E3 2017: novità, annunci e repliche delle conferenze

Logo E3

L’E3 2017 è la nuova edizione di una delle fiere videoludiche più attese dell’anno. La fiera vera e propria sarà dal 13 al 16 Giugno però non sono mancati i pre-show, che già dal 10 Giugno hanno aperto i battenti. Anche quest’anno le varie aziende si sono sfidate a colpi di trailer, annunci e gameplay per cercare di ammaliare il loro pubblico. Abbiamo notato una certa scarsità di nuove IP però non sono mancati gli annunci inaspettati, anche se non c’è stato lo scalpore che ci si aspetterebbe. Scoprite con noi tutti i dettagli.

EA Play

Come ogni anno, Electronic Arts apre le danze. Oltre ai classici Fifa 18 e Madden 18, EA ci accoglie con una nuova IP davvero interessante, ovver Anthem, sviluppata da Bioware. Il titolo è un FPS open world in cui saremo dotati di una particolare tuta che conferirà abilità e potenziamenti al giocatore. Le ambientazioni sono molto promettenti,
con paesaggi ricchi e ben diversificati tra loro. L’impatto grafico è senza dubbio molto forte. Per vedere alcune scene di gameplay, guardate la live Microsoft poco più in basso.
Oltre a questo, EA ha mostrato finalmente un filmato in game del nuovissimo Need For Speed Payback, in uscita il 10 Novembre 2017. L’adrenalina continua ad essere uno dei punti chiave del titolo, con la possibilità di poter mettere fuori gioco i nemici durante le gare, proprio come in Burnout. Per quanto riguarda la personalizzazione dei veicoli, ci dispiace deludervi ma purtroppo non sarà possibile apportare modifiche interne alle auto ma solo all’aspetto estetico. Chissà se fino all’uscita EA non decida di cambiare idea e far ritornare la saga ai tempi di Underground 2 o Most Wanted.
Altra nuova IP è A Way Out, di cui è stato mostrato solo un trailer di annuncio. Il gioco è ambientato in un carcere e punta tutto sulla cooperazione tra due giocatori.

Microsoft Xbox

La live di Microsoft parte subito in quarta. Infatti viene mostrata pubblicamente la nuova Xbox One X, nome in codice Xbox Scorpio. Le caratteristiche hardware sono proprio come erano state annunciate precedentemente: 12GB GDDR5, HDR, 4K nativo, raffreddamento a liquido e CPU da 2.3Ghz. Potrebbe essere benissimo paragonata ad un PC di fascia medio-alta. Il costo sarà di 499€ e l’uscita è fissata per il 7 Novembre 2017. Inoltre sarà retrocompatibile con i titoli Xbox One, incrementandone le prestazioni, come già ha fatto Sony con PS4 Pro. L’acquisto potrebbe essere consigliato a chi vuole ottenere il massimo da una console e non possiede già Xbox One.
Parlando dei titoli che sfrutteranno a pieno Xbox One X abbiamo Forza Motorsport 7 (3 Ottobre 2017), seguito della celebre simulazione di guida targata Xbox, Assassin’s Creed Origins (27 Ottobre 2017), ambientato questa volta in Egitto, e Metro Exodus (2018), tratto dai libri di Dmitry Glukhovsky. Di tutti e tre i titoli è stato mostrato un filmato di gameplay, dove è possibile ammirare l’ottima veste grafica in 4K HDR dovuta alla potenza della nuova console.
Altri titoli degni di nota sono Life is Strange 2 e il nuovissimo Ori and the Will of the Wisps, con il suo stile artistico davvero sublime.
Un annuncio interessante è stato quello di Dragonball Fighter Z, ennesima IP della nota serie animata di Akira Toriyama. Del gioco è stato mostrato poco o nulla, per cui non sappiamo nè la grandezza del roster nè le modalità che saranno presenti.
Potete guardare tutto il materiale nella live completa, commentata in italiano dai colleghi di Everyeye.

