Qualcomm Snapdragon 865 e 765 ufficiali: potenza per il gaming

Al Snapdragon Tech Summit, evento tenutosi alle Hawaii da Qualcomm, sono stati mostrati ufficialmente i processori Snapdraon 865 e 765.

Dopo l’avvento dello Snapdragon 855+, versione che aumentava leggermente le frequenze del modello standard e impiegato in diversi dispositivi di fascia alta, Qualcomm ha iniziato a guardare al futuro. In seguito a diversi rumor che vedevano ormai imminente l’annuncio della prossima generazione degli Snapdragon, ecco che oggi durante l’evento tenutosi alle Hawaii l’azienda ha mostrato ben due modelli, ovvero lo Snapdragon 865 e Snapdragon 765.

Snapdragon 865 e 765: pronti per il 5G

La prima novità dei nuovi processori è lo Snapdragon X55, un modem 5G non integrato nel chip che però potrà comunque garantire delle velocità di connessione senza precedenti. E’ sia SA che NSA, è multimode (5G/4G/3G/2G) e migliora in tutto le prestazioni.

Lo Snapdragon 865 migliora sensibilmente le performance del predecessore, aumentando quindi la stabilità nel gaming, offrendo un rapporto qualità-prezzo senza rivali. Il primo dispositivo a montare il nuovo chip sarà lo Xiaomi Mi 10 5G, annunciato a sorpresa proprio durante l’evento.

AGGIORNAMENTO 04/12/19 ore 20:50: Qualcomm ha diffuso i dettagli tecnici dello Snapdragon 865, confermandosi un modello dalle prestazioni migliorate rispetto al predecessore. Si tratterà infatti di un octa-core Kryo 585 con una frequenza massima di 2.84GHz. Ad affiancarlo una GPU Adreno 650 e il supporto fino a 16GB di memoria RAM LPDDR5. Si parla dunque di un incremento del 25% rispetto allo Snapdragon 855 Plus. Altra novità è il supporto a sensori fino a 200MP, che potrebbe essere il prossimo passo per gli smartphone di fascia alta. Non mancherà anche il supporto per display 4K, che sta diventando sempre più uno standard sui top di gamma, e consumi energetici sempre in linea con quelli concorrenti.

Oltre allo Snapdragon 865, Qualcomm ha presentato anche lo Snapdragon 765, evoluzione del modello 730 che farà parte dei dispositivi di fascia media ma che anch’esso concentrerà la sua potenza per il gaming su smartphone. Qualcomm ha inoltre posto l’accento sull’AI, dimostrando come l’intelligenza artificiale sia un elemento sul quale puntare non solo per il presente ma anche per un futuro molto lontano. Ricordiamo infatti che l’intelligenza artificiale permette non solo di eseguire determinati processi più velocemente ma anche di predire eventuali azioni dell’utente, migliorando quindi l’esperienza d’uso degli smartphone.

Lo Snapdragon 765 è dotato stavolta di un modem 5G Snapdragon X52 integrato, che permetterà dunque di ottimizzare lo spazio all’interno dei dispositivi, garantendo una buona dissipazione del calore. E’ capace di fornire una velocità di download di picco di 3,7 Gbps con supporto sia alle reti mmWave che sub-6GHz; SA e NSA con possibilità di carrier aggregation per migliorare le prestazioni e sfruttare tutte le bande a disposizione. Si tratta infatti di un modem cosiddetto “multimode”, capace quindi di sfruttare reti dal 5G al 2G.

Il primo dispositivo a montare lo Snapdragon 765 sarà il Redmi K30, la cui presentazione è prevista per il 10 Dicembre.

L’arrivo degli Snapdragon 865 e 765 è previsto per il 2020, in concomitanza dell’uscita dei dispositivi che li supporteranno.

Lo Xiaomi Mi 9T Pro è disponibile su Amazon a meno di 380€.

Potrebbero interessarti anche...