PC da 300 euro, ideale per l’ufficio e la navigazione web

PC da 300 euro per l'ufficio e la navigazione

Dopo aver parlato sempre di configurazioni PC da gaming, da una fascia media di 900 euro ad una fascia molto alta di 2000 euro, è il momento di parlare di un PC da 300 euro. Le componenti consigliate per questo PC sono l’ideale per chi utilizza il computer prevalentemente per applicazioni da ufficio o la semplice navigazione web.

E’ sempre parecchio impegnativo cercare di bilanciare una configurazione a basso budget. Non solo bisogna risparmiare il più possibile, mantenendo la sicurezza e qualità delle componenti, ma anche rendere compatibile il tutto entro un budget limitatissimo. Però alla fine siamo riusciti a mettere insieme un PC che non brilla per potenza ma è perfetto per un utilizzo minimale.

Case

I case che abbiamo selezionato per questo PC da 300 euro oscillano tra i 35€ e i 45€. Possiedono tutti le funzionalità base, come porte USB e jack per cuffie e microfono. Sono case di media grandezza, sufficienti per ospitare tutte le componenti. Alcuni sono dotati di una ventola posteriore da 120mm per il flusso d’aria interno. Per cui non sarà necessario spendere ulteriori soldi. La scelta per il design è a vostra discrezione.

Scheda madre

Per quanto riguarda la scheda madre ci sono due modelli tra cui scegliere, uno per processori Intel e un altro per gli AMD. Nel primo caso abbiamo la Gigabyte GA-H110M-S2H, con supporto alle RAM DDR4 fino a 2133Mhz e al socket LGA1151 di Intel. Quindi sarà possibile installare un qualsiasi processore Intel della linea Skylake. E’ dotata di 3 porte USB e un’uscita HDMI.
Nel secondo caso abbiamo l’ASUS PRIME A320M-K, compatibile con le ultime CPU AMD Ryzen e su cui è possibile installare fino a 32GB di RAM DDR4 a 3200Mhz.
Per i vecchi processori AM3, potete acquistare l’ASRock N68C-GS4 FX. L’aspetto estetico è piuttosto interessante, ma sinceramente poco conta a chi interessa una configurazione di questo genere.

Scheda video

La scheda video abbiamo deciso di includerla, per avere comunque quel minimo di potenza in più per determinate applicazioni. E’ possibile anche non acquistarla e cavarsela bene con quella integrata. Se il vostro scopo è semplicemente navigare in rete ed usare programmi basilari, allora potete andare oltre. Per chi invece ha intenzione di usare usare utility come Office e simili, continui a leggere.
Le GPU che vi proponiamo per un PC da 300 euro sono sicuramente di fascia molto bassa. Anche in questo caso ci sono diversi modelli a seconda se preferiate Nvidia o AMD.
Per Nvidia c’è la MSI GT710 da 2GB di VRAM. La frequenza base di clock è di 954Mhz. E’ l’ideale per giocare titoli in 2D.
Dal lato AMD si schiera l’R5 230, in versione da 1GB o 2GB. Per risparmiare qualche euro si può prendere questa scheda video di potenza inferiore, con i suoi 625Mhz di frequenza di clock. In questo caso risparmiare aiuta a rientrare nel budget.
Entrambe le schede video richiedono un solo slot PCI-Express, presente in qualsiasi scheda madre in commercio.

Processore

Nonostante un PC da 300 euro non possa offrire prestazioni degne di nota, è possibile comunque montare componenti di ultima generazione. E’ il caso dell’Intel Celeron G3930 e l’Intel Pentium G4400. Entrambi hanno il nuovo socket LGA1151, che caratterizza tutti i processori della gamma Skylake. Parliamo di dual core con frequenze rispettivamente di 2.9Ghz e 3.3Ghz e una cache di 2MB per il Celeron e 2MB per il Pentium 3MB. Per un PC di basso profilo è la scelta migliore.
Passando ad AMD abbiamo l’FX-4300, quad core da 3.9Ghz e socket AM3+, ideale per chi vuole tenersi ancora più basso con i consumi, anche se già di per se la configurazione non necessità di così tanta alimentazione.

RAM

Parlando della RAM, abbiamo dovuto includere sia banchi DDR3 che DDR4. Questo per compensare la presenza della scheda madre AsRock per processori AM3/AM3+. Riguardo la capienza, abbiamo pensato che 4GB siano il giusto compromesso tra prezzo ed effettivo utilizzo. All’appello ci sono le HyperX Fury DDR3 da 1866Mhz e DDR4 da 2133Mhz e le Ballistix DDR4 da 2400Mhz. Avere una frequenza troppo elevata nelle RAM non influisce più di tanto sulle prestazioni. Ne parlammo anche in un articolo dedicato all’acquisto della RAM. D’altronde è possibile overclockare le DDR4 direttamente dal BIOS in pochi click.

Alimentatore

Per una configurazioe così assemblata basterebbe anche il Corsair VS350 da 350W con ventola da 120mm e certificazione 80Plus. Però se in futuro avrete necessità di aggiornare questo PC da 300 euro con nuove componenti, avrete bisogno di un sostegno energetico più sostenuto.
In tal caso il Corsair VS450 da 450W potrebbe essere la scelta più opinabile. Sempre meglio acquistare un alimentatore con un wattaggio maggiore rispetto all’effettivo consumo che dover andare poi a sostituirlo se non fosse troppo potente.

Dissipatore

Per quanto riguarda il dissipatore, vi consigliamo di lasciare quello stock. Il motivo è semplice. Dato che il case è molto grande e sicuramente avanzerà parecchio spazio all’interno, il flusso d’aria sarà meglio distribuito anche senza un dissipatore acquistato a parte. Inoltre i nuovi modelli di CPU vantano dei dissipatori stock che funzionano alla grande, anche su configurazioni decisamente più imponenti.
Però se non vi fidate delle apparenze e volete andare sul sicuro, allora vi consigliamo i seguenti modelli, tutti con ventola da 92mm e una potenza di raffreddamento massima di 200W.

NOTA: la configurazione è stata pensata per scegliere se acquistare o un dissipatore non stock o una scheda video dedicata. Entrambe le componenti sono superflue per una configurazione da 300 euro. La scelta dipende specialmente dalle vostre esigenze.

Hard disk/SSD

In questo caso la scelta è senso unico. Se utilizzate il PC principalmente per i programmi e qualche gioco sporadico, allora meglio il SanDisk SSD da 120GB. Se, invece, avete bisogno di uno spazio di archiviazione maggiore per raggruppare tutti i vostri dati, allora il WD da 1TB e 7200RPM è perfetto.

Ventole

La scelta di una ventola efficiente per raffreddare il PC può risultare decisiva. Nel caso di un PC da 300 euro, però, il problema di surriscaldamento si riduce praticamente al minimo. Se avete acquistato uno dei case proposti da noi, certamente avrete già a disposizione una ventola posteriore per il raffreddamento. Inutile quindi un’altra spesa per una ventola supplementare che risulterebbe superflua a questo punto.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!