Le migliori schede video aggiornate a Settembre 2016

Dopo aver visto entrare sul mercato nuovi modelli di GPU da parte di Nvidia ed AMD, è giunto il momento di stilare la classifica delle migliori schede video aggiornate a Settembre 2016. Se avete intenzione di fare qualche acquisto, è giunto il momento di pensare al prodotto più adatto.

Scheda video di fascia bassa (40-60€)

Partiamo dal gradino più basso della classifica delle migliori schede video. Se desiderate acquistare un PC che intendete utilizzare per lo studio o retrogaming, allora questa fascia è perfetta. Partiamo con laGT 610 di Asus. Una scheda video minimale, con 2GB di memoria GDDR3 dedicata ed una frequenza di clock di 810mhz. Se avete un computer di qualche anno fa, che usate solo per attività basilari, come la navigazione Internet o Microsoft Office, allora questa è la soluzione migliore e meno costosa. Di pari livello è la GT 710, che si differenzia per una frequenza di clock leggermente superiore di 954mhz. Entrambe hanno un consumo di circa 70-80W e supportano il PCI-Express 2.0.

Dal lato AMD abbiamo la Sapphire Radeon R7 240, che propone una frequenza di clock di 730mhz, 2GB GDDR3 di memoria video e il supporto al PCI-Express 3.0. Per il gaming, la scelta di Nvidia potrebbe essere più auspicabile. In caso contrario, l’acquisto AMD fa al caso vostro.

Scheda video di fascia medio-bassa (80-100€)

Andiamo avanti con le schede video di fascia medio-bassa. Iniziamo con la GT 740 di MSI, scheda a singola ventola con una frequenza di clock di 1006mhz. L’interfaccia PCI-Express 3.0 permette di adattare la GPU ai modelli più recenti di scheda madre. I 2GB di memoria GDDR5 garantiscono il sostegno di carichi di lavoro medi, anche con software come Photoshop, che richiede anche un alto quantitativo di RAM. Funziona perfettamente anche con Windows 10 a 64bit, segno di un’ottimizzazione di tutto rispetto.

Di contro abbiamo l’R7 250, con frequenza di clock di 925mhz e un design molto simile alla concorrente. Le caratteristiche tecniche rimangono più o meno le medesime.

Scheda video di fascia media (130-150€)

Siamo giunti alla fascia di prezzo più accessibile a tutti. Se avete intenzione di assemblare un PC di media potenza, dedicato sia al gaming che alle attività quotidiane, allora la GTX 750Ti di Asus potrebbe fare al vostro caso. L’Asus GTX 750Ti offre un overclock di fabbrica a 1202mhz, garantendo prestazioni leggermente superiori rispetto al modello standard. Inoltre, Asus implementa sempre la tecnologia Direct CU per ridurre le temperature e la rumorosità fino al 30% rispetto alla norma. Sicuramente è un ottimo punto di inizio per chi si sta approcciando per la prima volta al gaming su PC e non vuole spendere molto.

Di contro AMD sfodera la sua R7 370, con il supporto alle nuove DirectX 12 e sempre 2GB di memoria GDDR5. La struttura Zero Frozr delle due ventole permette un raffreddamento efficiente e una rumorosità ridotta al minimo.

Scheda video di fascia medio-alta (180-210€)

Le schede video appartenenti a questa categoria, e successive, possono essere considerate da gaming, data la loro efficienza e potenza di elaborazione. Iniziamo con la GTX 960, uscita circa un mese fa per completare il trio composto dalla GTX 970 e GTX 980. La GPU si presenza come un ottimo prodotto ad un prezzo oramai accettabilissimo. I 4GB di memoria GDDR5 sostengono pienamente la maggioranza dei titoli usciti finora, anche il più recente No Man’s Sky, che sta facendo discutere nelle ultime settimane. La frequenza di clock arriva a 1178mhz, con un consumo massimo di 120W. Nonostante la fascia non proprio al top, è in grado di sostenere ben 3 monitor collegati contemporaneamente ed una sessione di gaming a 4K, con le dovute impostazioni grafiche.

