Guida all’acquisto del PC: come scegliere la scheda video

Siamo giunti alla terza puntata della rubrica “Guida all’acquisto del PC“. Dopo aver analizzato i parametri per la scelta della scheda madre e, in seguito, del processore, è il momento di parlare di un’altra tra le componenti più importanti per un PC di tutto rispetto, ovvero la scheda video. Può sembrare semplice acquistare il modello adatto di GPU ma in realtà bisogna tener conto di diversi fattori. Dunque vediamo insieme come scegliere la scheda video

Memoria GDDR5

Il primo aspetto da considerare prima di scegliere una scheda video è la memoria GDDR5. La memoria GDDR5 è il corrispettivo grafico della memoria RAM. Infatti, tale memoria immagazzina le informazioni relative ai filtri grafici, alle texture e a tutti quegli elementi di cui si occupa la GPU (vedasi la guida alla terminologia grafica), nel momento stesso in cui vengono utilizzati. Alcuni videogiochi, ad esempio, permettono di visualizzare il quantitativo di GDDR5 utilizzata prima e dopo aver attivato le varie impostazioni disponibili.

Sicuramente è un elemento che bisogna considerare durante l’acquisto della scheda video. Soprattutto per l’editing 3D è fondamentale avere a disposizione parecchia memoria per gestire quanti più elementi grafici possibili.

Velocità di clock

Altro fattore da considerare per scegliere la scheda video è la frequenza di clock. La velocità di clock è l’aspetto che più determina la potenza di una scheda video. Si misura in megahertz (Mhz) e sta ad indicare il numero di cicli 0-1 che la GPU deve compiere per eseguire un’istruzione. Di conseguenza, maggiori sono i cicli che la GPU può effettuare e più rapidamente verrà inizializzata un’istruzione a schermo. Spesso e volentieri è possibile incrementare ulteriormente questo valore, grazie a software specializzati per l’overclock della scheda video. E’ un’operazione che richiede attenzione e soprattutto esperienza poichè il minimo errore può portare a danni irreversibili o ridurre il ciclo di vita della GPU.

Supporto SLI/Crossfire

SLI e Crossfire sono due tecnologie sviluppate, rispettivamente, da Nvidia ed AMD, per quanto riguarda il mercato delle schede video. Permettono di collegare alla scheda madre due o più GPU dello stesso modello, in modo da incrementare le prestazioni generali, con ovvio aumento dei consumi elettrici. Al giorno d’oggi difficilmente si trovano modelli che non supportino tali tecnologie, anche perchè si sta cercando, sempre di più, di ridurre i consumi per i profilo SLI/Crossfire, mantenendo intatta la potenza finale. La scelta di optare per uno SLI o un Crossfire dipende dall’utilizzo del PC. Per il gaming può essere superfluo se non si hanno grosse pretese in termini grafici e ci si accontenta anche del FullHD mentre per l’editing o lo sviluppo grafico potrebbe essere un’opzione da valutare.

Tipologia di collegamento e funzionalità varie

Come già sapete, la scheda video è una componente che bisogna collegare alla scheda madre tramite l’apposita porta. Con l’arrivo dei nuovi standard di collegamento, è meglio aggiornare le proprie preferenze. Il PCI-Express 2.0 sta diventando obsoleto, lasciando spazio al nuovo 3.0. Anche le DirectX 11 stanno cedendo il trono alle nuove DirectX 12, anche se ancora non vengono sfruttate a dovere.

Al momento è stato possibile ammirare le DirectX 12 solamente con il nuovo Doom, disponibile da più di un mese per tutte le piattaforme. Non è una funzionalità che potrà influire notevolmente sull’impatto visivo finale, però c’è da dire che se ottimizzata a dovere potrà rendere le GPU ancor più efficienti.

Per approfondimenti, potete visitare l’articolo riguardante il funzionamento di un computer.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!