Guida di WordPress #2: l’interfaccia

Nella guida precedente abbiamo affrontato il discorso su come creare un sito da zero ed installare WordPress. Andiamo avanti parlando, maniera più dettagliata, dell’interfaccia della piattaforma WordPress. Precedentemente avevamo accennato brevemente le funzioni più importanti. Oggi vogliamo analizzare più a fondo ogni singola voce già menzionata.

Articoli

La sezione Articoli contiene tutte le opzioni relative ai contenuti che abbiamo scritto o vogliamo scrivere.

Tutti gli articoli

Qui ci viene mostrato l’elenco di tutti gli articoli che abbiamo scritto, incluse le bozze. E’ possibile modificarne il contenuto, cambiare rapidamente le parole chiave o la categoria di appartenenza e visualizzare direttamente l’articolo. Tramite l’opzione Impostazioni schermata (in alto a destra), si possono decidere anche le informazioni da visualizzare, come la data di pubblicazione o le keywords usate in ogni singolo articolo. Una panoramica completa che da libero accesso ai nostri articoli.

Aggiungi nuovo

Cliccando su Aggiungi nuovo avremo accesso all’editor HTML e saremo pronti alla stesura di un articolo. Approfondiremo questa parte in un articolo apposito, quando parleremo del nostro primo articolo.

Categorie

Le categorie identificano una serie di articoli appartenenti ad un macro argomento comune. Per creare una categoria basterà scriverne il nome, aggiungere un URL personalizzato, una breve descrizione (facoltativo) e selezionare Aggiungi una nuova categoria.

Tag

I tag, a differenza delle categorie, possono coinvolgere anche articoli apparentemente diversi. Sono parole chiave che molto spesso vengono sottovalutate ma sono fondamentali per l’indicizzazione corretta di un sito web o un articolo specifico. Alcuni algoritmi di Google determinano i risultati di ricerca anche in base alla scelta dei tag per un determinato articolo. La scelta di tag chiave che identificano immediatamente ciò di cui si sta parlando può essere il primo passo per un contenuto di qualità. La creazione di un tag è identica a quella di una categoria.

Media

La sezione Media permette di accedere a tutte le immagini presenti negli articoli, nella homepage o nelle pagine.

Libreria

Qui semplicemente possiamo notare l’elenco delle immagini che abbiamo caricato dall’apertura del sito. Cliccando su una singola foto apparirà un’area dedicata, dove vengono visualizzate varie informazioni a riguardo, come il link diretto, la dimensione e il nome del file originale. Potremo modificare l’immagine per adattarla ad una specifica dimensione oppure eliminarla definitivamente. Ricordiamo che non è possibile caricare due immagini col lo stesso nome. O meglio, WordPress rinominerà la seconda immagine numerandola.

Aggiungi nuovo

Caricare una nuova foto è estremamente semplice ed intuitivo. Basterà premere il pulsante posto al centro. Si aprirà una finestra con le varie cartelle del nostro PC, da cui andare a cercare il file che ci interessa caricare. La velocità di caricamento dipende dalla nostra connessione internet. Possiamo anche trascinare gruppi di immagini nel riquadro tratteggiato, per velocizzare il processo.

Aspetto

L’aspetto di un sito web è fondamentale. E’ il primo elemento che salta subito all’occhio quando si apre una pagina web, ancor prima degli articoli stessi. Per cui è importante impostare bene l’estetica del sito non solo in base alla tipologia di quest’ultimo, ma anche alla comodità di navigazione per l’utente.

Temi

Il tema permette di organizzare al meglio i contenuti del sito. A seconda della struttura, si può decidere di posizionare determinati elementi in uno specifico punto anzichè in un altro. La scelta del tema deve essere in linea con la tipologia di sito che abbiamo aperto. Sono presenti centinaia di temi gratuiti. Per installarli, fare click su Intalla e dopo qualche secondo potremo immediatamente applicarlo e vedere il risultato. Inizialmente va bene affidarsi a quelli gratuiti. Una volta che il sito avrà raggiunto una certa notorietà sarà meglio usarne uno a pagamento, che integra funzioni aggiuntive che possono migliorare ulteriormente l’esperienza di navigazione.

