I migliori software per la programmazione

I migliori software per la programmazione

La programmazione informatica è un argomento che può suscitare parecchio interesse tra gli sviluppatori di videogiochi o applicazioni. Tramite delle semplici linee di codice è possibile dar vita a tutte le proprie idee. Bisogna però conoscere i software per la programmazione più adatti per determinati linguaggi di programmazione. Ovviamente non andremo a parlare dei numerosissimi linguaggi usciti nel corso dei decenni, ma solamente di quelli che al giorno d’oggi vengono utilizzati maggiormente per lo sviluppo dei videogiochi, siti web ed applicazioni mobile.

CodeBlocks

CodeBlocks è uno dei software per la programmazione in C++ più conosciuti. Utilizzato anche a livello universitario, offre un’interfaccia molto classica, che permette sin da subito di avviare un nuovo progetto ed iniziare a creare il proprio codice. Principalmente è progettato per lo sviluppo in C/C++, tramite il compilatore MinGW, che va scaricato a parte.
Il programma offre un controllo sintattico in tempo reale, segnalando a fianco della riga di codice il corrispettivo errore, con l’eventualità di correggerlo automaticamente. Per i più avvezzi, si può fare affidamento al Debugger, funzionalità che analizza il codice passo per passo al fine di verificare esattamente dove sia l’errore.
Un programma decisamente valido e poco pesante, utile per chi ha intenzione di dilettarsi con uno dei linguaggi più utilizzato nell’ambito dei videogiochi. Basti pensare che i più grandi motori grafici, come Unreal Engine o CryEngine, si basano proprio sul C++.

Eclipse

Eclipse è un altro grande software per la programmazione. Propone anche un ambiente di sviluppo per il C++ ma principalmente viene utilizzato per la programmazione in Java e Javascript. Infatti è possibile anche scaricare svariati pacchetti e plugin per rendere il programma il più compatibile possibile con le varie classi e funzioni.
Anche qui l’interfaccia risulta molto intuitiva e di facile utilizzo. E’ presente il controllo sintattico del codice e la compilazione RunTime, per verificare errori a livello di applicazione. In alternativa si può utilizzare la modalità debug per verificare e correggere l’errore in maniera precisa. L’installazione non richiede molto spazio su disco e gira anche su macchine meno performanti. Dunque se avete voglia di cimentarvi con il linguaggio di programmazione usato per le applicazioni mobile, potete iniziare con questo.

Dev C++

Dev C++ è tra i software per la programmazione più noti sulla scena. Permette di compilare esclusivamente in C++. A livello pratico non ha particolari differenze rispetto a CodeBlocks.
La schermata è molto meno elaborata, considerando che si tratta di un programma di parecchi anni fa, però continua ad essere uno tra i più usati, anche per via del suo peso molto esiguo.

Microsoft Visual Studio

Per chi cerca qualcosa di più professionale, può puntare su Microsoft Visual Studio. Questo ambiente di sviluppo supporta diversi tipi di lunguaggio, come C++, C#, HTML e Javascript. E’ utile per chi desidera sviluppare per multipiattaforma, come server, smartphone e browser.
Inoltre con un unico software è possibile programmare in linguaggi differenti. La versione classica è a pagamento, però esiste anche una versione gratuita che include la possibilità di installare delle estensioni per il supporto ai diversi linguaggi.
Se siete sviluppatori per lavoro, vi consigliamo di acquistare una licenza per la versione a pagamento, che include supporto tecnico, aggiornamento costante e tante opzioni utili per chi vuole sviluppare applicazioni e lavorare come web developer. Per chi invece è alle prime armi e vuole iniziare a familiarizzare con alcuni linguaggi diversi, può installare la versione gratuita, che offre molte meno funzionalità ma permette semplicemente di programmare ed esercitarsi, senza alcun menù superfluo.
Inizialmente bisognerà configurare correttamente i vari linguaggi, settando in modo appropriato le impostazioni di compilazione. Fortunatamente è disponibile la pagina ufficiale di VS Code, ricca di guide su come configurare correttamente i linguaggi.

