Configurazione PC da 1600€ con Ryzen 2000

Ritornano finalmente le configurazioni, dopo un leggero miglioramento dei costi delle GPU. Si parte con una configurazione PC da 1500 euro con Ryzen 2000.

I processori della famiglia Ryzen si sono dimostrati subito dei prodotti eccellenti. Già dai primi modelli (famiglia Ryzen 3, Ryzen 5 e Ryzen 7) abbiamo potuto notare un ottimo rapporto qualità/prezzo. Successivamente AMD ha voluto mettere ulteriore carne al fuoco, presentando i Ryzen di seconda generazione, più comunemente definiti Ryzen 2000. In una prima tranche sono stati annunciati due modelli entry level, il 2200G e il 2400G. In seguito sono stati presentati altri modelli che completavano le varie fasce di prezzo, con prodotti più potenti. La potenza di questi processori ci ha convinto a realizzare, dopo tanto tempo, una configurazione PC da 1600 euro che includesse uno di questi processori. Ovviamente visto il budget andremo a prendere quello di fascia più alta.

Case

Riguardo il case abbiamo voluto scegliere un modello personalizzato da MSI, che si adattasse al resto della configurazione. Parliamo del Cooler Master MasterBox 5 MSI Gaming Edition. Non aggiunge nulla di nuovo alla versione standard, per cui sono presenti due porte USB e i jack da 3.5mm sulla parte frontale. Infine abbiamo un pannello frontale in vetro per poter mettere in mostra le componenti. Lo stemma di MSI sul pannello frontale è molto bello e aggiunge quel tocco estetico accattivante.

Vi invitiamo a leggere i nostri articoli dedicati ai nuovi arrivi e annunci da parte di Cooler Master.

Scheda madre

La scheda madre non poteva che essere altrettanto accattivante, esteticamente parlando. Per questo vi presentiamo la MSI X470 GAMING PRO, uno dei modelli annunciati al Computex 2018 in concomitanza dell’uscita dei nuovi Ryzen 2000.

Si tratta di una scheda madre che supporta esclusivamente i prodotti AMD (Ryzen, Athlon ecc.), grazie al socket AM4 installato. Oltre a questo offre Mystic Light, una soluzione per gestire l’illuminazione della scheda, adattandola al resto del PC. E’ ottimizzata per il VR e il multi-gpu. Supporta RAM fino a 3400MHz ed offre una tecnologia in grado di ottimizzare l’esperienza nei giochi online, riducendo il lag.

Per tutte le informazioni sulle specifiche tecniche, vi rimandiamo alla pagina ufficiale del prodotto.

Processore

Come già annunciato nel titolo, il processore che andremo ad includere nella configurazione PC da 1600 euro di oggi fa parte della famiglia Ryzen 2000, più nello specifico parliamo del Ryzen 7 2700X.

Questo modello possiede la nuova architettura Zen+, evoluzione della precedente, che permette di avere 8 Cores/16 Threads che lavorano a frequenze di 3.7GHz/4.3 GHz. Ciò è dovuto anche al processo produttivo a 12nm, che riducendo la dimensione del die ha garantito un aumento delle prestazioni, riducendo i costi di produzione. Ha il moltiplicatore sbloccato di default, permettendo un overclock immediato, sempre con le dovute attenzioni del caso.

Scheda video

Ovviamente non potevamo che scegliere una MSI GTX 1080. Si tratta di una delle schede video più potenti in circolazione, in grado di far giare praticamente tutti i giochi usciti finora ai massimi dettagli e persino in 4K, con rarissime eccezioni per i titoli più ostici o mal ottimizzati.

Parliamo di una scheda video dotata di 2560 CUDA Cores8GB di VRAM GDDR5X, frequenza massima fino a 1847MHz in OC Mode e supporto al Two-Way SLI. E’ la GPU perfetta per chi vuole giocare senza compromessi, non preoccupandosi delle varie impostazioni grafiche presenti nei menù.

RAM

Per questa configurazione PC da 1600 euro abbiamo preferito dare una spinta in più anche alle RAM, considerando che ormai gli 8GB stanno diventando sempre più stretti, specialmente sui giochi. Dunque abbiamo scelto un doppio banco di RAM della G.Skill da 8GB, con frequenza di 3200MHz. Per cui in totale avrete ben 16GB di RAM, più che sufficienti per i giochi di ultima generazione e anche per chi volesse dilettarsi con lo sviluppo di applicazioni e titoli in 3D.

Alimentatore

Per questa configurazione abbiamo scelto un alimentatore da 650W, precisamente il Cooler Master V650. Si tratta di un alimentatore modulare, quindi sarà possibile collegare solamente i cavi necessari, con certificazione 80 Plus Gold, garantendo un efficienza del 90%.

Il design compatto permette di posizionarlo anche in case non proprio grandissimi, adattandosi alle configurazioni più disparate.

Hard disk/SSD

In questo caso, come al solito, consigliamo di acquistare o un classico SSD Samsung EVO da 256GB, la soluzione perfetta per installare il sistema operativo e relativi programmi, oppure l’accoppiata HDD + Intel Optane, che darà quello sprint in più al vostro hard disk meccanico.

Secondo dei test effettuati, utilizzare un HDD con Intel Optane ha gli stessi benefici che con un SSD standard. In alcuni casi è possibile anche risparmiare qualcosina, nel caso abbiate un budget piuttosto limitato. Ricordiamo però che Intel Optane ha bisogno di una porta M.2 disponibile nella scheda madre. Per cui se decidete di acquistare, ad esempio, un SSD di tipo M.2 assicuratevi che abbiate lo spazio per montarlo.

Dissipatore

Come dissipatore abbiamo voluto optare per una soluzione a liquido, considerando la scheda video che abbiamo inserito. Il Cooler Master MasterLiquid 120 è una tra le soluzioni più economiche ma anche più efficienti che ci sia. In attesa dell’uscita dei nuovi dissipatori, potete installare questo modello, che garantisce un raffreddamento di circa 15-20° a pieno carico.

Di seguito un breve riepilogo delle componenti inserite:

CASE Cooler Master MasterBox 5 EUR 78,29
PROCESSORE Ryzen 7 2700x EUR 312,57
SCHEDA MADRE MSI X470 Gaming Pro EUR 162,99
SCHEDA VIDEO MSI GeForce GTX 1080 EUR 640,00
RAM G.Skill 16GB DDR4 EUR 194,59
ALIMENTATORE Cooler Master V650 EUR 101,63
DISSIPATORE Cooler Master MasterLiquid Pro 120 EUR 95,00
HARD DISK/SSD WD 1TB + Optane o Samsung EVO 256GB EUR 40,00

EUR 38,99

EUR 89,00