Web Hosting

GeForce GTX 1660 e 1660Ti: specifiche tecniche e consigli per l’acquisto

Dopo le ormai tanto decantate GeForce RTX, ecco che Nvidia sforza l’ennesima scheda video, questa volta della serie GTX. Stiamo parlando della 1660 e 1660 Ti.

Nvidia è pronta nuovamente ad affrontare il mercato a testa alta, occupando la fascia medio-alta delle schede video. Dopo averci dato prova, negli ultimi mesi, delle enormi potenzialità delle schede RTX, si ritorno alla serie GTX, con due GPU che da recenti test pubblicati in rete sembrano essere in grado di supportare pienamente il FullHD e in taluni casi anche il 4K. Abbiamo analizzato a fondo diverse fonti negli ultimi giorni e siamo pronti a darvi il nostro giudizio sulle GTX 1660 e 1660 Ti.

Specifiche tecniche

Gigabyte GTX 1660

Prima di passare all’analisi dei test, diamo alcune informazioni tecniche riguardo queste due schede.

Nvidia GeForce GTX 1660Nvidia GeForce GTX 1660 Ti
CUDA Cores14081536
Frequenza Base1530MHz1500MHz
Frequenza Boost1785MHz1770MHz
Velocità di memoria40006000
Quantità di memoria6GB GDDR56GB GDDR5
Interfaccia memoria192-bit192-bit
Bandwidth192GB/s288GB/s
Consumo energetico120W120W
Temperatura massima95°C95°C

A livello di frequenza siamo molto vicini a quanto già visto con la 1060 della serie Pascal. La differenza in questo caso la fanno i CUDA Cores, che nelle due nuove soluzioni aumentano del 10-15% circa, migliorando dunque le performance in FullHD e permettendo di supportare, seppur con qualche compromesso, anche il 4K.

Riguardo il prezzo, attualmente su Amazon è possibile acquistare la GTX 1660 anche a meno di 300€ mentre la versione Ti arriva anche a 330€. Stiamo parlando dunque di una differenza di 100€, se non oltre, rispetto alla RTX 2060. Bisogna poi considerare il produttore della scheda video, dato che i prezzi oscillano tra cifre molto diverse tra loro a seconda dei modelli. Solitamente la versione più costosa è la Asus Strix oppure la MSI a tripla ventola. Rimane il fatto che il prezzo è sicuramente interessante, considerando il fatto che il costo è poco più alto di una GTX 1060 ma permette di ottenere performance molto più significative.

Test e prestazioni

Secondo dei test pubblicati sul portale TechRadar, entrambe le schede sono in grado di raggiungere i 60FPS (o poco meno) in FullHD con diversi titoli. Eccovi un’immagine riepilogativa:

Test GTX 1660 vs. GTX 1660 Ti

Il valore degli FPS rappresenta sempre una media in questo genere di test, però come potete vedere è possibile arrivare ad ottimi risultati se si impostano i massimi dettagli in FullHD. L’unico tentennamento si ha con il più recente Metro Exodus, ma da sempre la serie Metro ha rappresentato un vero scoglio anche per le configurazioni hardware più imponenti. La GTX 1660 Ti riesce tranquillamente a superare i 60FPS con quasi tutti i titoli testati, mostrandosi ben oltre le aspettative. Di seguito un ulteriore prova con Far Cry 5, a confronto con diverse altre schede:

Si può vedere come la GTX 1660 Ti OC riesce quasi ad eguagliare i risultati della Vega 56, dal costo ben più importante. Purtroppo non abbiamo modo di provare personalmente la scheda ed effettuare ulteriori test di approfondimento, ma già queste due immagini dovrebbero dare un’idea sulla potenza delle due schede.

Conclusioni e consigli per l’acquisto

La GTX 1660 e 1660 Ti sono certamente due schede video dalla buona potenza tecnica, in grado di permettere ai videogiocatori di poter giocare alle ultime uscite con un’ottima qualità, senza sacrificare le prestazioni. I dati mostrati sopra fanno riferimento a impostazioni grafiche massime, per cui aggiustando opportunamente le opzioni sarà possibile ottenere prestazioni migliori senza sacrificare troppo la qualità visiva. Il prezzo è un altro punto a favore di queste due schede, che le rende alla portata di tutti e sicuramente un buon punto di inizio per una build incentrata unicamente sul FullHD, come quella proposta da noi tempo fa. Non mancheremo inoltre di aggiornare le nostre build con le ultime uscite, anche quelle più datate. Restate dunque tra le nostre pagine per ulteriori informazioni.

Condividi questo articolo sui social network!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *