Come recuperare file cancellati erroneamente

Programmi per recuperare file cancellati dal PC

Nella guida di oggi andremo a parlare di come recuperare file cancellati accidentalmente, proponendo le istruzioni passo per passo.

Sarà capitato anche a voi di cancellare un documento, un video o un file musicale erroneamente. Magari un click di troppo o un pulsante della tastiera premuto al momento sbagliato. Fortunatamente esistono metodi per poter recuperare file cancellati per sbaglio, attraverso software creati appositamente per questo scopo. In questo articolo vedremo quelli più efficaci.

PREMESSA: in alcuni casi potrebbe non essere più possibile recuperare file cancellati per il fatto che il settore precedentemente designato per quel file è stato occupato da un nuovo file. Vi invitiamo a leggere l’articolo dedicato alla deframmentazione, per capire meglio come funziona la collocazione dei file all’interno dell’hard disk.

Detto questo, possiamo procedere.

Recuva Professional

Recuva è sicuramente uno dei software più famosi per recuperare file cancellati, sia dall’hard disk che dal cestino. E’ stato realizzato dagli stessi sviluppatori di CCleaner, il che lascia già intendere un ottimo prodotto. Basterà selezionare l’unità da analizzare, attendere il completamento e visualizzare la lista completa dei file che sono stati cancellati. Il livello di recupero dei file viene contrassegnato da un bollino, che può essere verde (sicuramente recuperabile), giallo (parzialmente recuperabile) e rosso (irrecuperabile).

Una volta scelti i file da recuperare, basterà scegliere il percorso in cui andranno salvati e procedere con il recupero. Il tempo di attesa varia sia dal numero di file che dalla dimensione degli stessi.

La versione Professional offre l’analisi dei drive virtuali, aggiornamenti automatici e il pieno supporto ad un costo di 19,95€. Francamente non vediamo la necessità di acquistare questa versione se volete semplicemente recuperare file cancellati da hard disk o memorie esterne.

Drive Rescue

Drive Rescue è un’ottima alternativa gratuita a Recuva. Permette anch’esso di recuperare file cancellati erroneamente tramite pochi click. E’ possibile scegliere anche qui l’unità da analizzare in cerca di file cancellati e recuperare file rimossi.

L’interfaccia è molto più minimale e ricorda i vecchi programmi di qualche anno fa, però riesce a svolgere bene il suo lavoro, con risultati più che soddisfacenti. Lo consigliamo per via del suo peso veramente esiguo e la semplicità di utilizzo.

La particolarità di Drive Rescue, che lo distingue da Recuva, è il fatto che i risultati vengono catalogati per cartelle, per cui sarà possibile esplorare i vari percorsi per trovare i file corretti, come se stessimo facendo una normale ricerca all’interno dell’hard disk. Una funzionalità non da poco, che riduce di molto i tempi di ricerca e quindi di recupero dei file cancellati.

Wise Data Recovery

WiseCleaner è famosa già per programmi relativi alla pulizia del PC e all’ottimizzazione del sistema operativo, come Wise Registry Cleaner o Wise Disk Cleaner. Questa volta però vi parleremo di Wise Data Recovery, uno dei tanti software utili per recuperare file cancellati dal PC.

Tramite un algoritmo particolare, il programma riesce ad analizzare le unità in pochi secondi, facendo guadagnare parecchio tempo. Tra le altre caratteristiche, è possibile recuperare file da memorie esterne, microSD e hard disk formattati. L’opzione più interessante è sicuramente la possibilità di scaricare la versione portable del programma, ovvero che non necessità di installazione nel sistema. Ciò è importante per due motivi. Il primo è che in questo modo non si va ad occupare spazio nell’hard disk e aggiungere chiavi al registro del sistema, seppur di poche dimensioni. In secondo luogo si evita la sovrascrittura di possibili file che potrebbero essere recuperati. Infatti, quando si installa un programma, si vanno ad occupare determinati settori dell’hard disk con tutti i file di installazione. Quindi è possibile che i file del programma possano sovrascrivere dati cancellati potenzialmente accessibili. Scaricando la versione portable si va ad eliminare completamente questo problema.

Come recuperare file cancellati

La procedura per recuperare file cancellati è praticamente la medesima su qualsiasi software di questo tipo. Prima di tutto è necessario selezionare l’unità da analizzare, attraverso il menù a tendina presente solitamente in alto a sinistra. Dopo di che cliccare su Scan per avviare la scansione dell’unità, alla ricerca di possibili file da recuperare. Al termine ci verrà mostrata la lista completa di tutti i file trovati. In alcuni casi non sarà possibile procedere al recupero mentre in altri sì. Dunque mettere la spunta sui file che si desiderano recuperare e scegliere il percorso in cui andranno salvati. Consigliamo vivamente di non scegliere la stessa cartella in cui si trovava precedentemente il file. La cosa migliore sarebbe quella di salvarli su un supporto esterno.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!