Personalizza

Personalizza offre alcune impostazioni per modificare gli elementi estetici del sito, come il titolo, l’immagine di sfondo o i widget aggiuntivi. Dall’immagine si possono vedere tutte le opzioni presenti, che aiutano in modo rapido a cambiare qualcosa in pochi click. Si può cambiare anche la struttura dell’header, ossia della zona del sito situata in alto, tra gli articoli e il menu di navigazione.

Widget

Il termine widget non dovrebbe esserci nuovo. Infatti anche in Windows sono stati introdotti i cosiddetti widget, ossia un componente in grado di facilitare l’interazione tra visitatore e sito. La scelta dei widget, come il posizionamento degli stessi, può non essere così scontata. Ad esempio, il widget della newsletter dovrà essere posizionati più in alto possibile, così che possa essere visto immediatamente. Questo ragionamento dovrà essere applicato a qualsiasi widget. Però non bisognerà abusarne troppo, altrimenti potremmo dare troppa importanza ad elementi superflui. Alcuni temi contengono widget proprietari, che possono risultare più o meno utili.

Menu

Il menu permette di impostare la navigazione del sito. In ogni sito, infatti, si può notare un menu in alto con le varie categorie di articoli, in modo da accedervi più facilmente. E’ proprio in quest’area che potremo modificare le categorie da visualizzare a schermo o le pagine più importanti. Anche qui bisogna valutare caso per caso la scelta delle categorie più inerenti o utilizzate.

Editor

L’editor è forse una tra le impostazioni più delicate ed importanti di WordPress. Qui risiede, infatti, tutto il codice HTML, CSS e Javascript del tema. Per chi non è molto ferrato in materia, sconsigliamo di mettere mano al codice. Per chi, invece, conosce almeno le basi dei linguaggi menzionati, potrà andare a modificare tutto ciò che riguarda il tema, cambiandolo in maniera completa, dalle funzioni alla struttura stessa (Foglio di stile). A destra ci sono tutti i vari file che compongono il tema e sono totalmente personalizzabili. Bisogna fare attenzione a ciò che si va a cambiare poichè si rischia di rendere inutilizzabile il sito a causa di un conflitto di codice web.

Plugin

I plugin sono dei programmi integrativi a WordPress che permettono di ampliarne le funzionalità o migliorare quelle già esistenti. Alcuni di essi sono indispensabili per velocizzare il sito mentre altri rendono più comode azioni che richiederebbero l’aiuto manuale. Esistono plugin che possono comprimere le immagini senza perdere troppa qualità, risparmiando spazio nel database di WordPress. Altri invece incrementano la velocità di apertura del sito, modificando la gestione della cache. In un articolo a parte parleremo dei migliori plugin per WordPress.

Plugin installati

Qui possiamo vedere l’elenco di tutti i plugin installati, andando a modificare le impostazioni di ognuno di essi oppure eliminare quelli che non utilizziamo più.

Aggiungi nuovo

Come per i temi, esiste una finestra di ricerca per i plugin. L’installazione è tanto semplice quanto veloce. Una volta trovato il plugin desiderato, basterà installarlo ed attivarlo. Alcuni plugin lavorano in background senza bisogno di modifiche mentre altri hanno bisogno di una configurazione iniziale da parte nostra.

Editor

L’editor dei plugin è essenzialmente identico a quello per il tema. Selezionando il plugin dal menù a tendina in alto a destra andremo a modificare il codice di ogni singolo plugin, migliorandone le funzioni.

Impostazioni

In conclusione parliamo delle impostazioni generali di WordPress.

Lettura

Prima di pubblicare qualsiasi contenuto sul web, bisogna passare da qui. Le impostazioni di lettura permettono di cambiare la struttura della homepage e di indicizzare il nostro sito web tramite i motori di ricerca. In questo modo i nostri articoli potranno essere trovati su Google con le opportune parole chiave di ricerca.

Permalink

I permalink sono gli URL con cui vengono caratterizzati gli articoli. La loro struttura può essere modificata e deve risultare immediata e leggibile per gli utenti. I formati più utilizzati sono http://www.techbyte.it/articolo-di-esempio/ e http://www.techbyte.it/categoria/articolo-di-esempio perchè intuitivi e permettono anche una migliore indicizzazione. Possiamo anche creare un formato personalizzato.

Abbiamo omesso alcune impostazioni perchè risultavano poco interessanti e prive di modifiche rilevanti.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!