Configurazione PC da 2000 euro con Nvidia GeForce RTX

Ritornano le configurazioni PC, dopo l’uscita delle nuove schede video Turing di Nvidia. Questa volta vediamo una build che si aggira intorno ai 2000 euro.

Con questa configurazione di oggi sarete in grado di far girare qualunque titolo attualmente in commercio ai massimi dettagli, senza preoccuparvi troppo di dover impostare eventuali dettagli grafici. Inoltre questa build è pensata appositamente per il 4K, per cui è consigliato possedere un monitor che rispecchi questo unico requisito. Questa volta non abbiamo voluto badare proprio a spese, optando per un PC che unisca tutta la potenza delle nuove schede video Nvidia ad un look da gaming personalizzabile e versatile.

Case

Partiamo dal case. Come già detto, abbiamo scelto delle componenti che potessero dare anche un look più aggressivo al tutto. In questo caso il Corsair Spec-OMEGA è certamente una delle scelte più azzeccate. Il design riprende molto quello dello Spec-Alpha, con linee più sottili e aggiungendo la componente RGB che dona sicuramente un aspetto estetico più interessante. Si tratta di un case Mid-Tower con un vetro temperato sul lato sinistro che permette di mostrare tutta la componentistica, uno degli scopi primari di questa build. Tutti i collegamenti necessari sono alloggiati nella parte frontale del case. Per l’illuminazione RGB troviamo 30 LED nella fascia frontale e due ventole HD120 RGB da 120mm appunto. Il sistema Direct AirFlow Path permetterà un’ottimo flusso d’aria interno, mantenendo le temperature sempre sotto controllo.

Il prezzo di 159,90€ potrebbe risultare abbastanza esoso per alcuni ma se avete intenzione di acquistare una build simile sicuramente non andrete a guardare qualche euro in più speso sul case.

Processore

Per cercare di non andare troppo oltre con il prezzo, abbiamo scelto come processore il Ryzen 7 2700X, uno dei modelli di seconda generazione annunciati lo scorso anno. Parliamo di un 8C/16T che operano ad una frequenza standard di 3.7GHz con un Boost fino a 4.3GHz. Avendo il moltiplicatore sbloccato, è possibile eseguire anche dell’overclock per spingerlo ancor di più al limite. Sicuramente è ottimo per il gaming ma anche per chi decida di sfruttare questa configurazione da 2000 euro per rendering in 3D o sviluppo di videogiochi.

Scheda video

Vista l’imponenza della configurazione, non potevamo che inserire una scheda video che fosse all’altezza di ogni aspettativa e che non avesse alcun problema con qualunque titolo in circolazione. Abbiamo quindi incluso un eccellente Gigabyte RTX 2080 Xtreme. Si ha un aumento della frequenza Boost a 1890MHz, contro i 1710MHz della Founders Edition. Per il resto a livello di architettura non ci sono particolari cambiamenti.

La tecnologia RTX è sicuramente una delle novità più interessanti, per quanto riguarda le schede video. Già allo scorso E3 2018 ne era stata data una prova della sua potenza. Attualmente però solamente un paio di titoli sono compatibili con questa tecnologia e i risultati sono purtroppo ben al di sotto di quanto ci si aspettasse, visto anche l’elevato consumo a livello grafico che comporta l’attivazione del ray tracing.

RAM

Per quanto riguarda la RAM abbiamo scelto una configurazione piuttosto standard, andando sugli ormai classici 16GB delle Corsair Vengeance, con una frequenza che tocca i 3000MHz. Ovviamente a rendere il tutto ancor più bello c’è la componente RGB, che insieme al case e al dissipatore, di cui parleremo dopo, creano un gioco di luci e colori veramente intrigante.

Il prezzo delle RAM sembra leggermente migliorato rispetto al passato, anche perché ormai di mining si parla veramente pochissimo. Un trend che prima o poi era destinato ad affievolirsi con il tempo, come anche le criptovalute stesse, che negli ultimi mesi hanno registrato un forte calo.

Alimentatore

Nonostante questa configurazione possieda un hardware di tutto rispetto, il consumo energetico energetico non è così elevato quanto ci si potrebbe aspettare. Un alimentatore come il Corsair RM650i risulterà sicuramente sufficiente a gestire tutti i vari carichi energetici di questa build. Parliamo comunque di un alimentatore completamente modulare con certificazione 80Plus Gold (efficienza intorno al 95%), anche se non si tratta più ormai di un indice di affidabilità attendibile al 100%. Vi rammentiamo inoltre la nostra guida alla scelta dell’alimentatore, per ulteriori dettagli su come acquistare il modello ideale.

Scheda madre

Una Gigabyte X470 Aorus è ciò che ci vuole per accompagnare questa configurazione da 2000 euro. SI tratta di una scheda madre dall’aspetto decisamente aggressivo ma che non manca di funzionalità interessanti, dedicate ai videogiocatori. Supporta il Quad-Channel, per chi volesse successivamente aggiungere altra RAM, il Game Boost, per l’ottimizzazione delle prestazioni nel gioco online, il Quad-Way SLI e CrossFire e tante altre feature che non mancherete di scoprire. Tutti i dettagli potete trovarli nella scheda tecnica ufficiale. Possiede inoltre vari strumenti per il monitoraggio della tensione, dei consumi e delle temperature, per tenere sotto controllo eventuali picchi anomali durante le sessioni di gioco.

Archiviazione

In questa configurazione da 2000 euro abbiamo deciso di rimuovere completamente l’hard disk meccanico, ormai diventato obsoleto nella maggioranza dei casi. Per cui abbiamo inserito solamente un SSD Samsung EVO 860 da 500GB, dedicato sia all’archiviazione dei dati che all’installazione del sistema operativo e relativi programmi.

Se avete bisogno di più spazio, allo stesso prezzo potete optare per la combo HDD+Intel Optane, che garantisce comunque le medesime prestazioni (o poco meno) di un SSD allo stesso prezzo, in termini di lettura/scrittura.

Dissipatore

Anche per quanto riguarda il dissipatore non potevamo esimerci dal consigliarvi un modello che fosse comunque ottimo ma che avesse anche una componente RGB. Stiamo parlando del Cooler Master MLX-D24M RGB, dissipatore a liquido con doppia ventola da 120mm e pompa a doppia camera. L’uso di questo dissipatore dovrebbe garantire delle temperature inferiori ai 70° con qualsiasi titolo, anche i più recenti come Battlefield V e Shadow of the Tomb Raider.

Di seguito una tabella riepilogativa delle varie componenti:

ModelloPrezzo
CaseCorsair Spec-OmegaEUR 164,10
ProcessoreRyzen 7 2700XEUR 299,33
Scheda videoGigabyte RTX 2080 Aorus XtremeEUR 890,40
RAMCorsair Vengeance RGB 16GB DDR4 3000MHzEUR 156,22
AlimentatoreCorsair RM650iEUR 142,36
Scheda madreGigabyte X470 AorusEUR 146,69
ArchiviazioneSamsung EVO 860 SSD 500GBEUR 79,99
DissipatoreCooler Master MLX-D24M RGB

Questa configurazione PC da 2000 euro non è per tutti ma per quei videogiocatori che non vogliono compromessi e pretendono il massimo, a livello di prestazioni, da ogni singolo gioco. Con questo PC riuscirete a soddisfare ogni vostra esigenza.

Potrebbero interessarti anche...

Facci sapere la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.