Come modificare PlayStation Classic per aggiungere giochi PS1

Dopo la notizia di qualche giorno fa, ecco arrivare una prima procedura per poter modificare PlayStation Classic, con la possibilità di giocare qualsiasi tipo di PS1.

PlayStation Classic è un’operazione nostalgica davvero potente. Se ne è parlato tanto nelle scorse settimane, tra primi annunci e la rivelazione della lineup definitiva. Finalmente il 3 Dicembre 2018 il pubblico ha potuto acquistare, al prezzo di 99,99€, la versione mini di una delle console che ha fatto la storia dei videogiochi. Sfortunatamente la piccola ammiraglia di Sony è subito passata nelle grinfie degli hacker, che in pochissimi giorni sono riusciti a bypassare il controllo di licenza dei giochi, permettendo l’esecuzione di ulteriori titoli oltre a quelli preinstallati.

Grazie all’hacker MadMonkey,che alcuni di voi ricorderanno per l’hacking dell’ormai noto NES Mini, e allo sviluppatore PatHartl vi presentiamo BleemSync. Si tratta di un tool che vi permetterà di aggiungere nuovi giochi PS1 alla libreria di PlayStation Classic semplicemente tramite un classico supporto USB, senza applicare aggiornamenti particolari o usare strani dispositivi. Vediamo quindi come fare.

Modificare PlayStation Classic tramite BleemSync

BleemSync è il primo software ufficiale rilasciato al pubblico è che ha permesso di effettuare la modifica di PlayStation Classic, offrendo la possibilità di inserire le proprie ROM direttamente nella console. Dopo una prima versione piuttosto rudimentale, che richiedeva la modifica manuale del database, si è passati ad un’interfaccia grafica decisamente migliore e meno macchinosa.

Requisiti

  • BleemSync
  • Chiavetta USB formattata in FAT32 e rinominata in SONY
  • File BIN/CUE del gioco, ottenibili anche da copie originali. BleemSync ora supporta anche i file ISO.
  • Immagine PGN di 226×226, che costituirà la boxart del titolo

A questo punto vediamo come procedere.

Modificare PlayStation Classic: Parte 1

  1. Una volta scaricato l’archivio dell’ultima release di BleemSync (BleemSync1.0.1.zip al momento della stesura della guida), estreaetelo e all’interno troverete due cartelle: bleemsync e f854cc9b-6cfc-4524-90a2-a2b35bbc3e24. Copiatele entrambe nella root della chiavetta USB.
  2. Assicuratevi ora che la PlayStation Classic sia completamente scollegata dall’alimentazione. Quindi collegate ora la chiavetta USB alla console.
  3. Collegate ADESSO la PlayStation Classic all’alimentazione e attendete l’accensione del LED arancione e l’avvio della console.
  4. Dopo il logo vedrete apparire la schermata di BleemSync, che inizializzerà i file all’interno della chiavetta USB, riavviando la console e spegnendola. Una volta che la console si sarà spenta, potremo scollegare l’alimentazione ed iniziare ad aggiungere giochi alla PlayStation Classic.
  5. Collegate la PlayStation Classic al PC tramite il cavo USB in dotazione ed avviatela. Ora noterete che si sarà nuovamente aperta la schermata di BleemSync. Dopo 20-30 secondi circa apparirà una nuova schermata in cui potrete scegliere se aprire il menù per RetroArch o il BleemSync standard. Lasciate questa schermata così com’è e spostatevi su PC.
  6. Aprite il browser e digitate l’indirizzo http://169.254.215.100:5000/ (funzionerà solamente se avete eseguito tutti i passaggi precedenti). Si dovrebbe aprire la seguente schermata:
Come modificare PlayStation Classic per aggiungere giochi PS1 1
Schermata BleemSync UI

NOTA: se avete seguito tutti i passaggi correttamente ma ancora non riuscite a visualizzare questa schermata, probabilmente avete bisogno di installare i driver RNDIS (solamente per sistemi Mac OS). Su Windows e Linux tali driver sono disponibili nativamente nel sistema.

