Guida di WordPress #3: il primo articolo e codici HTML per il testo

Logo di WordPress

Negli scorsi articoli abbiamo visto come creare un sito web da zero con WordPress e la sua interfaccia nel dettaglio. Oggi continuiamo con la stesura del nostro primo articolo, parlando anche dei codici HTML fondamentali per una formattazione perfetta del testo.

Scrivere un articolo su WordPress

Per iniziare a scrivere un articolo su WordPress bisogna cliccare sulla scheda Articoli, dal menù di WordPress, e selezionare Aggiungi nuovo. A questo punto si aprirà il nostro foglio virtuale su cui poter scrivere gli articoli.

Wordpress: primo articolo e codici HTML per il testo

Ora bisogna solamente pensare a cosa scrivere e buttare giù le idee, dal titolo fino al testo vero e proprio. E’ possibile utilizzare due modalità di scrittura. La prima è Testo, dove verrà visualizzato l’articolo attraverso i codici HTML usati durante la scrittura mentre la seconda è Visuale, ovvero ci verrà mostrato ciò che l’utente finale vedrà.
Solitamente si utilizza questa seconda opzione solamente verso la fine della stesura, anche se permette di vedere l’anteprima dell’articolo. Però solo attraverso la modalità Testo è possibile inserire tutti i codici HTML fondamentali per formattare il testo correttamente o per aggiungere elementi grafici di rilievo.

Pubblicazione dell’articolo

Una volta completata la scrittura dell’articolo, si può procedere con la pubblicazione. A destra si può notare un piccolo menù dove impostare alcune semplici cose. La più rilevante è sicuramente la programmazione dell’articolo, scegliendo la data in cui l’articolo verrà pubblicato. Inoltre, prima di pubblicare l’articolo, assicurarsi di modificare correttamente il permalink e di scegliere le categorie corrette nel quale pubblicarlo. In questo modo non si creerà confusione.

Codici HTML per il testo

Come già detto, per rendere il testo più ordinato c’è bisogno di alcuni codici HTML di base. Molti sono già presenti di default nella barra appena in alto al foglio di testo. Altri invece non vengono visualizzati ma risultano estremamente utili. Vediamoli insieme:

  • strong: rende il testo selezionato in grassetto. Si utilizza spesso per sottolineare le parole chiave (keywords) in un testo.
  • em: utile per sottolineare una parola o una particolare azione da svolgere. Si usa, ad esempio, quando durante una guida bisogna selezionare un’opzione specifica.
  • ul: crea una lista non ordinata.
  • ol: crea una lista ordinata.
  • li: crea un elemento di una lista, che sia ordinata o meno.
  • code: permette di rendere qualsiasi link non cliccabile.
  • br: permette di andare a capo nel testo.
  • p: tag fondamentale per creare un paragrafo. Uno degli attributi più usati è align=”justify”, da specificare all’interno del tag, ed è utile per rendere il testo cosiddetto giustificato, ossia allinea le varie righe di testo a prescindere dalla loro lunghezza.
  • h1-h6: tag per la creazione di titoli e sottotitoli. Il tag h1 è gerarchicamente il più importante e si utilizza molto spesso per i titoli. Gli altri servono per creare sottotitoli man mano sempre più specifici.
  • font: tramite il tag font è possibile andare a modificare l’aspetto del testo. Con face=”” definiamo il tipo di font da usare, con size=”” la dimensione e con color=”” il colore.

Bisogna ricordare che tutti i tag e codici HTML bisogna chiuderli tramite lo “/”, altrimenti non verranno riconosciuti dal browser. Si può sempre guardare l’Anteprima modifiche di WordPress per verificare che tutto sia stato scritto correttamente.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!