BooleBox, lo strumento per crittografare e proteggere le vostre foto

BooleBox permette agli utenti di risparmiare spazio sulla memoria del proprio dispositivo, archiviando le foto in un server cloud protetto e sicuro.

Con l’avvento degli smartphone, è diventato molto più semplice scattare delle foto ed archiviarle sulla memoria del dispositivo. Prima c’erano i classici rullini delle macchine fotografiche, che bisognava sviluppare in appositi negozi per poter avere una copia fisica della foto. Oggi invece si hanno intere gallerie di foto, con la possibilità di poterle modificare a piacimento o eliminare quelle venute sfocate. Anche la memoria di archiviazione sta aumentando sempre di più. Basti pensare al più recente Galaxy S10 di Samsung, la cui versione Plus è dotata di una versione da ben 1TB di memoria. Sarebbe utile però possedere uno strumento in grado non solo di archiviare in cloud le nostre foto ma anche di poterle proteggere in maniera taleche nessuno possa accedervi. Questo è il compito di BooleBox, servizio online realizzato da un’azienda tutta italiana. Si tratta di un provider cloud in grado di proteggere i nostri dati tramite apposite chiavi, senza le quali non è possibile in alcun modo accedere a quella specifica foto.

Piani di abbonamento

BooleBox Prezzi

Elenco prezzi di BooleBox

BooleBox è un provider che funziona tramite abbonamento. Esiste anche una versione gratuita, che offre fino a 10GB di spazio di archiviazione, controllo dei file tramite apposita app e fino a 3 Personal Key per la decriptazione dei file. Se volete utilizzare questo servizio a livello amatoriale potete benissimo usufruire di un account gratuito. Ovviamente potrete poi sottoscrivere un abbonamento in un secondo tempo.

Se invece avete intenzione di sfruttare più spazio di archiviazione ed ulteriori funzionalità, allora vi invitiamo a sottoscrivere uno degli abbonamenti presenti sul sito. Il più economico è Cloud Individual, che mette a disposizione 1TB di spazio, Personal Key illimitate e backup fino a 99 versioni precedenti. Tutto al modico prezzo di 9,99€/mese.

Salendo leggermente di prezzo troviamo poi Cloud Business, che al prezzo di 11,99€ aggiunge la possibilità di criptare i contenuti di Outlook, Gmail e i propri file. Infine c’è On-premises/ibrido, che offre tutte le funzionalità già elencate ma in maniera illimitata. Gli account Cloud Business e On-premises/ibrido permettono anche di gestire le foto e i file attraverso una comoda dashboard di amministrazione, dove è possibile modificare, proteggere o eliminare determinati file.

Come funziona BooleBox

Vediamo ora nel dettaglio come funziona esattamente BooleBox. Il servizio è accessibile sia da browser su PC che tramite l’applicazione per smartphone, disponibile sia per Android che iOS. Su PC si presenta cosi:

BooleBox schermata principale

Interfaccia di BooleBox

Mentre su smartphone appare così:

BooleBox Android

Interfaccia di BooleBox su Android

A livello pratico sono perfettamente identiche, con le varie sezioni dedicate alle Personal Key, agli strumenti di condivisione e di protezione dei dati. L’unica differenza sostanziale, motivo anche per preferire la versione per smartphone, è che su mobile è possibile scattare le foto direttamente dall’applicazione, archiviandole direttamente nei server di BooleBox. Basterà infatti selezionare Upload Files>Take Photo per eseguire uno scatto e caricarlo direttamente nel vostro account. Ovviamente bisognerà prima aver dato tutti i vari consensi che solitamente vengono chiesi dopo l’installazione di una nuova applicazione su Android. Una volta che il file è presente sull’account di BooleBox, potremo gestirlo completamente dall’applicazione, scegliendo se applicare o meno una protezione tramite Personal Key o password.

Il servizio è davvero ben fatto e l’utilizzo è molto intuitivo. Noi abbiamo avuto modo di testare la versione Cloud Individual e siamo rimasti soddisfatti dalla semplicità con cui è possibile proteggere i propri dati. Inoltre BooleBox dispone di una particolare funzione che impedisce di effettuare screenshot all’interno dell’applicazione, utile se qualche malcapitato dovesse accedere all’account all’insaputa dell’utente. Anche a questo servono le Personal Key, ovvero ad evitare che chi ha accesso all’account senza permesso possa impossessarsi delle vostro foto, documenti o quant’altro.

BooleBox è una realtà completamente italiana, sviluppata in maniera intelligente e con dovizia di attenzioni per la sicurezza degli utenti.

BooleBox, lo strumento per crittografare e proteggere le vostre foto ultima modifica: 2019-02-05T15:31:11+02:00 da Marco Nisticò
Se ti è piaciuto questo articolo, sostieni TechByte a questo link

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!