Bethesda

Lo show allestito da Bethesda non è stato uno tra i più entusiasmanti. Le uniche sorprese sono state Wolfenstein 2 The New Colossus, di cui è stato mostrato un gameplay trailer, e Dishonored: La morte dell’Esterno, avventura stand alone. Abbiamo assistito anche all’annuncio di The Evil Within 2. Gli altri giochi presenti sono stati: Skyrim per Switch, Quake Champions (già in fase di beta), titolo free-to-play FPS arena, con qualche semplice aggiornamento e le versioni VR di Doom e Fallout 4. Nulla di eccezionale.

PC Gaming Show

Anche quest’anno ritorna l’evento dedicato al PC Gaming. PC Gamer, in collaborazione con aziende di hardware, propone tutte le novità in questo campo. Include anche annunci relativi a titoli per piattaforma Windows. La terza edizione dello show poteva essere curata decisamente meglio. A parte una carrellata di titoli presentati in pochi minuti, come Age of Empires Definite Edition, edizione rimasterizzata con support al 4K, non è stato mostrato poi molto. Per scoprire tutti i titoli presenti, è possibile guardare la replica della live.

Ubisoft

L’inizio dello show Ubisoft è stato sicuramente uno dei più spettacolari di questo E3 2017. Sul palco è salito il maestro Shigeru Miyamoto, autore della saga di Mario e Donkey Kong. Egli è stato protagonista dell’annuncio di Mario & Rabbids, uno strategico a turni con protagonisti i simpatici coniglietti simbolo di Ubisoft. Un crossover che potrebbe piacere a molti per via dello stile cartoonesco e i colori vivaci. La particolarità di questo titolo è che vi ha partecipato anche il team di Ubisoft Milan, il quale è rimasto piacevolmente sorpreso dall’accoglienza del pubblico e di Miyamoto stesso. Il titolo debutterà sul mercato il 29 Agosto 2017 su Switch.
Un titolo che ci ha incuriosito è stato anche Skull and Bones. E’ un gioco che riprende molto lo stile piratesco di Assassin’s Creed Black Flag, proponendo battaglie navali multigiocatore con un sistema open world. L’uscita è fissata per quest’anno. L’idea potrebbe risultare interessante, anche se l’aggiunta di una componente singleplayer non sarebbe male.
Passando al campo mobile, abbiamo South Park: Phone Destroyer. E’ uno strategico a turni dove ogni personaggio avrà le proprie abilità e potenziamenti. Una delle serie animate più politicamente scorretta sta per tornare sui vostri smartphone.
Grande sorpresa è stata anche Beyond Good and Evil 2, con un semplice trailer in CGI.
Si è parlato nuovamente anche di Far Cry 5, attraverso sequenze di gameplay e dettagli aggiuntivi.
Poi abbiamo StarLink: Battle for Atlas, titolo spaziale creato da Ubisoft Toronto. Il gioco, in sviluppo per Switch, permetterà di personalizzare la propria navicella tramite collezionabili fisici da collegare alla console.
Infine non poteva mancare Assassin’s Creed Origins, di cui sono stati mostrati nuovi trailer e sequenze di gioco. Inoltre è stata annunciata un’edizione da collezione dal prezzo di ben 800€, che contiene una statua di 73cm, oltre che al gioco e a vari gadget da collezione. Ne verranno realizzate soltanto 1000 copie, per cui se siete collezionisti e avete abbastanza soldi per permettervela non dovreste farvela scappare.

