non appena cliccheremo sull’icona dell’estensione.

E’ possibile persino impostare un URL su cui eseguire del codice di prova, magari per testare dei cambiamenti. Una volta effettuate tutte le modifiche, basterà premere Run! e in una nuova scheda si aprirà la pagina HTML che avrà la struttura dettata dal codice che avremo scritto. Uno strumento rapido molto utile per chi non vuole ricorrere a strumenti di modifica avanzati ma preferisce un collegamento istantaneo.

View Image

Alcuni di voi avranno sicuramente notato che Google ha rimosso il pulsante “Visualizza immagine” nella sezione Immagini. Ciò ha provocato non poche polemiche tra coloro che molto spesso utilizzavano questo pulsante per poter salvare in pochi secondi una determinata foto.

Fortunatamente alcuni sviluppatori si sono dati da fare ed hanno creato View Image, che altro non fa che reinserire il fatidico tasto tra le diverse opzioni di un immagine nei risultati di ricerca. In questo modo sarete in grado nuovamente di visualizzare un immagine su una nuova finestra.

Queste erano, secondo noi, le 10 migliori estensioni per Chrome che dovete installare. Quante di queste già conoscevate e quante invece avete scoperto? Fatecelo sapere nei commenti, consigliando magari altre estensioni che voi avete trovato indispensabili su Google Chrome.