Modificare PlayStation Classic: Parte 2

Dopo aver eseguito i passaggi preliminari della modifica, è il momento di passare all’aggiunta dei giochi vera e propria.

  1. Una volta che avrete accesso alla BleemSync UI, vi basterà cliccare su AGGIUNGI NUOVO GIOCO per iniziare ad aggiungere i vostri giochi.
  2. Per aggiungere un nuovo gioco su PlayStation Classic, dovrete selezionare TUTTI i file necessari. Nel caso abbiate il gioco in formato BIN/CUE, dovrete importare tutti i file BIN (se si tratta di gioco multidisco) e anche il file CUE.
  3. Una volta inserito il gioco, vedrete apparire sulla destra tutte le informazioni relative al titolo, come il GAME_ID, la box art, la software house e così via. La parte interessante è che mentre prima era necessario importare queste informazioni manualmente, ora vengono prelevate automaticamente dal server di BleemSync, semplificando notevolmente la procedura.
  4. A questo punto scorrete la pagina e cliccate su AGGIUNGI NUOVO GIOCO, presente nel menù in basso a destra. Apparirà una barra di progresso che indicherà il completamento dell’operazione.
  5. Una volta aggiunti tutti i titoli che volete, potete chiudere la pagina web di BleemSync e ritornare su PlayStation Classic. Selezionate ora BleemSync dalla schermata lasciata precedentemente in sospeso e vedrete apparire la lista dei giochi che avete aggiunto, oltre a quelli preinstallati.
  6. Siete pronti per giocare ai vostri titoli preferiti!

Per modificare PlayStation Classic non è più necessario modificare file di database, rischiando di compromettere definitivamente la console. Grazie a BleemSync si può svolgere tutto in totale sicurezza, con rischio praticamente nullo.

NOTA: con l’aggiunta di giochi in formato BIN potrebbe essere richiesto l’inserimento anche del corrispettivo file CUE. Nel caso non siate in possesso di tale file, potete crearlo manualmente da un file di testo (rinominato successivamente in formato .cue) e contenente le seguenti stringhe:

FILE “nome_gioco.bin” BINARY

TRACK 01 MODE1/2352

INDEX 01 00:00:00

In alternativa potete farlo in automatico con CueMakeDotNet. Vi basterà selezionare il file o la cartella contenente i file BIN e dare l’OK per generare i rispettivi file CUE da utilizzare con BleemSync o anche RetroPie.

Modificare PlayStation Classic tramite Project Eris

Project Eris è l’erede spirituale di BleemSync. Il software originale è stato notevolmente migliorando, agendo direttamente sul codice sorgente dell’applicazione. Ovviamente Project Eris permetterà di caricare nuovi giochi, installare mod ed usufruire di diverse altre funzionalità. Vediamo quindi come procedere all’installazione.

Requisiti

  • Project Eris
  • Chiavetta USB formattata in FAT32 e rinominata come SONY (tutto maiuscolo)
  • PlayStation Classic

Passo 1: preparazione dei file e prima installazione

  1. Estrarre il contenuto dell’archivio di Porject Eris nella root della chiavetta USB.
  2. Tenere scollegata la console dall’alimentazione per ora.
  3. Collegare la chiavetta alla seconda porta USB della console e usate l’alimentazione diretta per collegare la console. Usare anche un cavo HDMI per collegare PlayStation Classic alla TV e verificare lo stato dell’installazione. E’ importante che non abbiate nessun altro dispositivo USB collegato alla console e se utilizzate un HUB, collegare la chiavetta all’HUB e poi quest’ultimo alla porta 2 della console.
  4. Quando il LED della console diventa arancione, accendere finalmente la console e aspettare. In questa prima fase verrà effettuato un backup del file system della console, che potrà essere usato per recuperare un possibile brick o crash. Potrebbe volerci qualche minuto.
  5. A questo punto il LED di PlayStation Classic cambierà colore da Rosso a Verde in maniera alternata. Una volta completata l’installazione, apparirà la seguente schermata, in modo molto simile a BleemSync:
Come modificare PlayStation Classic per aggiungere giochi PS1 2

