Recensione del Nintendo Mini SNES

Nintendo Mini SNES

Nintendo sta continuando la sua operazione nostalgia, proponendo sul mercato il suo Nintendo Mini SNES, presentato qualche mese fa. Dopo un Mini NES andato praticamente a ruba e l’annuncio di varie mini-console tra cui il recente C64 Mini, il boom delle console retrogaming è più forte del previsto. Noi di TechByte lo abbiamo provato e siamo pronti a portarvi la recensione del Nintendo Mini SNES.

Confezione e design


Recensione del Nintendo Mini SNES: il design

La confezione è ben più ricca rispetto alla console precedente. Innanzitutto troviamo addirittura due controller, per poter sfidare i propri amici in alcuni dei titoli presenti. Ricordiamo come nel Mini NES il joypad fosse solo uno.
Altro punto a favore è la lunghezza del cavo. Uno dei difetti più grandi del Mini NES era il cavo eccessivamente corto, che impediva al giocatore di stare ad una distanza adeguata dalla TV.
Con il Nintendo Mini SNES si è risolto leggermente il problema, proponendo un cavo lungo 1m o poco più.

Tra gli altri accessori abbiamo un cavo HDMI per il collegamento alla TV e il cavo USB/Mini USB per ricaricare la console ad un qualsiasi HUB USB (come l’Amazon Basics) o un portatile.

Esteticamente la console riproduce fedelmente l’originale. Ogni dettaglio è stato realizzato con cura, persino il vano cartucce, che ovviamente in questo caso è fittizio. Anche il collegamento per i joystick è cambiato, infatti il vecchio è diventato uno sportellino che nasconde accuratamente la nuova porta.

Interfaccia


Recensione del Nintendo Mini SNES: l'interfaccia

L’interfaccia del Nintendo Mini SNES è rimasta praticamente invariata rispetto al passato. In alto è possibile accedere alle varie opzioni di visualizzazione mentre i basso vengono raccolti i punti di sospensione, per riprendere il gioco da dove era stato interrotto.

Francamente avremmo gradito un minimo di novità su questo aspetto. E’ vero che l’hardware della console è il medesimo del Mini NES, però un piccolo cambiamento estetico non sarebbe guastato. Però alla fine possiamo dire che rimane comunque un’interfaccia ben fatta nella sua semplicità e nello stile ad 8bit.

Utilizzo


Recensione del Nintendo Mini SNES: i pulsanti

Per utilizzare la console, bisogna collegarla alla TV tramite cavo HDMI e premere il tasto Power a sinistra. A questo punto apparirà immediatamente il parco titoli del Nintendo Mini SNES. Non ci dilungheremo troppo nell’elenco di ogni singolo titolo poichè già trattati nell’anteprima di qualche mese fa. Possiamo solo dirvi che i 21 giochi presenti (o meglio 20+1 per la presenza di StarFox 2, titolo mai rilasciato su SNES) sono alcune tra le pietre miliari dei videogiochi e della console stessa. Ore e ore di puro divertimento insieme agli amici a colpi di hadouken e alla conquista di ogni livello di Super Mario Bros. Una cosa che ci ha lasciato leggermente perplessi è il fatto di dover premere necessariamente il tasto Reset sulla console (a destra) per ritornare alla selezione dei giochi. Probabilmente il motivo è stato per mantenere intatta l’originalità del controller e dei titoli stessi, che altrimenti avrebbero dovuto includere un’opzione per uscire dal gioco.

Parlando del feedback dei gamepad, si può dire che restituiscono la stessa sensazione data dai controller originali. Inoltre tutto è rimasto invariato, a partire dalla posizione dei pulsanti. Sicuramente è una cosa molto gradita ai fan che non hanno avuto modo di acquistare la console originale ai tempi e vogliono recuperare alcune vecchie glorie con una versione Mini realizzata con cura dalla grande N.

Prezzo

Il Nintendo Mini SNES è stato rilasciato in questi giorni ad un prezzo di 79,99€. Per molti è da considerare un costo molto alto, considerando il numero di titoli persino inferiore rispetto al Mini NES. In effetti ci si poteva aspettare qualche titolo importante in più, però quelli già presenti garantiranno tantissime ore di svago. Riguardo al prezzo, non riteniamo che sia così eccessivo come si potrebbe pensare. Inoltre se l’hardware è lo stesso, ci si potrebbe aspettare una softmod come nel caso del Mini NES, con la possibilità di aggiungere titoli direttamente da PC.

Correte subito ad acquistarlo, prima che finiscano le scorte. Se avete apprezzato la nostra recensione del Nintendo Mini SNES, fateci sapere nei commenti se avete già acquistato la console o avete intenzione di farlo.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!