Intel G Series, i nuovi processori di Intel e AMD
Hardware

Intel G Series: processori Intel con grafica AMD RX Vega M

Posted on in Hardware · News

Tempo fa parlammo di Intel e dei suoi futuri processori a singolo package per il mercato laptop. Durante il CES 2018, l’azienda ha finalmente presentato ufficialmente gli Intel G Series. destinati al mercato desktop.

Dopo la notizia di una grave falla di sicurezza su quasi tutti i processori distribuiti da 10 anni a questa parte, le varie aziende hanno cercato di correre al riparo. Nel frattempo però si è avvicinata la data del CES 2018, una delle fiere tecnologiche più importanti al mondo. La data di inizio è fissata per domani 9 Gennaio 2018 e si protrarrà fino al 12 Gennaio 2018. Però non potevano mancare le presentazioni pre-fiera riguardo le ultime novità e prodotti tecnologici. Sono presenti tantissimi marchi, come LG, Lenovo e Dell. Non è mancato spazio alle aziende, come AMD e Intel, che hanno parlato dei loro progetti per il futuro, presentando al pubblico le loro nuove rispettive line-up di processori per il 2018. In questo articolo andremo a trattare della nuova gamma Intel G.

Processore ibrido Intel-AMD

Immagine del processore ibrido Intel G

Nella giornata di oggi Intel ha presentato i processori Intel G Series, una soluzione ibrida con scheda grafica Radeon RX Vega M. L’hardware con cui sono stati progettati permette non solo di ridurre al minimo le dimensioni, permettendo di sviluppare laptop sempre più fini ma allo stesso tempo potenti, ma anche di risparmiare sui consumi energetici. Questi processori saranno il cuore pulsante di moltissimi dispositivi, come tablet, dispositivi 2 in 1 e mini PC. Le due famiglie che verranno distribuite sul mercato sono:

  • Processore Intel Core di 8° generazione con grafica Readon RX Vega M GL (consumo totale di 65W).
  • Processore Intel Core di 8° generazione con grafica Readon RX Vega M GH (consumo totale di 100W), con funzionalità e configurazioni sbloccate.

Il connubio tra CPU Intel H, GPU AMD e memoria HBM2 permetterà di sviluppare portatili che potranno arrivare ad uno spessore massimo di 17mm, con una durata fino ad otto ore.

Inoltre questa soluzione è adatta sia per il gaming che per l’editing, grazie ad un aumento di prestazioni del 40%. Le dimensioni vengono ridotte di oltre il 50%. La tecnologia EMIB permette alla memoria HBM2 e alla scheda grafica AMD di lavorare in completa armonia e ha permesso la creazione di questa soluzione ibrida tra CPU e GPU. L’uso della memoria HBM2 al posto delle classiche GDDR5 ha permesso ad Intel di ridurre i consumi energetici dell’80%. Inoltre questo tipo di memoria sarà impiegata principalmente nel comparto mobile, come tablet e smartphone. Intel ha posto parecchio attenzione su questo aspetto, trovando il giusto compromesso tra potenza e consumi.

Struttura hardware

A livello strutturale, a sinistra abbiamo i 4GB di memoria HBM2 che accompagneranno tutti i modelli prestati al CES 2018. A fianco alloggerà la scheda grafica realizzata da AMD, che comunicherà a stretto contatto con la memoria HBM2 tramite tecnologia EMIB. Infine per far connettere in maniera efficiente la GPU con la CPU si usufruirà di un collegamento PCI-Express 3.0 8x. Nulla è stato lasciato al caso e tutto è stato fatto a regola d’arte.

Come potete vedere dall’immagine le performance in FullHD sono superiori del 100% sui giochi e del 150% sui programmi di rendering, sintomo che l’unione delle due aziende è riuscita a dare buoni frutti. Le dimensioni del package e l’utilizzo di memorie a basso consumo hanno contribuito in maniera positiva a raggiungere questi risultati innovativi.

I modelli annunciati

Come potete notare dall’immagine, i modelli annunciati sono 5. Tutti sono dotati di 4 Core/8 Threads ed operano ad una frequenza base di 3.1Ghz fino ad un massimo di 4.2Ghz, tranne l’i5-8305G che parte da 2.8Ghz e arriva a 3.8Ghz.

Per quanto riguarda i modelli i7-8809G e i7-8709G abbiamo la grafica Radeon RX Vega M GH, dotata di 24 Computer Units, 1536 Stream Processors e frequenze di 1063MHz/1160MHz.

I modelli i7-8706G, i7-8705G e i5-8305G avranno la grafica Radeon RX Vega M GL, con 20 Computer Units, 1280 Stream Processors e frequenze di 931MHz/1011MHz.

Si tratta di specifiche tecniche piuttosto interessanti, considerando che questi processori verranno montati su dispositivi come laptop e mobile device. L’unione di due aziende come Intel e AMD per creare un prodotto ibrido di questo tipo non può che risultare proficuo sotto tutti i punti di vista.

Per prima cosa si va a migliorare nettamente la potenza della grafica integrata dei processori Intel, prima gestita interamente dall’azienda stessa e che ultimamente sta comunque dando segni di crescita. In secondo luogo la struttura hardware dell’architettura permette di ottimizzare lo spazio all’interno dei dispositivi, garantendo ottimo margine per possibili aggiunte a livello tecnico.

I processori Intel G Series rappresentano l’innovazione in questo mercato. Processori sempre più potenti in dimensioni sempre più piccole, che potranno servire in un futuro, non troppo lontano, per tecnologie più all’avanguardia. Già si sta pensando ad un nuovo processo di sviluppo a 7nm.

Utilizzi pratici

Oltre a presentare in maniera diretta le nuove famiglie di processori di ottava generazione, Intel ha mostrato anche dei mini PC che andranno proprio ad integrare questa tecnologia. Si tratta dei nuovi modelli del marchio NUC (NUC8i7HVK e NUC8i7HNK) che in piccole dimensioni riescono a racchiudere una potenza tutto sommato interessante.

Il caso Meltdown e Spectre

Già abbiamo trattato nel dettaglio il caso delle due falle di sicurezza scoperte di recente su gran parte dei processori rilasciati finora. Intel ci tiene a far sapere che questa nuova soluzione ibrida non sarà affetta da questo problema, ma anzi disporrà di sistemi di sicurezza ancor più avanzati, per prevenire ulteriori problemi.

Facci sapere la tua opinione!