Configurazione PC da 1000 euro aggiornata a Dicembre 2016

La configurazione PC da 1000 euro di oggi è il regalo perfetto di Natale. Componenti all’avanguardia e prestazioni elevate ne fanno una piccola macchina da gaming. Scoprite cosa abbiamo proposto per questa configurazione PC.

Case

Per contenere tutte le componenti abbiamo scelto un case mid tower Corsair Carbid Spec-02, dallo stile accattivante. E’ dotato di una ventola frontale con LED rosso e finestra laterale trasparente, per mostrare il PC in tutto il suo splendore. Supporta fino a 3 HDD da 3.5″ e 2 SSD da 2.5″. Il prodotto è realizzato totalmente in alluminio, che permette ottima resistenza con un peso leggero. Nella confezione troverete in dotazione 3 ventole da 120mm da posizionare accuratamente. Ricordate che l’aria calda è più leggera di quella fredda, per cui le ventole superiori dovranno puntare verso l’esterno.

Scheda madre

Per stare nel look rosso/nero della configurazione, abbiamo scelto una MSI Z170A Tomahawk. Questa scheda madre supporta solamente o socket LGA1151 e RAM DDR4 fino a 64GB a 3600mhz (overclockata). Grazie alla tecnologia DDR4 sarà possibile migliorare ulteriormente le prestazioni della RAM. Ideale sia per overclock che per il semplice gaming in FullHD.
Esteticamente si adatta perfettamente al look aggressivo del case.

Altro modello più economico ma comunque valido è l’MSI Z170A PC Mate. Le caratteristiche sono identiche al modello mostrato qualche riga sopra, con una piccola differenza di prezzo che potrebbe aiutare a rientrare nel budget previsto dalla configurazione.

Processore

Come CPU abbiamo optato per il sempreverde Intel i5-6600K. Di fabbrica il processore opera ad una frequenza di 3.3Ghz fino a 3.9Ghz in modalità Turbo. Grazie al moltiplicatore sbloccato, però, è possibile anche farlo salire a 4.5Ghz, con i giusti accorgimenti del caso. Infatti sarà necessario un raffreddamento adeguato per tenere le temperature sotto controllo. Il processore supporta solo RAM DDR4 ed è possibile montarlo solo su motherboard con socket LGA1151, come il modello proposto precedentemente. Abbiamo preferito inserire un i5 invece di un i7 per due motivi principali. Il primo riguarda senza dubbio la differenza di costo di circa 100€, che non è giustificata considerando gli utilizzi che si andranno a fare di una configurazione di questo genere. In secondo luogo, per il gaming è più che sufficiente scegliere un i5 per questioni di consumi, temperature ed un utilizzo efficiente della componente.

Scheda video

Per quanto riguarda la scheda video, la scelta della ZOTAC GTX 1060 Minida 3GB è senza dubbio la migliore. Con un costo inferiore alla GTX 970, top di gamma della scorsa generazione Nvidia, ed una potenza superiore del 30% è una delle schede video di fascia medio-alta più performanti al momento sul mercato. Ha una frequenza di clock di 1506mhz fino ad un massimo di 1709mhz, con un consumo di circa 120W a pieno carico. Se non avete avuto problemi con la GTX 970, sicuramente rimarrete ancor più soddisfatti dalla nuova scheda video Pascal.

RAM

Per spingere al massimo la potenza della nostra configurazione abbiamo scelto un kit Corsair Vengeance da 16GB a 3000mhz. E’ un kit estremamente versatile e flessibile, con la possibilità di essere overclockato senza problemi. Nonostante abbiano una latenza piuttosto alta (CL16), si comportano egregiamente durante le sessioni di gaming. Ovviamente è importante inserire questo kit in una scheda madre che supporti una frequenza uguale o maggiore di quella della memoria, così da sfruttarla appieno.

Alimentatore

Per la configurazione da 1000 euro di Dicembre 2016 abbiamo voluto puntare sull’efficienza. Il Corsair CS650M è un alimentatore da 650W con certificazione 80Plus, che garantisce un’efficienza fino al 90%. La struttura semi modulare permette un montaggio facile e senza errori. Inoltre, possiede un fattore di potenza attiva pari a circa 0.99, per una stabilità migliore riguardo la potenza erogata e protezione su possibili sbalzi di tensione. Considerando che il valore massimo è uno e il valore minimo accettabile è pari a 0.7, direi che siamo di fronte ad un eccellente alimentatore.

Dissipatore

Un dissipatore a liquido è sicuramente un pro in una configurazione gaming che si rispetti. Per questo abbiamo inserito il Cooler Master WaKü Seidon V, dotato di radiatore in alluminio e ventola da 120mm. La rumorosità è ridotta al minimo per evitare disturbi. Grazie ad un raffreddamento a liquido di questo calibro è possibile ridurre le temperature fino a 6-7°. Considerando che le temperature della GTX 1060 si attestano sui 55-60° a pieno carico, sarà possibile rimanere sotto i 50°.

Ventole

Se le ventole standard non vi soddisfano, vi consigliamo le Noctua NF-F12, con una variazione di velocità di rotazione tra i 1500rpm e i 3000rpm. Il calo di temperatura può variare tra i 5° e i 10°. La rumorosità inizia a farsi sentire a velocità più sostenute però sono piccolezze per un prodotto ottimo.

SSD

Per l’archiviazione e l’installazione del sistema operativo vi consigliamo un SSD che è stato scontato molte volte sia durante il Black Friday che Cyber Monday, ovvero il Crucial MX300 da 275GB. E’ l’unico modello ad offrire una capienza più alta dei modelli simili (vedasi Samsung 750 EVO da 256GB), con un costo simile. Non stiamo qui a parlare dell’ottima velocità di scrittura e lettura di un SSD rispetto all’HDD, già accennata in articoli scorsi.

Questa configurazione PC da 1000 euro è dedicata a tutti coloro che vogliono approfittare del periodo natalizio per acquistare un PC da gaming.

Commenta per primo

Facci sapere la tua opinione!