Configurazione PC con scheda video Radeon RX Vega | TechByte

Configurazione PC con scheda video Radeon RX Vega

La configurazione PC con scheda video Radeon RX Vega di oggi è il giusto compromesso tra potenza e prestazioni.

Nonostante sia un periodo piuttosto difficile per poter acquistare un nuovo PC, vogliamo comunque proporvi delle nuove configurazioni che possano ispirarvi. Questa volta vediamo un PC che monta una scheda video Radeon RX Vega. In totale il PC verrà a costare circa 1700€, però è possibile anche scegliere componenti un po’ più economiche, andando a risparmiare qualcosina. Quello che vi proponiamo noi è il top sul mercato, senza compromessi per nessuno.

Case

Come case abbiamo scelto un classico Corsair Carbide SPEC-04, un mid tower dallo stile accattivante e un design molto bello. I vari collegamenti non sono visibili frontalmente, ma posizionati sul lato destro, lasciando spazio all’aspetto estetico. Sul lato sinistro abbiamo un pannello in vetro, che permette di mettere in bella mostra le componenti.

Per il raffreddamento è possibile montare sino a 5 ventole da 120mm, di cui due frontali, una posteriore e due in alto. All’interno è possibile inserire una scheda video fino a 31cm.

Potete leggere la nostra guida all’acquisto del case per scoprire le misure massime della GPU per le varie dimensioni.

Scheda Madre

Per una maggiore compatibilità con il processore Ryzen 2600X, abbiamo voluto inserire una scheda madre con chipset x470, annunciate in occasione del Computex 2018. Il modello scelto è la MSI x470 Gaming Pro.

Le linee PCI-E di 3° generazione forniscono il massimo delle prestazioni con gli SSD di tipo NVMe. Ovviamente è compatibile con qualsiasi processore Ryzen, anche quelli della serie 1000, poiché condividono lo stesso socket. E’ possibile anche, per chi ha un budget veramente alto, eseguire un CrossFire fino a 3 GPU in contemporanea.

Per il resto abbiamo i classici supporti SATA, USB e DDR4 fino a 3200MHz in OC. Inoltre MSI aggiunge alcune caratteristiche proprietarie per chi si diletta nei giochi online, con una tecnologia che ottimizza la connessione internt, distribuendo il traffico in maniera intelligente.

Scheda Video

Come da titolo, la scheda video che accompagna questa configurazione è un’ottima Radeon RX Vega 64. Delle schede RX Vega abbiamo già parlato dettagliatamente nel periodo di presentazione. La Vega 64 è il modello top di gamma dell’azienda, con 64 Compute Units (da qui il nome), una frequenza Boost di 1546MHz e 4096 Stream Processors.

E’ una scheda video che si va a posizionare tra la 1070Ti e la 1080Ti, quindi con una potenza decisamente abbastanza elevata da poter far girare qualsiasi tipo di gioco a dettagli ben più che alti. Vista l’enorme differenza di prezzo con la 1080Ti, noi per il momento consigliamo di scegliere la Vega 64, dato che a livello prestazionale la situazione non cambia così tanto da giustificare una spesa più alta del previsto.

Per i poco esperti, vi invitiamo a leggere l’articolo dedicato alla terminologia delle schede video.

Processore

Per la prima volta abbiamo voluto includere un processore della linea Ryzen 2000.

Si tratta del Ryzen 5 2600X, uno dei top di gamma sul mercato. Stiamo parlando di un processore con 6 Core/12 Threads, una frequenza base di 3.6GHz con Boost fino a 4.2GHz e moltiplicatore sbloccato.

E’ il processore ideale non solo per il gaming ma anche per attività di rendering o utilizzo di software grafico. Infatti i processori AMD sono maggiormente ottimizzati per processi che richiedono un maggior consumo di CPU. Il costo decisamente abbordabile e le prestazioni veramente ottime lo rendono un ottimo concorrente dell’i5-8600 di Intel.

Vi invitiamo non solo a leggere il nostro articolo riguardo i Ryzen di seconda generazione, ma anche del confronto tra Ryzen 1000 e 2000.

RAM

Per quanto riguarda la RAM c’è poco da dire. Visto ancora l’enorme prezzo a cui vengono vendute, siamo andati a puntare sui classici 16GB della Ballistix da 2400MHz.