Android Studio

Android Studio è una suite che offre campo aperto allo sviluppo di giochi ed applicazioni per Android. Basato su linguaggio Java, Android Studio include numerosissime opzioni per inserire finestre grafiche e personalizzare al massimo la propria applicazione. Ovviamente in questo caso bisogna avere un minimo di base non solo del linguaggio ma anche del programma stesso.
Rispetto agli altri software per la programmazione visti finora, è decisamente pesante e richiede un grande quantitativo di RAM per effettuare i test virtuali delle applicazioni su differenti dispositivi mobile. Infatti Android Studio offre la possibilità di avviare uno smartphone virtuale per poter testare con mano il codice.
Sicuramente non è un programma per tutti e richiederà parecchio tempo per poter essere padroneggiato a pieno, però è certamente il miglior modo per imparare a sviluppare su Android.

Python

Python è un linguaggio di programmazione piuttosto semplice, a livello sintattico, rispetto a C++ o Java. Infatti non integra molte delle regole sintattiche presenti in altri linguaggi. Ciò può risultare molto comodo per coloro che tendono a commettere errori di questo tipo, anche accidentalmente, come un “;” non inserito o una “{” dimenticata per sbaglio. Proprio per questo è uno dei linguaggi più utilizzati in ambito informatico, specialmente nel campo della sicurezza. E’ utile soprattutto in ambito web per quanto riguarda la gestione di database MySQL e rendering 3D.
La community di Python è attualmente attiva e conta moltissimi membri che ogni giorno aiutano gli utenti meno esperti a sviluppare il proprio codice.
Solitamente il linguaggio Python viene utilizzato su sistema operativo Linux, però è disposibile anche una versione Windows.

Microsoft Macro Assembler

Microsoft Macro Assembler permette di convertire il linguaggio Assembly in binario. Il linguaggio Assembly è un linguaggio di programmazione parecchio complesso, utilizzato per lo sviluppo di sistemi operativi, tra cui Windows.
Richiede una gran dose di esperienza prima di essere in grado di produrre qualcosa, anche perchè non possiede le caratteristiche tradizionali dei linguaggi finora descritti ma si basa su simbologie e nomenclature proprietarie.

Swift for Windows

Swift for Windows è un progetto tutt’ora in sviluppo che cercherà di portare il linguaggio Swift sul sistema operativo di Microsoft. Per chi non lo conoscesse, il linguaggio Swift è quello utilizzato per lo sviluppo di applicazioni per sistemi iOS.
Al momento il software è ancora acerbo però permette già di testare alcune delle funzionalità di questo linguaggio anche su Windows.

Sublime Text 3

Concludiamo con un software per la programmazione davvero comodo per chi fa sviluppo di siti web e simili. Infatti Sublime Text permette di eseguire codice in HTML (seppur non sia un vero e proprio linguaggio di programmazione), PHP e MySQL.
Oltre a questo però supporta anche JavaScript, strettamente collegato all’ambito web per la creazione di elementi front-end di un determinato sito.
L’interfaccia ricorda molto quella del NotePad++, però con uno stile più ricercato ed intuitivo.

Esistono tanti altri software per la programmazione, un pò meno conosciuti, ma che possiedono le medesime funzioni di quelli già citati. Ci siamo limitati a parlare di quelli più utilizzati e che sono, secondo noi, i migliori dal punto di vista dell’utilizzo e dell’intuitività dell’interfaccia.

Per chi volesse approfondire l’argomento sui linguaggi di programmazione, può consultare la pagina Wikipedia che parla di tutti i linguaggi dagli anni ’50 ad oggi, scoprendo la base della programmazione e di come siano nati i linguaggi odierni.
Seguite anche il nostro articolo sui programmi per creare un videogame.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!