L’R9 380 di AMD risulta vecchia di quasi un anno, ma continua ad essere un’alternativa a chi preferisce una GPU che consumi leggermente di meno, a discapito di una leggera differenza di potenza nella frequenza di clock. Purtroppo questo modello al momento risulta parecchio obsoleto per via dell’architettura non aggiornata e di una concorrenza molto spietata.

Scheda video di fascia alta (260-320€)

GTX 970, tutt’ora regina indiscussa del mercato. Con l’arrivo delle soluzioni Pascal, il prezzo è diminuito del 20%, il che la rende un acquisto obbligato. E’ possibile collegare fino a 4 schermi in 4K e 3 schede in SLI. La frequenza di clock di fabbrica è di 1140mhz, che può essere overclockata fino a 1249mhz. Non mancano ben 4GB di memoria VRAM per il controllo completo su qualsiasi attività di rendering video. Finchè le Pascal non caleranno di prezzo, la GTX 970 resterà un acquisto davvero interessante per avere una scheda potente ad un costo allettante.

AMD propone, invece, la R9 390X, dotata di ben 3 ventole per il raffreddamento. La sostanziale differenza con il modello di Nvidia risiede nella presenza di ben 8GB di VRAM, contro i 4GB della GTX 970. Potrebbe sembrare un elemento indifferente, ma può fare nettamente la differenza nei videogiochi e permette di migliorare sensibilmente la qualità visiva finale del titoli in questione. Basti pensare che i vari filtri grafici vanno ad occupare proprio questa memoria, per cui averne in quantità maggiore non può che giovare all’esperienza finale dell’utente.

Scheda video di fascia molto alta (oltre i 450€)

Siamo giunti all’ultima parte della classifica delle migliori schede video di Settembre 2016, ovvero la fascia molto alta, per chi non accetta compromessi. Consigliamo l’acquisto di una delle GPU che vi proponiamo di seguito solamente se il vostro budget lo permette e se utilizzerete il PC anche per altre attività oltre al semplice gaming. In caso contrario, potete fermarvi alla fascia alta.

Cominciamo con la Gigabyte GTX 980Ti, formata da 3 ventole di raffreddamento, 6GB di memoria GDDR5, bus a 384bit (maggiore rispetto ai 256bit visti finora) e una frequenza di clock di 1190mhz. L’esperienza finale è ottima, con temperature che non superano mai i 65° nelle fasi più concitate e non arrivano ai 35° nelle fasi a riposo.

Non potevamo non parlare delle neo arrivate Pascal, cominciando con laGigabyte GTX 1070, costituita da 1920 CUDA Core, 8GB di memoria GDDR5X e supporto al 4K. Oltre a questo, è compatibile pienamente con qualsiasi dispositivo VR con i giochi che supportano tale tecnologia.

Parlando della GTX 1080 abbiamo una frequenza di clock di ben 1733mhz, 8GB GDDR5X e tecnologia Wing Blade (nel caso del modello Asus) per quanto riguarda le ventole di raffreddamento del dissipatore, la cui forma permette un efficacia non indifferente. E’ un mostro di potenza e design, con un prezzo non proprio indifferente, che si aggira tra i 750 e gli 850€, a seconda del modello acquistato.

Concludiamo questa lunga classifica con l’R9 Fury X. La particolarità che salta subito all’occhio è la presenza di un dissipatore a liquido Cooler Master collegato direttamente alla scheda. Ciò garantisce una temperatura decisamente controllata ed una rumorosità inferiore rispetto a qualsiasi altra GPU. Ovviamente bisognerà tenere conto dello spazio aggiuntivo dato da questa componente esterna. Abbiamo i soliti 4GB di memoria video, una frequenza di clock a 1200mhz e supporto nativo al 4K. Sta a voi ora scegliere la scheda video che più preferite e che possa abbinarsi perfettamente alla vostra configurazione.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!