Guida all'acquisto del PC: come scegliere il dissipatore | TechByte

Guida all’acquisto del PC: come scegliere il dissipatore

Il dissipatore è un’altra di quelle componenti che vengono acquistate con poca cognizione di causa, cercando di andare più al risparmio possibile. In questo articolo andremo a parlare di alcuni aspetti da considerare per capire come scegliere il dissipatore.

Iniziamo dando una breve definizione del funzionamento di un dissipatore. Il dissipatore è quella componente che si occupa di mantenere la temperatura del processore (CPU) a livelli accettabili, evitando il cosiddetto Thermal Throttling. Ogni modello di processore, che sia Intel o AMD, possiede un livello critico di temperatura, superato il quale si potrebbero avere malfunzionamenti al PC. E’ bene dunque tenere sotto controllo questo parametro, mantenendo nel case un ottimo flusso d’aria. Per farlo, bisogna capire come scegliere il dissipatore correttamente, facendo attenzione ad alcune accortezze.

Dissipatore ad aria o liquido?

Questo è uno degli interrogativi che spesso gli utenti si chiedono prima di acquistare un dissipatore. Per quanto la risposta possa sembrare scontata, in realtà c’è bisogno di fare alcune considerazioni. Innanzitutto analizziamo insieme le differenze tra un dissipatore ad aria e uno a liquido.

Un dissipatore ad aria è costituito da un radiatore, che è il componente che dissipa il calore generato dal processore, e una ventole che migliora il flusso d’aria sia sul processore che nel resto del PC.

Un dissipatore a liquido possiede le stesse componenti di uno ad aria, con l’aggiunta di un’apposita pompa che fa scorrere il liquido a bassa temperatura all’interno del radiatore, raffreddando così il processore. Giorni fa avevamo parlato delle nuove soluzioni di Cooler Master per quanto riguarda i sistemi a liquido All-In-One. Dateci un’occhiata.

Come scegliere il dissipatore adatto

Dunque a questo punto la domanda sorge spontanea: “Come scegliere un dissipatore e perchè?“.

Per prima cosa i dissipatori a liquido solitamente hanno un costo nettamente superiore rispetto a quelli ad aria poiché garantiscono un raffreddamento più efficiente. Però è anche vero che in molti casi il raffreddamento a liquido è praticamente inutile, basandosi sia sul consumo massimo effettivo del PC e sulla tipologia di componenti installate. Un sistema a liquido è utile se, ad esempio, si acquista un PC con una scheda video di fascia alta oppure componenti che col tempo iniziano a dare segni di ricaduta, con conseguenti aumenti di temperatura. Acquistare un dissipatore a liquido su una configurazione da 300 euro non è proprio la scelta più saggia.

In secondo luogo, un dissipatore a liquido richiede un cable management di tutto rispetto per poterlo montare correttamente e una manutenzione più accurata affinché possa lavorare sempre al massimo delle prestazioni.

Il nostro consiglio è quindi quello di scegliere un dissipatore a liquido solamente per configurazioni top di gamma.

Parlando invece di dissipatori ad aria, possiamo solo dirvi di fare attenzione allo spazio occupato non solo dal dissipatore stesso ma anche dal resto delle componenti. Molti modelli sono parecchio grandi e rischiano di intralciare il lavoro di altre componenti, come la scheda video. In questo caso si potrebbe ottenere l’effetto contrario, ovvero un aumento di temperatura non indifferente, con l’obbligo di togliere immediatamente il dissipatore e cambiarlo con uno più adatto.

Un dissipatore ad aria richiede sicuramente un costo più basso e ce la si può cavare alla grande anche con modelli piuttosto economici, come il Noctua NH-U9B o il Noctua NH-L9i.

Compatibilità

Per concludere, parliamo di uno degli aspetti fondamentali da considerare quando si deve decidere di acquistare un dissipatore, ovvero la compatibilità. Infatti non tutti i modelli di dissipatori sono compatibili con tutte le tipologie di configurazioni. Ci possono essere prodotti che sono adatti solamente a processori Intel come altri compatibili solo con AMD. Andando avanti è possibile trovare dissipatori che sono compatibili solamente con particolari socket di CPU e non con l’intera gamma di processori.

Queste sono caratteristiche che è possibile trovare ovunque, per cui è molto difficile potersi sbagliare nell’acquisto. Fate un’accurata ricerca per verificare attentamente che il vostro PC abbia tutti i requisiti necessari per supportare quel tipo di dissipatore. Evitate inoltre di montarlo in maniera errata, incorrendo in problemi piuttosto gravi.

Se non siete ancora sicuri su come scegliere un dissipatore, potete scrivere un commento con i vostri dubbi o domande.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.