Passo 2: aggiungere nuovi giochi con Project Eris

  1. Dopo che la console si è spenta e mostra nuovamente il LED arancione, scollegare la chiavetta USB e collegarla al PC.
  2. All’interno dovreste vedere una cartella transfer, generata automaticamente dopo il primo avvio di Project Eris. Nel caso non fosse presente, createla manualmente. Qui dovrete inserire i backup dei vostri giochi in un formato supportato (ISO, PBP, BIN, IMG). Lo strumento genererà eventualmente anche il file CUE, nel caso non fosse presente e sia necessario per il corretto funzionamento.
  3. Per i giochi multi-disco bisognerà trasferire tutti i file contemporaneamente e non sarà necessario (ma fortemente consigliato) usare una nomenclatura progressiva. Ciò è obbligatorio invece per i titoli multitraccia, dove non solo bisognerà inserire il relativo file CUE di riferimento ma rinominare i file seguendo uno schema progressivo (es. NomeGioco (Traccia 1).bin, NomeGioco (Traccia 2).bin ecc.)
  4. Fatto ciò potrete giocare ai vostri titoli preferiti utilizzando Project Eris dal boot menù.

ATTENZIONE: non eliminare MAI il contenuto presente in USB:\project_eris\backup, in quanto si tratta del backup della console creato inizialmente ed è quindi unico a seconda della console che lo genera. Createne diverse copie per sicurezza, in quanto potrebbe tornarvi utile per ripristinare la console in caso di problemi.

Come migrare da BleemSync a Project Eris

Per chi avesse già installato BleemSync, esiste una procedura rapida per poter migrare a Project Eris, senza dover fare tutto da capo:

  1. Assicuratevi che la console sia spenta e scollegata dall’alimentazione e dal PC.
  2. Estrarre il contenuto dell’archivio di Project Eris all’interno della stessa chiavetta USB dove precedentemente era installato BleemSync, sovrascrivendo i file quando richiesto.
  3. Collegare la chiavetta alla porta del controller 2 di PlayStation Classic e collegare l’alimentazione della console. Per comodità, utilizzare un cavo HDMI per vedere su schermo cosa succede.
  4. Accendere la console. Dovrebbe apparire a questo punto la schermata di Project Eris.
  5. Ora il sistema migrerà automaticamente a Project Eris, installando il relativo kernel e creando un nuovo backup della console, qualora non fosse presente. Al termine la console si riavvierà e verrà mostrato il boot menù di Project Eris:
Come modificare PlayStation Classic per aggiungere giochi PS1 3

La cosa positiva è che i giochi continueranno a funzionare dopo la migrazione, in quanto sfruttano la stessa cartella games utilizzata da BleemSync. Project Eris rende ancora più automatica la procedura già svolta con BleemSync, seppur essenzialmente è molto simile, in quanto importa i giochi e le relative info in maniera diretta, senza passare per interfacce grafiche.

Potete acquistare PlayStation Classic su Amazon a circa 42€ o eBay a 47€.

Potrebbero interessarti anche...

43 risposte

  1. Cristiano Esposito ha detto:

    Io ho Windows 10 ma non riesco ad installare il driver RNDIS che dite voi. Ho provato tutte le guide possibili e immaginabili, mi date una mano?

    • Marco Nisticò ha detto:

      C’è un piccolo refuso nella guida. In realtà i driver sono solamente per Mac OS, dato che Windows implementa già nativamente questi driver da diverso tempo.

      • Luca ha detto:

        Buongiorno, vorrei giocarci Tombi! E Tombi2!
        Sapete se i giochi girano tramite un emulatore?
        Perché ho i giochi e ho provato a farlo girare sia su pc che su switch modificata tramite un emulatore, ed in entrambi i casi girano malissimo.
        Mi chiedo se nella Classic mini le cose siamo diverse visto che c’è la possibilità che non usi un emulatore m.
        Grazie

        • Marco Nisticò ha detto:

          La PlayStation Classic utilizza un emulatore, però dovrebbe essere ottimizzato appositamente per far girare tutti i titoli