Come creare un desktop virtuale in Windows 10

Il desktop virtuale è una delle numerose novità introdotte in Windows 10. L’utilizzo di un desktop virtuale permette di gestire più applicazioni separatamente. Ciò comporta una migliore gestione del lavoro e meno cartelle a schermo contemporaneamente. Bisogna dire, però, che creare un desktop virtuale è temporaneo. Per cui una volta riavviato il PC si ritornerà al classico desktop singolo. Vediamo quindo come procedere.

Creare un desktop virtuale tramite Barra delle applicazioni

Un primo metodo per poter creare un desktop virtuale è tramite la barra delle applicazioni di Windows 10. Accanto all’icona di ricerca, è presente un’icona con la dicitura Visualizzazione attività. Cliccandoci sopra ci verranno mostrate tutte le applicazioni in uso sul desktop attivo in quel momento. E’ possibile creare uno o più desktop virtuali tramite il pulsante in basso a destra con su scritto Nuovo desktop e contrassegnato da un “+”. A questo punto verremo reindirizzati automaticamente al nuovo desktop virtuale e sarà possibile aprire una nuova sessione di applicazioni. Nel frattempo le applicazioni degli altri desktop continueranno a funzionare tranquillamente. In pratica è come se avessimo collegato diversi monitor ad uno stesso PC e stessimo gestendo varie applicazioni su schermi differenti. Ovviamente se provassimo ad aprire un’applicazione già in esecuzione, verremmo portati direttamente sul desktop in cui è già avviata.

Creare un desktop virtuale tramite tastiera

Un metodo più rapido per creare un desktop virtuale è utilizzare varie combinazioni da tastiera. Ad esempio, per creare un nuovo desktop basta premere i tasti Windows+Ctrl+D contemporaneamente. Verremo spostati automaticamente nel nuovo desktop e potremo avviare nuove applicazioni. Potremo ripetere il procedimento per creare quanti desktop virtuali vogliamo. Tramite i pulsanti Windows+Ctrl+Freccia sinistra/destra è possibile muoversi tra i vari desktop virtuali. Con la combinazione Windows+Tab potremo visualizzare l’elenco dei desktop virtuali attivi e scegliere rapidamente quello in cui vogliamo lavorare. Di seguito un’immagine che mostra un esempio.

Premessa: se chiudete uno dei desktop virtuali con ancora dei programmi in esecuzione, tali applicazioni verranno avviate nel desktop principale. Per cui bisogna avere l’accortezza di chiuderle, prima di cancellare il desktop virtuale.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!