Purtroppo la situazione delle RAM è ancora in alto mare, nonostante le schede video stiano migliorando e il fenomeno del mining si sia affievolito. Ci auguriamo che nei prossimi mesi la situazione possa tornare a livelli più accettabili. Non ci aspettiamo di trovare nuovamente i fatidici 8GB di RAM a 50€ come qualche anno fa, ma sarebbe ideale anche scendere nuovamente sui 70€.

Alimentatore

Questa volta per l’alimentatore abbiamo puntato su un nuovo marchio, ovvero l’EVGA 650 B3.

Si tratta di un alimentatore da 650W con certificazione 80Plus Bronze, con un’efficienza dell’85%. EVGA ha già dato prova di saper produrre ottimi prodotti. Infatti molti la ricorderanno per le schede video, ma da qualche hanno si è lanciata nel mercato dei dissipatori.

Parlando dell’alimentaotre, abbiamo una ventola da 130mm, utile per migliorare ulteriormente il raffreddamento interno. Il prodotto è completamente modulare, per cui non avrete fili inutilizzati o collegamenti superflui ma andrete a collegare solamente i cavi necessari per un corretto funzionamento.

Dissipatore

Una new entry per quanto riguarda il dissipatore. Il modello scelto oggi è il Cooler Master MasterLiquid ML240L, che vi abbiamo anticipato in uno scorso articolo.

Chiamato anche ML240R, è la versione RGB dell’ML240L. Dotato di due ventole da 120mm e un radiatore da 240mm, è ottimo per raffreddare il processore, specialmente nelle giornate molto afose. Le ventole raggiungono una velocità di 2000RPM, garantendo temperature sempre sotto controllo. Il rumore della pompa non supera gli 8Db, per cui non aggiunerà ulteriore rumore al vostro PC. La costruzione in alluminio offre un buon livello di dissipazione del calore.

Supporta praticamente tutte le tipologie di socket, sia Intel che AMD, inclusi gli ultimi Ryzen 2000. Per gli amanti dell’estetica inoltre, Cooler Master ha inserito un sistema di LED RGB nelle ventole che daranno quel tocco visivo in più alla configurazione.

Hard Disk/SSD

Come sempre, per l’archiviazione potete scegliere due alternative. Puntare su un classico sistema HDD + Intel Optane, andando a migliorare di molto la velocità di lettura/scrittura di un classico hard disk meccanico, raggiungendo le performance di un discreto SSD, oppure utilizzare un SSD direttamente.

Per l’HDD consigliamo sempre il WD Blue da 1TB, classico hard disk da 7200RPM e dal prezzo veramente contenuto.

Intel Optane è la nuova tecnologia di Intel atta a migliorare sensibilmente la velocità degli HDD. I test effettuati dalla sua uscita hanno confermato quanto Optane sia veramente un prodotto eccellente, in grado realmente di portare un vecchio HDD a prestazioni impensabili fino a qualche anno fa, raggiungendo performance molto simili ad un SSD. Altra differenza è che si ha un notevole aumento di capienza data dall’HDD, spendendo anche molto meno. Infatti attualmente un SSD da 1TB verrebbe a costare intorno ai 200€, per cui il guadagno sarebbe consistente.

Se invece preferite l’accoppiata SSD+HDD, allora vi consigliamo di acquistare un Crucial MX500 da 250GB. Non solo è l’SSD attualmente più economico in commercio, ma è sempre oggetto di offerte e sconti. Dato l’imminente arrivo del Prime Day, vi consigliamo di tenerlo d’occhio.

Di seguito un breve riepilogo delle componenti.

ProdottoPrezzo
CaseCorsair Carbide SPEC-04EUR 48,99
Scheda madreMSI x470 Gaming ProEUR 146,20
ProcessoreAMD Ryzen 5 2600XEUR 229,99
Scheda videoAMD Radeon RX Vega 64EUR 722,99
RAMBallistix 16GB DDR4 2400MHzEUR 159,92
DissipatoreCooler Master MasterLiquid ML240LEUR 64,69
AlimentatoreEVGA 80+ Bronze da 650WEUR 93,71
HardDiskWD Blue 1TB + Intel Optane 16GBEUR 44,71

EUR 37,99

SSDCrucial MX500 256GBEUR 62,20

 

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.