Le migliori schede madri che supportano AMD Ryzen

Schede madri che supportano AMD Ryzen

Con l’uscita delle CPU Ryzen, molti di voi staranno già mettendo i soldi da parte per una nuova configurazione PC. I modelli della serie Ryzen 5 e 7 promettono ottime prestazioni, anche se a prezzi ancora poco abbordabili.

Per chi desidera fare un semplice upgrade a Ryzen, dovrà cominciare dalla scheda madre. Infatti sono usciti alcuni modelli che supportano nativamente Ryzen. In questo articolo andremo a vedere le migliori schede madri che fanno al nostro caso.

Asus B350-Plus

Per chi desidera una scheda madre non troppo costosa, c’è l’Asus B350-Plus. Questo modello è dotato di uscita USB 3.1 e supporto per hard disk SSD M.2 per uan velocità di trasferimento fulminea. Particolarità di questa scheda madre è la tecnologia Fan Xpert 2+, che garantisce all’utente il pieno controllo sul raffreddamento del PC. Sarà possibile controllare la velocità delle ventole per ridurre i consumi energetici quando il PC non è sotto sforzo.
Abbiamo poi un connettore PCI-E 3.0, supporto alle RAM DDR4 e porta HDMI, oltre alle classiche porte standard. La temperatura massima di lavoro è di 85° ed Asus promette una durata di quasi 8000 ore. Ciò è possibile grazie anche all’ottima qualità costruttiva, che permette una buona robustezza e un’ottima dissipazione del calore, migliorando la resistenza della scheda madre. Inoltre, per i più dediti al modding, è dotata di un’illuminazione a LED rossa. Il prezzo si aggira intorno ai 90€.

Asus Prime X370-Pro

Con un costo di 155€, abbiamo il modello Prime X370-Pro. Il SUS 5-Way Optimizazion permette non solo un overclock immediato e sicuro, ma anche un raffreddamento ottimale della scheda. In questo modo le temperature saranno sempre sotto controllo. La qualità costruttiva è ottima, con scocca in metallo a proteggere i pin più delicati. Per gli amanti dell’estetica, è presente Asus Aura Sync. Questa funzione permette di coordinare l’illuminazione LED delle varie componenti compatibili, come mouse, tastiere o addirittura schede grafiche. Sarà anche possibile configurare un particolare effetto RGB della scheda madre, per un risultato visivo eccezionale.

Asus Crosshair VI Hero

Su una linea estetica molto più aggressiva, abbiamo la Crosshair VI Hero. A fronte di una spesa da 250€ abbiamo un numero di porte maggiore, tecnologia ROG SupremeFX per un audio al top e strumenti per migliorare la connettività internet. Grazie anche all’ottima utility Asus potremo focalizzare la nostra attenzione sulle impostazioni migliori, regolando la velocità delle ventole a piacimento o smanettare con l’equalizzatore dell’audio per avere la resa migliore.

Gigabyte GA-AX370-Gaming 5

Non potevano mancare le schede madre Aorus di Gigabyte. Le Aorus sono state i primi modelli a supportare i processori Ryzen. Disponibili in varie colorazioni, supportano CPU con socket AM4 e RAM DDR4 fino a 3200GHz. Sarà possibile anche effettuare un 2-Way SLI/CrossFire e un 4-Way SLI/CrossFire. Ovviamente questa è una soluzione non proprio adatta a tutti e che non tutti possono permettersi. Numerosissime sono le funzioni presenti nonchè le connessioni e porte disponibili, molte delle quali standard di qualsiasi scheda madre attuale. Trovate tutte le info sulla pagina ufficiale. Il prezzo è di 215€.

MSI X370 Xpower Gaming Titanium

Siamo arrivati a quella che probabilmente è la scheda madre più costosa che supporta Ryzen. Il costo arriva a 320€. Stiamo parlando della MSI X370 Xpower Gaming Titanium. Il design è veramente fantastico, con cromature bianco/grigio che la rendono affascinante e bella da vedere. Ovviamente anche le caratteristiche tecniche non sono da meno. Supporta fino a 64GB di RAM DDR4, è ottimizzata per il VR e per il gaming online. Da sempre MSI si è concentrata maggiormente sul ridurre la latenza (ping) nei giochi e migliorare l’esperienza utente. Anche qui abbiamo la piena compatibilità con lo SLI/CrossFire e il pieno controllo attraverso il BIOS. Sulla falsa riga c’è anche l’Asrock X370 Taichi. Le specifiche sono praticamente identiche.

La sfida per il mercato Ryzen è appena cominciata. E voi da che parte state?

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!