Sony

E’ finalmente arrivato il momento di parlare di Sony. L’annuncio più sorprendente è stato Monster Hunter World, in sviluppo presso Capcom, titolo che riprende a piene mani lo stile dei precedenti capitoli.
Protagonista è stato anche Spider-Man, con un nuovo titolo dal comparto grafico davvero certosino per essere un tie-in.
Si è parlato poi del nuovo Call of Duty WWII, di cui sono state mostrate sequenze di gameplay. Il ritorno alle ambientazioni dei primi capitoli farà felici i veterani della serie, che non vedevano di buon occhio il cambio di direzione degli ultimi anni.
Presente anche un picchiaduro, ovvero Marvel Vs. Capocom: Infinite. In totale avremo 24 personaggi, tra cui Captain America, Iron Man, Hulk e Mega-Man. Lo stile ricorda molto i fumetti Marvel e il loro tratto.
Grande pilastro di Sony è God of War, che ritorna a mostrarsi con un nuovo gameplay. C’è chi lo considera un seguito e chi un reboot. Il cambio totale di gameplay, passando da una visuale isometrica dall’alto ad una più comune terza persona, lo rende più un titolo completamente a sè stante, anche la presenza del figlio di Kratos fa pensare ad un proseguimento della trama principale.
Tra le esclusive c’è Days Gone, che ci ha sorpreso dal punto di vista grafico. Il titolo è ambientato nel post apocalittico e presenta delle dinamiche di gameplay stealth.
Il titolo uscirà nel 2018 in un periodo ancora da definire.
SI è parlato poi di Destiny 2, Knack 2 e di Uncharted: L’eredità perduta, nuovo capitolo di Naughty Dog con tutti gli elementi caratteristici della saga.

Nintendo

Anche quest’anno Nintendo conclude i pre-show con il suo Spotlight e successivo Treehouse. I titoli più blasonati sono senza dubbio Mario Odissey, Mario & Rabbids e il nuovo arrivato Yoshi, con uno stile fiabesco il cui gameplay ricorda da vicino Little Big Planet. Sono stati annunciati poi Kirby e il tanto atteso Metroid Prime 4, di cui è stato mostrato un semplice logo. Abbiamo visto parecchie demo di gameplay dei titoli presentati, che ci hanno permesso di ottenere maggiori informazioni a riguardo. Innanzitutto saranno tutte esclusive Switch, la cui uscita oscilla tra fine 2017 ed inizio 2018.
Per quanto sia stata ricca di titoli interessanti, alcuni dei quali già visti molto prima dell’E3, Nintendo poteva spremere ancor di più questa gallina dalle uova d’oro. Sarebbe bastato qualche contenuto in più sui titoli più attesi, come Metroid Prime 4 e Monster Hunter XX per Switch.
Inoltre sono mancati quasi completamente annunci relativi alla portatile 3DS. L’unico è stato Metroid Samus Returns, che si è mostrato solo con un trailer d’apertura.

Segue poi il classico Nintendo Treehouse, dove sono stati mostrati dei gameplay di Mario Odissey, Xenoblade Chronicles 2, Metroid Samus Returns e Fire Emblem Warriors, oltre che del nuovo Mario & Rabbids. C’è stata anche una lunga sessione di gameplay dedicata esclusivamente a Nintendo 3DS. Per saltare direttamente al Treehouse, andate al minuto 1:08:50.

WB Games

Concludiamo questo reportage sull’E3 2017 con l’evento organizzato da WB Games. In questo caso saremo molto brevi e concisi poichè non c’è effettivamente molto di cui parlare. Oltre alla presentazione della serie di titoli targati LEGO (Marvel Super Heroes 2, Worlds e Dimensions), sono stati presentati nuovi dettagli relativi a La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra per PS4 e una demo di Injustice 2, picchiaduro con protagonisti i personaggi DC Comics.

L’E3 2017 non è stato certamente uno tra i migliori. Ci si è basati troppo sulla quantità di titoli da mostrare, piuttosto che sulla qualità degli annunci. Non diciamo che sia stato pessimo, anzi. Le sorprese ci sono state e anche qualche ritorno gradito. Però ci si aspettava un impegno maggiore in una delle fiere videoludiche più seguite al mondo. Un maggior impegno sui titoli più rilevanti avrebbe dato quel tocco in più che avrebbe lasciato a bocca aperta. Ringraziamo Everyeye.it per la disponibilità delle repliche.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!