I migliori smartphone sotto 300 euro

I migliori smartphone sotto 300 euro

Il mercato degli smartphone è in continua crescita. Il recente annuncio di iPhone X ha lasciato non pochi dubbi, visto il suo prezzo di vendita. Ci sono sempre più modelli per ogni fascia di prezzo e risulta spesso difficile fare una scelta oculata. Con questo articolo vi vogliamo portare i migliori smartphone sotto 300 euro, che secondo noi rappresenta la fascia perfetta per acquistare uno smartphone non troppo costoso ma comunque ottimo.

Wiko Fever SE


Wiko Fever SE è uno smartphone dotato di display da 5.2″ in FullHD con vetro Gorilla Glass 3. Il processore è un Cortex A53 Octa-Core da 1.3Ghz, molto buono e reattivo anche nella navigazione più pesante. Tramite una batteria da 2900mAh è possibile arrivare fino a sera con il 10-15% di batteria rimanente,
per cui non ci si può lamentare. Tra le altre specifiche abbiamo 32GB di memoria interna espandibile con microSD e 3GB di RAM, in grado di gestire qualunque applicazione si voglia.
Lato foto abbiamo una fotocamera anteriore da 5MP e posteriore da 13MP con HDR e Flash LED, per catturare scatti sensazionali. E’ possibile registrare filmati in FullHD a 30FPS.
Non mancano le connettività 4G, Wi-Fi e Bluetooth per lo scambio di dati.
Per quanto riguarda i giochi, vengono gestiti da una GPU Mali T720, che garantisce comunque delle performance buone per un dispositivo di questa fascia di prezzo.
Esteticamente è molto carino, con uno stile rettangolare ma con i bordi arrotondati. Si possono inserire due SIM contemporaneamente e gestire comodamente tramite le impostazioni dedicate.
Il marchio Wiko si sta facendo notare negli ultimi anni. Anche al recente IFA 2017 sono stati presentati i nuovi modelli Wiko VIEW

Honor 8


L’Honor 8 presenta un design praticamente identico al fratello maggiore Honor 9. Condivide anche il rivestimento in vetro e lo schermo leggermente curvo ai lati.
Rispetto al Wiko Fever SE abbiamo 4GB di RAM e una fotocamera frontale da 8MP.
Anche il processore è leggermente differente. Si parla del Kirin 950, costituito da 4 core A72 a 2.3Ghz e 4 core A53 a 1.8Ghz, che vengono sfruttati diversamente a seconda delle esigenze del device.
Il sistema operativo è Android 7.0, personalizzabile in ogni maniera.
E’ dotato di sensore di impronte digitali per lo sblocco del telefono, che funziona 10 volte su 10. Per il resto abbiamo le classiche funzionalità.
La batteria da 3000mAh offre una buona autonomia, riuscendo a concludere la giornata anche con un utilizzo intenso.

Huawei P10 Lite


Esteticamente, il Huawei P10 Lite è molto simile al Wiko Fever SE. Ritroviamo le linee tondeggianti e la cornice in alluminio. Le specifiche invece sono più simili all’Honor 8, con un processore Kirin 658, composto da 4 Core a 2.1Ghz e 4 Core a 1.7Ghz.
La scelta del Huawei P10 Lite rispetto all’Honor 8 può essere dettata specialmente dal design, dato che a livello hardware sono essenzialmente identici, anche se la differenza di prezzo di 40€ potrebbe portare la scelta su questo modello.
Inoltre Huawei è un marchio ormai affermato sul mercato, grazie ai suoi prodotti a basso costo ma con prestazioni al pari dei top di gamma di case produttrici ben più d’annata.

Samsung Galaxy A5 2017


Il Samsung Galaxy A5 2017 è la nuova versione del Galaxy A5. Sulla parte superiore alloggia lo slot per la microSD mentre sul lato sinistro quello per la SIM. Per cui non è necessario rimuovere la scocca posteriore per poter sostituire eventualmente una delle due.
La parte interessante è la fotocamera posteriore da 16MP, che regala scatti panoramici d’effetto,
grazie anche ai numerosi filtri che è possibile applicare alle immagini in tempo reale.
A livello visivo è elegante, riprendendo molto da vicino la linea Galaxy in tutto il suo splendore.
Per chi ha sempre usato Samsung e non vuole decidere di abbandonare il marchio, sicuramente può scegliere uno tra i migliori smartphone sotto 300 euro di Samsung.

LG Q6>


LG Q6 propone uno schermo da 5.5″ in 2K in FullVision, ovvero senza bordi. Per quanto sia grande, si tiene bene in mano e non risulta scomodo per l’utilizzo, nonostante il corpo in metallo. Un punto a favore per uno smartphone che fa del suo processore il suo punto debole. Infatti lo Snapdragon 435 risulta sì una CPU recente ma che poteva essere benissimo rimpiazzata con qualcosa di migliore, sempre rimanendo nella soglia di prezzo dei 300 euro. Altra nota negativa è la mancanza del sensore di impronte. Considerando che la concorrenza ormai ha adottato questa tipologia di sblocco, venderla mancare su questo LG lo fa partire in svantaggio.
Nonostante queste due pecche piuttosto consistenti, l’LG Q6 è un telefono che si fa valere, con un display luminoso, fotocamera buona e autonomia accettabile.

Xiaomi Mi5s

I telefoni Xiaomi risultano sempre più concorrenziali, grazie a batterie campienti e performance strepitose. Ne è un esempio lo Xiaomi Mi5s. Lo schermo da 5″ in FullHD è molto luminoso e la regolazione della luminosità è ottima. Il processore Snapdragon 821 e i 3GB di RAM sono un’ottima accoppiata vincente, nonostante ci sia anche la versione da 4GB di RAM. Tralasciando questo, il telefono gira ottimamente, senza mai dare segni di rallentamenti o blocchi. Complice anche l’interfaccia MIUI 8.1, basata su Android 6.0, che permette al dispositivo di essere reattivo e fulmineo. Perfetto anche per il gaming, con avvii rapidi anche su titoli molto pesanti.

La scelta di uno smartphone non deve dipendere solo dal prezzo. Vi consigliamo di consultare la nostra guida all’acquisto dello smartphone.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!