I prezzi delle schede video stanno migliorando | TechByte

I prezzi delle schede video stanno migliorando

Il fenomeno del mining e delle criptovalute ha generato un aumento vertiginoso dei prezzi delle schede video. A distanza di mesi, la situazione sarà migliorata?

Per gli utenti PC è stato sicuramente un periodo poco fortunato, per via dell’impennata dei prezzi delle schede video, che ha visto anche un raddoppio del valore di mercato. Acquistare un PC di fascia alta fino a poco tempo fa era praticamente impossibile. Andiamo quindi ad analizzare la situazione delle schede video più contese dai miner, per verificare se effettivamente ci sia stato un calo dei prezzi.

Nvidia

Partiamo dalla GTX 1080, una delle più richieste e delle più potenti sul mercato. Prima era possibile acquistare questa scheda video a non meno di 750€, con picchi di 900€. Ora è possibile anche comprare una di queste schede ad un prezzo minimo di circa 580€, se si scegliere il modello di Gigabyte. Ovviamente il costo varia da produttore a produttore, come la MSI a 680€ oppure la EVGA a 630€. Il prezzo è comunque nettamente migliore rispetto alla situazione riscontrata nel 2017.

Assemblare una configurazione PC con questa scheda inizia a non sembrare una cattiva idea.

Per quanto riguarda la GTX 1070 e la GTX 1070Ti, i prezzi sono ancora troppo alti per il momento ma sicuramente migliori rispetto a Novembre-Dicembre. Il mercato attuale vede le due schede oscillare tra i 536€ per la versione Gigabyte e i 564€ della Asus ROG Strix. E’ possibile anche optare per l’EVGA da 540€.

Precedentemente i prezzi si aggiravano da un minimo di 650€ fino ad un massimo di 750€ nei periodi di maggiore richiesta. Attualmente la differenza di costo tra una GTX 1070 e una 1080 è talmente piccola che conviene approfittare dell’acquisto della sorella maggiore. Per questa scheda la situazione ideale è ancora ben lontana. Bisognerebbe raggiungere un prezzo inferiore ai 500€ per risultare nuovamente una scheda dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Risulta migliore anche la situazione per la GTX 1080Ti, top di gamma di Nvidia. Nonostante non consigliamo l’acquisto di questa scheda per via di un prezzo poco conveniente rispetto alla 1080, segnaliamo che attualmente è possibile acquistare questa scheda da un minimo di 880€ per la versione MSI Armor fino ad un massimo di 1070€ per la Asus ROG Strix. I prezzi delle schede video in questione risultavano precedentemente di 1200-1250€.

In questo caso i prezzi delle schede video hanno ancora bisogno di tempo per poter scendere ulteriormente.

La situazione migliore sembra passarla la GTX 1060, che sicuramente ha subito di meno l’impatto del mining sul mercato, anche se l’aumento è stato consistente. Se prima i prezzo minimo si aggirava intorno ai 450-500€, ora è possibile acquistare una Asus ROG Strix a 375€ o una Gigabyte a 367€.

Nel caso della GTX 1060, vi riportiamo solamente i prezzi relativi alla versione da 6GB, escludendo quella da 3GB (o eventuali versioni Mini) poiché i prezzi di quest’ultima non sono stati coinvolti (tra i 240 e i 290 euro).

AMD

I prezzi delle schede video AMD hanno subito probabilmente il calo più evidente dell’ultimo trimestre. Con prezzo precedente di 935€, si è arrivati ai 658€ per la versione Asus Strix della Vega 56.

Anche la Vega 64 ha subito un netto calo, passando dai precedenti 1100€ agli attuali 760€ per la versione di Gigabyte.

Migliore anche la situazione per la RX580, che da un prezzo folle di 700€ circa si è arrivati ad un costo di 306€ per la versione di Sapphire, che salgono a 327€ per la Nitro+ e arrivano a 344€ per la MSI Armor OC.

Finalmente è possibile tirare un breve sospiro di sollievo, anche se la situazione ideale è ancora ben lontana. I prezzi si sono nettamente avvicinati a quelli di qualche anno fa e si sono largamente allontanati dalle cifre folli che abbiamo potuto notare in questi mesi. Nel frattempo potete iniziare a valutare l’assemblaggio di una configurazione PC, recuperando alcune di quelle proposte tra le nostre pagine.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.